Come creare una pagina aziendale su LinkedIn e renderla efficace

Crea la tua pagina aziendale su LinkedIn e impara ad usare tutti gli strumenti della piattaforma per raggiungere i tuoi obiettivi.

Come creare una pagina aziendale su LinkedIn e renderla efficace

Quick links

Dalla sua nascita nel 2003 a oggi, LinkedIn ha conquistato il primo posto tra le reti professionali di tutto il mondo.

Con oltre 645 milioni di utenti e 30 milioni di aziende, il social network documenta una crescita costante sia in termini di engagement che di ricavi. Propone, inoltre, numerosi aggiornamenti e stare al passo con le novità è sicuramente un’abitudine da acquisire. 

Creare_Pagina_Linkedin_Statistica

Fonte: LinkedIn 

Collegare i professionisti di tutto il mondo per aiutarli a essere più produttivi e a raggiungere i propri obiettivi professionali. 

Eccola qui, la mission di LinkedIn: un focus chiaro e ben definito che ha reso il social network uno strumento essenziale non solo per i professionisti, ma anche per aziende di ogni dimensione e settore. 

Proprio per queste ultime ha sviluppato negli anni strumenti sempre più avanzati in grado di valorizzare la brand awareness, selezionare professionisti e raggiungere nuovi clienti. 

Le potenzialità della piattaforma sono enormi e, pur richiedendo un investimento di tempo e risorse per la gestione, integrare LinkedIn nella strategia di marketing aziendale è certamente una scelta vantaggiosa. 

Quindi vediamo insieme come creare una pagina aziendale e sfruttare gli strumenti che la piattaforma mette a disposizione per rendere la nostra presenza davvero efficace.

Crea la tua pagina aziendale su LinkedIn

La pagina aziendale di LinkedIn è la vetrina dell’azienda, il suo spazio per raccontarsi, fare branding, posizionarsi nel proprio ambito di riferimento sulla piattaforma e, indirettamente, anche sui motori di ricerca.

Sì, perché il social network ha conquistato un ottimo posizionamento sui motori di ricerca e, dunque, se pubblicherai sulla tua pagina contenuti di valore per il tuo settore di riferimento, avrai una maggior probabilità di farti trovare anche attraverso le ricerche su Google.

La prima considerazione da fare è che la pagina aziendale non è un profilo personale! Sia per quanto riguarda la struttura che per gli strumenti che LinkedIn mette a disposizione, la pagina aziendale e il profilo professionale sono molto diversi. Se vuoi qualche consiglio prezioso per realizzare un profilo di successo, puoi consultare la guida completa che abbiamo creato apposta per questo.  

Il layout della pagina è diverso da quello del profilo professionale ed è fondamentale sfruttare ogni sezione per renderla davvero efficace. 

Sei pronto per creare la tua pagina aziendale su LinkedIn?
Cominciamo!

Clicca in alto a destra sulla schermata iniziale della piattaforma dove trovi scritto Prodotti.

Clicca sull’ultima voce del menù Crea una pagina aziendale.

Creare_Pagina_Linkedin_Aziende

Per procedere, devi indicare le dimensioni dell’azienda scegliendo tra:

  • Piccole imprese (<200 dipendenti)
  • Medie e grandi aziende (>200 dipendenti)
  • Pagina Vetrina (questa è un’opzione che approfondiremo più avanti, ma per utilizzarla ti serve una pagina aziendale quindi…andiamo con ordine)
  • Istituto didattico (Scuole o Università).

Procedi, quindi, specificando i dettagli fondamentali dell’azienda:
Creare_Pagina_Linkedin_Crea_pagina_dettagli_azienda

Nel campo Nome è consigliato sfruttare i 100 caratteri disponibili per inserire il nome del brand e non la sua ragione sociale.

Stessa cosa per quanto riguarda l’URL pubblico di LinkedIn che i motori di ricerca e gli utenti utilizzeranno per trovarti e che, quindi, completerai con il nome dell’azienda. Fai molta attenzione al nome che inserirai perché questa è una delle informazioni che non potrai più modificare in seguito.

