Business

Metodi pratici, risorse e guide aggiornate per imparare a creare un business e diventare un imprenditore digitale con un progetto in linea con le tue passioni.

growth mindset
Esplora come il Growth Mindset può trasformare il tuo approccio a sfide e fallimenti, promuovendo crescita e successo nel lavoro e nella vita personale. Scopri strategie pratiche per una mentalità...
Angela in divisa
Case Study | Humans of Marketers
Questa è la storia di Angela Berton, fondatrice del blog imangy.com e mamma che ha tirato il suo sogno fuori dal cassetto per dare un insegnamento ai figli.
guida intelligenza artificiale
Scopri tutto sull'Intelligenza Artificiale in questa super guida. Dalle origini alla sua importanza oggi , impara a sfruttarla per migliorare il tuo lavoro, il tuo business e la tua vita...
copertina-economia-circolare
Pro
Il futuro è green, dovrà esserlo. Da anni le menti illustri dell’umanità lo hanno capito, gli Stati si sono mossi, il mercato si sta adattando e la massa sta comprendendo....
Copertina-Insight-podcast
Pro
Il mercato del Podcasting in Italia e nel mondo sta cambiando? Ci sono dei (personal) brand che stanno guidando questa crescita? Cosa possiamo imparare da loro? Queste, e altre risposte...
gioielleria
Pro
Scopriamo il futuro del mercato della gioielleria: dai trend del momento alle tecniche da usare anche nel nostro settore.
business reselling
Come possono scarpe da 100€ essere rivendute per migliaia di euro? Grazie al mercato del Reselling, dove abili marketer riescono a incassare cifre da capogiro con la rivendita di prodotti...
trend report
Pro
In questo Marketers Insight i migliori esperti di business e marketing ti svelano il futuro del mercato digitale che ci aspetta nel 2023.
vendere di più
E-commerce
Come vendere di più? Applica queste 3 strategie usate da Ryanair, Amazon e Marketers per vendere migliaia di prodotti ogni giorno per riuscirci.
project management
Come trasformare un'idea in un progetto reale? Scopri in questa guida tutti i metodi, le strategie e i migliori consigli per organizzare al meglio il tuo progetto.
intelligenza artificiale
Pro
L'intelligenza artificiale è tra noi: genera immagini e scrive articoli in pochi secondi. Come impatterà chi lavora nel marketing e nella creazione di contenuti? Scopriamolo in questo Marketers Insight.
stefania fregni
Case Study | Humans of Marketers
Stefania Fregni ci spiega come ha scalato la sua azienda e raggiunto 100.000€ di fatturato all'anno con un corso di preparto online.
healthtech
Pro
Tra robot che faranno interventi chirurgici e orologi che ci faranno ECG dal polso, scopriamo il futuro del mercato dell'Heath Tech.
agricoltura del futuro
Pro
Tra Vertical Farming, colture rigenerative e investimenti di miliardi di dollari, scopriamo le fondamenta della prossima rivoluzione verde. Una rivoluzione che sfamerà 10 miliardi di persone entro il 2050.
cristina-buonerba
Case Study | Humans of Marketers
Dopo anni di viaggi in Guatemala, Cristina Buonerba stringe un rapporto stretto con le artigiane del Paese e decide di aiutarle. Così nasce un e-commerce che in soli tre mesi...
futuro streaming
Pro
In meno di 15 anni lo streaming ha scalzato la tv via cavo e conquistato il mondo. Ma come ha fatto? E come si evolverà? Scopriamolo e rubiamo qualche spunto...

Accedi al meglio del marketing in soli 5 minuti di lettura

Ogni sabato, alle 10:00, gratis. 20/80 è l’unica newsletter che ti fa restare al passo col mercato digitale in 5 minuti, senza rincorrere informazioni e contenuti.

Inizia da qui

In questa guida faremo una panoramica sul mondo del business. Partiremo dal significato fino ad arrivare alle sue componenti più importanti. Inoltre, vedremo come nasce un’idea di business, quali sono gli elementi essenziali per proporre un’idea e quali tipologie di business ci sono. Infine, faremo un focus sulle parole chiave principali che puoi incontrare se in questo mondo.

Cosa vuol dire fare un business?

Quando si parla di business, ci si riferisce alle attività economiche che coinvolgono la produzione, la compravendita o la fornitura di beni o servizi. Fare business implica:
  • l'impiego di risorse, come il tempo, il denaro,
  • le competenze, al fine di generare profitti e creare valore per i clienti e l'azienda stessa.
In particolare, fare un business richiede una serie di competenze e conoscenze. Vediamo insieme alcuni aspetti fondamentali:
  • Pianificazione e strategia: un imprenditore di successo sa come sviluppare un piano d'azione solido e una strategia chiara per raggiungere gli obiettivi prefissati. Questo include la definizione di una visione, l'analisi di mercato, la segmentazione del pubblico di riferimento e la creazione di un piano di marketing e vendite.
  • Gestione finanziaria: un'adeguata gestione delle finanze è essenziale per il successo di un business. Ciò implica la conoscenza di base della contabilità, la capacità di monitorare le entrate e le spese, la pianificazione del budget e la gestione del flusso di cassa.
  • Capacità di leadership: un imprenditore di successo deve avere buone capacità di leadership per guidare il proprio team e motivarlo verso il raggiungimento degli obiettivi comuni. Questo include la capacità di delegare compiti, ispirare e comunicare in modo efficace.
  • Conoscenza del mercato: un imprenditore di successo è in grado di comprendere il mercato in cui opera. Ciò implica la conoscenza delle tendenze di mercato, delle preferenze dei consumatori e della concorrenza. Mantenere un occhio attento alle opportunità di crescita e adattarsi ai cambiamenti è fondamentale.
  • Networking: costruire una rete di contatti e relazioni professionali solide è un elemento cruciale per un imprenditore di successo. Essere in grado di stabilire connessioni, collaborare con partner e creare opportunità di business sono abilità importanti da sviluppare.
  • Risolutezza e perseveranza: il mondo del business può essere impegnativo e pieno di sfide. Un imprenditore di successo deve avere una buona dose di risolutezza e perseveranza per superare gli ostacoli e rimanere focalizzato sui propri obiettivi a lungo termine.
Nel nostro corso Business Genetics potrai apprendere molte delle competenze e del mindset necessari per avviare o gestire un business di successo!

Come nasce un'idea di business?

Tutto parte da un’idea, da un’intuizione. Ogni business parte da proprio da un’idea, spesso, anche semplice. idea e strategia di business Ma come nasce un'idea? Ecco alcuni elementi da considerare:
  • Passioni e interessi personali: spesso, le migliori idee di business nascono da passioni e interessi personali. Chiediti quali sono le cose che ti appassionano di più e se c'è un modo per trasformarle in un'opportunità imprenditoriale. Rifletti su ciò che ami fare e su come potresti offrire valore agli altri attraverso quella passione.
  • Riconoscimento di un bisogno o problema: guarda intorno a te e osserva se ci sono bisogni non soddisfatti o problemi che potrebbero essere risolti. Un'idea di business può nascere dalla volontà di colmare una lacuna nel mercato o di offrire una soluzione innovativa a un problema esistente. Chiediti quali sono le esigenze insoddisfatte delle persone e se hai un'idea per soddisfarle in modo efficace. Molti grandi business, invece, sono nati perché l’imprenditore ha fatto di necessità virtù: trovandosi in difficoltà o in un determinato contesto ha trovato la nicchia giusta che aveva un reale bisogno. 
  • Analisi di mercato: prima di sviluppare un'idea di business, è importante condurre un'analisi di mercato approfondita. Cerca informazioni sul settore in cui intendi entrare, identifica la concorrenza esistente e valuta se ci sono opportunità di crescita. Comprendere il contesto in cui opererai ti aiuterà a sviluppare un'idea di business più solida e adattata al mercato.
  • Piano di fattibilità: una volta che hai individuato un'idea iniziale, è il momento di approfondire la sua fattibilità e il suo potenziale di successo. Fai ricerche di mercato, analizza la domanda e l'offerta, e valuta se il tuo prodotto o servizio avrà un mercato sufficientemente ampio e redditizio. Sviluppa un piano di business dettagliato che comprenda aspetti come il modello di guadagno, il posizionamento di mercato e la strategia di marketing.
  • Feedback e interazione: durante il processo di sviluppo dell'idea di business, è fondamentale raccogliere feedback e valutare le interazioni con l’idea. Condividi la tua idea con persone di fiducia, potenziali clienti o esperti del settore e ascolta attentamente le loro opinioni.Questo ti aiuterà a perfezionare l'idea e a renderla più adatta alle esigenze del mercato.
Ricorda che l'idea di business è solo l'inizio del percorso imprenditoriale. È necessario svilupparla, testarla sul campo e adattarla nel corso del tempo. Con determinazione, creatività e una buona dose di perseveranza.