Procedi, quindi, indicando il link del sito aziendale nel campo campo Sito Web.

I campi successivi fanno riferimento alle caratteristiche dell’azienda: Settore, Dimensioni dell’azienda e Tipo di azienda. Qui sarà sufficiente selezionare per ciascun campo una delle voci disponibili nei menù a tendina.

Infine inserisci i due elementi essenziali che costituiscono l’immagina del brand: il logo (dimensione suggerite 300×300 px) e lo slogan che in 120 battute descriverà l’attività e lo spirito dell’azienda. È bene che il logo non includa il payoff perché, accanto ai tuoi post e all’interno dei profili dei tuoi dipendenti, comparirà con dimensioni molto piccole e un testo risulterebbe illeggibile.

Sulla destra della schermata hai a disposizione l’Anteprima pagina che ti permette di verificare come i visitatori vedranno la scheda superiore della tua pagina LinkedIn.

Conferma le informazioni cliccando sul pulsante in basso Crea pagina e il gioco è fatto!

Ora la pagina della tua azienda è presente sulla piattaforma, ma noi non ci fermiamo qui. 

Puoi, infatti, arricchire la pagina con molti altri dettagli che consentiranno ai tuoi visitatori di conoscere meglio l’azienda, ma non solo. 

Più informazioni fornisci sulla pagina e più parole chiave utilizzi, migliore sarà il posizionamento sulla piattaforma e sui motori di ricerca.

Ma andiamo con ordine e scopriamo come rendere più efficace la presenza della tua azienda su LinkedIn.

Modifiche della pagina

Accedendo alla scheda della tua pagina aziendale, naturalmente nel ruolo di Amministratore, puoi non solo modificare le informazioni inserite, ma anche aggiungerne di nuove. È sufficiente cliccare sulla matita che compare in alto a destra in ciascuna sezione per aprire la schermata Modifica.
Creare_Pagina_Linkedin_Modifica_Info_PaginaVediamo quali dettagli puoi integrare:

  • Pulsanti

In linea con la strategia di business aziendale, puoi aggiungere un pulsante personalizzato che, attraverso la pagina LinkedIn, permetta ai visitatori di compiere una determinata azione. Le call to action tra le quali scegliere sono: Contattaci, Iscriviti, Registrati, Scopri di più e Visita sito web. Una volta selezionata la voce di tuo interesse, completa il campo URL con il link necessario per svolgere l’azione suggerita e il gioco è fatto! Il pulsante comparirà al di sotto del logo e del nome dell’azienda.

Creare_Pagina_Linkedin_Bottone_VisitaSito

  • Panoramica

Nella sezione Panoramica è disponibile il campo Descrizione dove, in un massimo di 2000 caratteri, è consigliabile raccontare mission e vision dell’azienda.

Tra i campi riservati alle informazioni facoltative, trovi il numero di telefono, l’anno di fondazione dell’azienda e i settori di competenza aziendali. 

I settori di competenza sono i prodotti e i servizi che l’azienda offre, ma non solo. Rappresentano delle vere e proprie parole chiave che permetteranno alla tua pagina di posizionarsi all’interno della piattaforma nel tuo ambito di riferimento.

Ecco perché i settori di competenza vanno inseriti con molta cura e sfruttati al meglio!

  • Località

Hai inserito tutti i dettagli relativi alla tua sede aziendale? Verificali e completa tutte le informazioni mancanti. E, se la tua azienda ha più di una sede, questo è il posto giusto per aggiungere gli altri indirizzi.

  • Hashtag

LinkedIn ti dà la possibilità di associare alla pagina fino a un massimo di 3 hashtag: nei feed ad essi collegati, potrai consigliare, commentare e condividere contenuti di valore favorendo la visibilità e la presenza della tua azienda sulla piattaforma. Interessante, no?