Il ruolo centrale dell’imprenditore

L’imprenditore, ovviamente, svolge un ruolo centrale nel business. È la figura chiave che porta avanti un'idea di business, assume rischi e assume la responsabilità dell'intera operazione. Come detto, anche se dall’idea parte tutto, avere competenze e risorse per iniziare fa la differenza… Non basta avere l’idea giusta per fare di te l’imprenditore. Ecco alcuni aspetti fondamentali che l'imprenditore dovrebbe rispecchiare:
  • Visione e orientamento strategico: L'imprenditore ha una visione chiara dell'obiettivo finale del business e definisce la direzione strategica per raggiungerlo. Questo implica l'analisi del mercato, l'identificazione delle opportunità e la creazione di piani di azione per realizzare la visione.
  • Prendere decisioni e assumersi rischi: L'imprenditore deve prendere decisioni importanti per il successo del business. Questo può implicare l'assunzione di rischi calcolati, come investimenti finanziari o l'espansione in nuovi mercati. La capacità di valutare i rischi e prendere decisioni ponderate è fondamentale per il progresso del business.
  • Gestione delle risorse: L'imprenditore è responsabile della gestione delle risorse aziendali, comprese le risorse finanziarie, umane e materiali. Questo implica l'allocazione efficiente delle risorse, la pianificazione del budget, la gestione delle operazioni e la supervisione delle attività quotidiane, con il project management e i suoi tanti tool di gestione del team e del lavoro.
  • Creazione di una cultura aziendaleL'imprenditore svolge un ruolo chiave nella creazione di una cultura aziendale positiva e motivante. Questo include la definizione dei valori aziendali, l'incoraggiamento dell'innovazione, la promozione della collaborazione e la costruzione di un ambiente di lavoro stimolante.
Queste sono le basi da cui ogni imprenditore o aspirante tale dovrebbe partire…

Hard skill dell’imprenditore

Le hard skill sono competenze specifiche e misurabili che un imprenditore deve possedere. Queste competenze sono spesso apprese attraverso l'esperienza, l'istruzione o la formazione. Ecco alcune hard skill importanti per gestire un business:
  • Conoscenza del settore: un imprenditore di successo deve avere una conoscenza approfondita del settore in cui opera. Questo include la comprensione delle tendenze di mercato, la conoscenza dei concorrenti e l'analisi delle opportunità di crescita.
  • Competenze finanziarie: la gestione finanziaria è un aspetto cruciale del business. Un imprenditore deve avere una solida comprensione delle finanze aziendali, compresa la capacità di leggere i bilanci, effettuare previsioni finanziarie, gestire il flusso di cassa e prendere decisioni finanziarie basate su dati concreti.
  • Pianificazione e gestione del progetto: un imprenditore deve essere in grado di pianificare, organizzare e gestire progetti complessi. Questo include la creazione di piani di azione, la definizione di obiettivi, la gestione delle risorse e il monitoraggio dei progressi verso gli obiettivi, le basi del project management.
  • Competenze di marketing e venditela capacità di promuovere e vendere i prodotti o servizi del business è essenziale per il successo. Un imprenditore deve avere competenze di marketing e vendite, comprese la conoscenza delle strategie di marketing, la gestione dei canali di distribuzione e la comprensione delle esigenze dei clienti.
Queste qualità sono tutte acquisibili in un corso come Business Genetics, in cui ti forniremo le basi per passare dall’idea al business, dalla tua attività da freelance a quella di imprenditore.

Soft skill per gestire un business

Le soft skill sono abilità personali e comportamentali che contribuiscono al successo imprenditoriale. Queste competenze, invece, non sono misurabili come le hard skills, ma sono altrettanto importanti. le competenze di un business man Ecco alcune soft skill cruciali per gestire un business:
  • Leadership: un imprenditore di successo deve essere un buon leader, in grado di ispirare, motivare e guidare il proprio team. Questo implica la capacità di comunicare efficacemente, delegare compiti, prendere decisioni difficili e gestire le relazioni interpersonali.
  • Creatività e innovazione: l'imprenditore deve essere in grado di pensare in modo creativo e innovativo. Questo implica la capacità di generare idee originali, risolvere problemi in modo non convenzionale e adattarsi ai cambiamenti del mercato.
  • Empatia e relazioni interpersonali: la capacità di comprendere le esigenze dei clienti, di costruire relazioni solide con i dipendenti, i clienti e i partner commerciali è fondamentale. Un imprenditore di successo deve essere empatico, comunicativo e avere buone capacità di negoziazione.
  • Gestione dello stress: gestire un business può essere stressante e impegnativo. Un imprenditore deve avere la capacità di gestire lo stress, mantenere la calma sotto pressione e trovare un equilibrio tra lavoro e vita personale.
Sviluppare sia le hard skill che le soft skill è essenziale per diventare un imprenditore di successo e gestire con successo un business...

Che tipologie di business ci sono?

Entriamo nel vivo di ciò che potresti fare. Al giorno d’oggi, la scelta primaria è tra business offline e business online. Ci sono, certamente, delle differenze ma se il tuo scopo è fare l’imprenditore non puoi prescindere dalle qualità di cui abbiamo parlato poco sopra.  Quello che fa la differenza, tra online e offline, è la possibilità di raggiungere quante più persone possibili. Moltissimi business che adesso sono online sono nati offline: prendi l’esempio di Yoga Academy, nostro partner. Denise Dellagiacoma, la fondatrice, era un’insegnante di yoga offline. Ha portato il suo business su internet allargando notevolmente il suo bacino di utenza.  Internet ha abbassato, in modo drastico, le barriere per poter avviare un business, anche senza grandi capitali, come vedremo tra poco… Ovviamente, questo non basta. Servono le persone che abbiano interesse, un prodotto/servizio da vendere che porti valore, un sistema di pagamento affidabile e sicuro. 

Business offline

Il business offline si riferisce alle attività commerciali che si svolgono fisicamente in uno spazio fisico. In genere, parliamo, soprattutto, di attività locali che per loro natura hanno bisogno di uno spazio fisico per potersi attuare. Volendo racchiudere i principali business offline, possiamo distinguere queste macro-categorie:
  • Commercio al dettaglio: una tipologia di business che coinvolge la vendita di prodotti direttamente ai consumatori in negozi fisici, come negozi di abbigliamento, supermercati, farmacie o librerie, ecc...
  • Ristorazione e ospitalità: il settore riguarda la fornitura di servizi di ristorazione, come ristoranti, bar, caffetterie, hotel e bed and breakfast.
  • Servizi professionali: racchiude quelle attività che offrono servizi professionali a clienti e aziende, come studi legali, studi di architettura, agenzie di pubblicità o studi di consulenza.
  • Produzione e manifattura: si intendono quelle attività che coinvolgono la produzione di beni fisici, come fabbriche di automobili, aziende tessili, industrie alimentari o aziende di produzione di elettronica, ecc...
  • Trasporti e logistica: queste attività riguardano il trasporto di merci o persone, come compagnie di trasporto pubblico, compagnie di spedizioni o servizi di trasporto su strada.
Capisci bene che, come detto, alcune di queste attività possono partire offline per poi essere portate sul web…