  • Gruppi in primo piano

Nella sezione Gruppi in primo piano puoi mettere in risalto i gruppi che segui (massimo 10) e con i quali interagisci. È importante che i gruppi appartengano al tuo settore di riferimento o che siano, sempre e comunque, scelti in un’ottica strategica.

  • Gestisci lingue

Se il tuo business varca i confini nazionali, potrà esserti molto utile aggiungere una lingua a quella italiana e inserire la traduzione dei campi Nome, Slogan e Descrizione.

  • Carica l’immagine di copertina

Completato l’inserimento delle informazioni facoltative, è ora di aggiungere un’immagine di copertina alla tua pagina. Questo è lo spazio giusto per raccontare lo stile del brand, usare la creatività e rendere accattivante la scheda.

È sufficiente cliccare sulla matita in alto a destra nella sezione al di sopra del nome aziendale e del logo per aggiungere un’immagine che rappresenti efficacemente la tua azienda. Le dimensioni consigliate sono 1536×768 px.

Bene, adesso la tua azienda è a tutti gli effetti presente su LinkedIn, le informazioni necessarie e facoltative permetteranno alla pagina di posizionarsi, ai visitatori di scoprirla e conoscerla meglio.

Le Pagine Vetrina

Oltre alla pagina principale, LinkedIn ti offre l’opportunità di mettere in evidenza specifici servizi, prodotti o iniziative della tua azienda creando delle sottopagine dedicate.

Stiamo parlando delle Pagine Vetrina, dei sottodomini veri e propri della tua pagina aziendale.

LinkedIn ti mette a disposizione un massimo di 10 pagine vetrina da utilizzare per valorizzare un ambito specifico del tuo business. Sono uno strumento molto utile se vuoi rivolgerti a un target particolare, ma hanno una vita propria. Questo significa che, pur essendo sottopagine della pagina principale, hanno i loro follower (che non vanno a sommarsi a quelli della pagina principale) e richiedono contenuti dedicati, un piano editoriale vero e proprio. Se credi di non avere gli strumenti e le risorse per gestire altre pagine, la creazione di una o più pagine vetrina potrebbe non fare al caso tuo.

Ora che hai creato il tuo spazio su LinkedIn, è il momento di vivere la piattaforma per rendere efficace la tua presenza, attrarre clienti e raggiungere nuovi professionisti.

Vediamo come fare.

Coinvolgi i dipendenti della tua azienda

Le due cose più importanti non compaiono nel bilancio di un’impresa: la sua reputazione ed i suoi uomini.

Henry Ford 

Le aziende sono fatte di persone e su questo LinkedIn ha fondato la sua storia. 

È, quindi, fondamentale che la tua pagina aziendale non sia solo una scheda autoreferenziale di attività, servizi e successi, ma è importante che raccolga sotto di sé i nomi delle persone che la vivono ogni giorno: i suoi dipendenti e collaboratori.

Ogni collaboratore che inserisce l’azienda all’interno del suo profilo personale su LinkedIn crea un link con la pagina aziendale. Su quest’ultima, al di sotto della copertina, comparirà l’icona del profilo personale di ogni dipendente che ha inserito il collegamento. Quindi sulla tua pagina aziendale potranno arrivare utenti che hanno visitato i profili dei tuoi dipendenti e viceversa. Questo scambio di link interno alla piattaforma ottimizza il posizionamento della tua pagina aziendale e valorizza le relazioni tra brand e collaboratori. 

Trova i tuoi nuovi collaboratori

Una delle funzioni più note di LinkedIn è quella di incrociare domanda e offerta di profili professionali. Per i professionisti è un canale ormai irrinunciabile per trovare nuove opportunità di carriera. Per i recruiter è un bacino ricchissimo di profili e possibili candidati. Per agevolare il lavoro dei selezionatori, LinkedIn propone sempre nuovi strumenti come, ad esempio, i recenti badge “Abilità verificata” che evidenziano le effettive competenze degli utenti appurate attraverso test specifici.

LinkedIn, quindi, è il posto giusto per pubblicare un’offerta di lavoro, ma ricorda che non è possibile farlo gratuitamente.

Vediamo, ora, come inserire un’offerta di lavoro.

Inserire un’offerta di lavoro

Dalla tua pagina aziendale, clicca in alto a destra su Strumenti dell’amministratore e, dall’elenco, seleziona Pubblica un’offerta di lavoro.
La pubblicazione di un’offerta è un’operazione a pagamento e la procedura è analoga a quella per la pubblicazione delle inserzioni che vedremo più avanti.

I campi che devo compilare sono:

  • qualifica che stai cercando
  • località
  • funzioni lavorative e settori dell’azienda (al massimo 3) 
  • tipo di impiego 
  • livello di anzianità del professionista
  • descrizione dell’attività 

Puoi, a questo punto, selezionare delle competenze necessarie che i candidati devono avere per potersi candidare alla tua offerta.

Utilizzando la descrizione dell’attività e le competenze, LinkedIn creerà delle corrispondenze tra i profili presenti sulla piattaforma e le caratteristiche specificate nell’annuncio, suggerendoti una serie di possibili candidati in linea con le tue necessità.

Infine, concludi specificando le modalità di candidatura: puoi scegliere se ricevere la segnalazione dei profili LinkedIn interessati sulla tua mail o se reindirizzare le persone a un sito esterno. 

Sponsorizza la tua offerta di lavoro inserendo un budget totale o giornaliero.

Ricorda sempre che le offerte hanno un costo per clic variabile, influenzato, cioè, da alcuni fattori che mutano costantemente, come, ad esempio, il numero di aziende che stanno pubblicando un annuncio analogo al tuo e rivolto al tuo stesso target. 

Per questo è importante che tu non perda di vista l’andamento della tua offerta tenendo sott’occhio le visualizzazioni e le candidature.

Uno strumento in più: le Pagine Carriera

Oltre alla pubblicazione delle offerte di lavoro, LinkedIn ti dà la possibilità di implementare la tua pagina aziendale con le Pagine Carriera.

Questo strumento aiuta l’azienda ad attrarre nuovi talenti valorizzando la sua cultura aziendale.

Questo è il posto giusto per raccontare i valori del tuo brand attraverso video e foto, ma anche con le storie dei collaboratori, le loro opinioni e testimonianze.

Inoltre i professionisti possono scegliere di seguire le offerte di lavoro che l’azienda pubblica e restare sempre aggiornati sulle opportunità che offre.  

Le Pagine Carriera sono un servizio a pagamento e, in base alle tue necessità e ai servizi offerti dal LinekdIn, puoi scegliere tra i formati Silver, Gold e Platinum.

Prima di scegliere quale servizio acquistare, puoi compilare un form per richiedere di usufruire di un versione demo gratuita.

LinkedIn Sales Navigator: l’asso nella manica per il settore vendite

Un altro potente strumento a pagamento messo a disposizione dalla piattaforma è LinkedIn Sales Navigator. Come suggerisce il nome stesso, stiamo parlando di un tool pensato per i professionisti del settore commerciale delle aziende che permette di utilizzare i propri contatti per favorire l’attività di vendita. LinkedIn Sale Navigator è un servizio in abbonamento e puoi scegliere tra diversi piani in base alle tue necessità.

Ecco come funziona LinkedIn Sales Navigator.

Innanzitutto devi impostare attentamente le tue preferenze definendo le caratteristiche dei contatti che vuoi individuare.

Per farlo, LinekdIn ti dà due alternative: ricerca lead e ricerca di account. Vediamone una alla volta.

Ricerca di lead (professionisti)

Cliccando su questa voce, la piattaforma ti aiuta a trovare i contatti utili alla tua attività di vendita. Per avviare la ricerca, devi selezionare le caratteristiche dei professionisti che ritieni interessanti.

Eccone alcune:

  • territorio
  • studi
  • settore dell’azienda in cui lavorano
  • anzianità professionale
  • funzione aziendale
  • grado di separazione (puoi individuare contatti fino al 3° grado di separazione)
  • keywords (puoi scegliere di restringere la ricerca inserendo il titolo professionale che le persone hanno scritto nel loro profilo LinkedIn. Qui puoi fare una ricerca booleana, quindi inserire più stringhe di parole separate dalle virgolette. Cerchi sia marketing manager che sales manager? Scrivi “marketing manager” or “sales manager”. Se cerchi, invece, professionisti che ricoprano entrambe i ruoli, scrivi “sales manager” and “ marketing manager”)

Ora puoi salvare la tua ricerca.

LinkedIn ti mostrerà i profili con le caratteristiche che hai scelto: potrai chiedere loro la connessione, visualizzarne il profilo o vedere profili simili.

Se i risultati della tua ricerca sono interessanti, nominala con un tag, in questo modo ti basterà cliccare sul tag tutte le volte che vorrai consultarla. 

Per i profili che scegli di salvare, la piattaforma ti consente l’invio di InMail (il numero e la lunghezza di InMail che puoi inviare dipende dal piano tariffario che hai scelto per il tuo abbonamento) e ti dà molti aggiornamenti utili. Verrai, per esempio, avvisato se cambieranno azienda o condivideranno contenuti. Inoltre potrai vedere quali argomenti di interesse avete in comune e quali contatti condividete.  

Come vedi, sono tutti spunti utili per dare inizio a una conversazione e un bravo venditore può trasformarle in opportunità davvero preziose!

Ricerca di account (aziende)

Attraverso questa selezione, raggiungi i contatti utili alla tua attività partendo dalle aziende in cui lavorano.

Vediamo come.

Seleziona le caratteristiche delle aziende di tuo interesse in base ai filtri che ti suggerisce la piattaforma, ad esempio:

  • territorio (i filtri ti propongono paesi e città. Se ti interessano tutte le città di un determinato paese, è consigliato selezionarle tutte e non solo il singolo paese)
  • settore aziendale 
  • fatturato
  • dimensioni dell’azienda in base a numero di dipendenti
  • tecnologie utilizzate

A questo punto LinkedIn Sales Navigator ti propone un elenco di aziende.

Salva la selezione e scegli quelle che più si addicono alle tue necessità. Ora, tra i professionisti che vi collaborano, puoi individuare quelli in linea con il tuo lavoro. In questo modo, partendo dalle aziende, avrai selezionato dei potenziali contatti utili.

Inoltre, in base alle ricerche che hai impostato, LinkedIn Sales Navigator ti suggerirà aziende e professionisti che potrebbero essere utili per la tua attività di vendita. E più dettagli fornirai, migliore sarà la qualità dei suoi suggerimenti!

Come vedi, LinkedIn Sales Navigator può rivelarsi uno strumento molto efficace per l’attività di vendita, ma anche questo va utilizzato in modo strategico per dare una vera spinta allo sviluppo del business. 

Racconta, condividi, partecipa

Se pur verticale sul mondo del lavoro, LinkedIn è un social network e, in quanto tale, affonda le sue radici nelle relazioni tra le persone. Come nella vita di tutti i giorni, anche nel web le relazioni sono fatte di racconti, opinioni e confronti. Ecco perché questi ingredienti non possono mancare nella tua attività sulla piattaforma. 

Creare una pagina aziendale o un profilo professionale e non interagire con altre pagine o profili, equivale a partecipare ad una festa e restare seduti in un angolo, magari anche un po’ nascosti, e guardare gli altri divertirsi.

Per non perdere l’occasione di far fruttare la presenza della tua azienda su LinkedIn, è arrivato il momento di far vivere la pagina. 

Crea un calendario editoriale e prevedi la pubblicazione costante di post e contenuti di valore.

Racconta i traguardi raggiunti, i successi dei collaboratori, le esperienze condivise e la vita quotidiana all’interno dell’azienda. Ricorda, però, di non parlare solo di te. Lo scambio sta alla base di ogni relazione e, per questo, è importante che stimoli il confronto e