Business online

Nel nostro articolo guida ai migliori business online, facciamo una panoramica su quali siano gli ingredienti per far funzionare un business digitale e quali possono essere, attualmente, quelli più profittevoli. L’avvertimento che possiamo dare qui, prima di entrare nel merito, è quello di evitare di seguire le mode del momento. Bisogna sviluppare una certa lungimiranza, avere passione per quello che si vuol fare/vendere e non pensare solo al fine ultimo: il denaro. Se segui solo i soldi, molto probabilmente, il tuo business potrà funzionare per un po’, ma non sarà mai duraturo. Bisogna essere consapevoli del valore (non monetario) che vuoi dare agli altri! Parti da qui, il resto, ovvero il denaro e i clienti, arriveranno. Adesso, ecco quali sono i migliori business online da valutare:
  • E-commerce. L'e-commerce è senza dubbio uno dei settori in più rapida crescita nel mondo dell'imprenditoria digitale. Grazie alla sua accessibilità e facilità di uso, è possibile per qualsiasi persona avviare un business online.Questo tipo di business consente di vendere una vasta gamma di prodotti o servizi a un pubblico globale, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza la necessità di avere un punto vendita fisico. Grazie a piattaforme come ShopifyWooCommerce o lo stesso Amazon, si può configurare un negozio online con relativa facilità, gestendo gli inventari e le spedizioni in modo efficiente. Inoltre, l'e-commerce offre la possibilità di sfruttare tecniche di marketing digitale per aumentare la visibilità e la portata dei propri prodotti, facendoti accedere ad un mercato, potenzialmente, illimitato.
  • Infoprodotti e FormazioneCreare e vendere infoprodotti è un altro modo efficace per fare business online. Gli infoprodotti sono prodotti digitali che forniscono informazioni o formazione su un determinato argomento.Questi possono includere e-book, corsi online, webinar o podcast. Il vantaggio di vendere infoprodotti è che richiedono una sola volta l'investimento di tempo e risorse per la loro creazione, ma possono poi essere venduti all'infinito, generando un flusso di reddito passivo. Piattaforme come Udemy, Teachable o Kajabi rendono facile la creazione e la distribuzione di corsi online, o la creazione di membership a pagamento, permettendo di raggiungere un pubblico globale interessato a imparare e a sviluppare nuove competenze. Puoi fissare il prezzo dei tuoi infoprodotti in base al valore che offrono e al mercato di riferimento. Questo ti permetterà di adattare il prezzo alle esigenze dei tuoi potenziali clienti e di massimizzare il tuo guadagno.
  • Crea una Web Agency. L'avviamento di una web agency è un'opportunità imprenditoriale stimolante che richiede competenze tecniche e di marketing.Questo tipo di business offre una vasta gamma di servizi come sviluppo web, web design, consulenza di marketing digitale e di social media marketing. Una web agency può aiutare le aziende a creare un'identità online forte, a migliorare la loro visibilità online e a raggiungere i loro obiettivi di business. Inoltre, con la crescente digitalizzazione del mondo degli affari, la domanda di questi servizi è destinata a crescere. Questo rende il settore delle web agency dinamico e stimolante, offrendo l'opportunità di imparare e crescere professionalmente.
  • Affiliate Marketing. L'affiliate marketing è un business digitale in cui un affiliato guadagna una commissione per il marketing dei prodotti o servizi di un'altra azienda.Fondamentalmente, l'affiliato ricerca un prodotto che le piace, ne fa la promozione e guadagna una parte del profitto per ogni vendita che viene fatta attraverso il suo link di affiliazione. Questo modello di business è molto popolare perché non richiede di creare un proprio prodotto o servizio. Piattaforme come Amazon Affiliate ProgramClickBank o Commission Junction sono alcuni dei programmi di affiliazione e network più famosi e offrono un'ampia gamma di prodotti e servizi da promuovere.

Glossario base del mondo del Business

B2B

Questo termine si riferisce alle transazioni commerciali tra due aziende, anziché quelli tra un'azienda e un consumatore individuale. Ad esempio, un'azienda di produzione potrebbe vendere parti a un'altra azienda per l'assemblaggio del prodotto finale.

B2C

Questo termine si riferisce alle transazioni commerciali tra un'azienda e un consumatore individuale. Ad esempio, quando acquisti un paio di scarpe da un negozio online, partecipi a una transazione B2C

B2A

Il termine B2A si riferisce alle transazioni tra aziende e amministrazioni pubbliche. Questo può includere vari servizi che le aziende forniscono alle amministrazioni pubbliche, come le consulenze, la fornitura di risorse o di infrastrutture.

Business Model

Il business model è il piano di base che una società usa per generare reddito e profitto. Dettaglia come l'azienda crea, consegna e cattura valore economico. Ci sono vari tipi di modelli di business, tra cui:
  • il modello di vendita diretta,
  • il modello di abbonamento,
  • il modello di franchising.
Prendiamo come esempio il modello di business di Netflix. Netflix utilizza un modello di abbonamento, in cui gli utenti pagano una tariffa mensile per accedere a un catalogo illimitato di film e serie TV. Questo modello permette a Netflix di generare un flusso di reddito prevedibile e costante. Quello che potresti fare tu se decidessi di vendere corsi di formazione o una membership in abbonamento, in cui periodicamente eroghi contenuti, per esempio.

Business Plan

Un business plan è un documento dettagliato che descrive tutto quello che serve per definire il modello di business:
  • gli obiettivi di un'azienda,
  • le strategie per raggiungere tali obiettivi,
  • la struttura organizzativa,
  • il piano di marketing,
  • le proiezioni finanziarie.
È una mappa stradale che guida l'azienda nella sua crescita e sviluppo. Questo documento è fondamentale che sia redatto nel migliore dei modi, perché grazie a questo, specialmente le startup, possono ottenere finanziamenti. business plan Supponiamo che tu voglia avviare un'attività di e-commerce specializzata nella vendita di articoli per la casa di design. Ecco come potrebbe apparire il tuo business plan:
  • Descrizione del business: prima di tutto, definisci la natura del tuo business e ciò che lo rende unico. Ad esempio, potresti affermare che il tuo negozio online si concentrerà sulla vendita di articoli per la casa unici, eleganti e di alta qualità che non si trovano nei normali negozi di arredamento.
  • Analisi di mercato e concorrenza: qui analizzerai la dimensione e la struttura del tuo mercato target, così come la concorrenza nel settore. Potresti dover esaminare i trend di mercato, le abitudini di acquisto dei consumatori e le strategie di prezzo e marketing dei tuoi concorrenti.
  • Organizzazione e gestione: questa sezione descrive come intendi gestire il tuo business. Potrebbe includere piani per l'acquisto di prodotti dai fornitori, la gestione delle spedizioni e dei resi, e la gestione del servizio clienti. Inoltre, potresti dover descrivere la tua struttura organizzativa e i ruoli chiave all'interno della tua azienda.
  • Strategia di marketing e vendita: in questa sezione, definisci come intendi attrarre e mantenere i clienti. Potresti dover descrivere il tuo sito web e-commerce, la tua strategia di SEO, i tuoi piani per i social media e l'email marketing, e qualsiasi altra tattica di marketing che intendi utilizzare.
  • Proiezioni finanziarie: infine, dovrai fornire una previsione del tuo reddito e delle tue spese per i primi anni di attività. Questo dovrebbe includere stime di vendite, costi di merci, spese operative, e qualsiasi altra spesa rilevante. L'obiettivo è dimostrare che il tuo business sarà redditizio e che hai un piano solido per raggiungere la redditività.

Business Analyst

Un business analyst è un professionista che utilizza i dati per aiutare le aziende a prendere decisioni informate. Questo può includere l'analisi di dati di vendita, di mercato, o finanziari.

Business Developer

Un business developer è responsabile della crescita e dell'espansione di un'azienda. Questo può includere l'identificazione di nuove opportunità di mercato, l'elaborazione di strategie per sfruttare queste opportunità, e l'attuazione di tali strategie. Ad esempio, un business developer potrebbe lavorare per stabilire relazioni con partner strategici, con l'obiettivo di aumentare la distribuzione dei prodotti dell'azienda. Oppure, potrebbe identificare un nuovo segmento di mercato in cui l'azienda potrebbe espandere la propria presenza.

Iscriviti gratuitamente a Marketers o accedi per utilizzare questa funzione. Riceverai anche 20/80, la nostra newsletter con strategie e notizie di marketing e business.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers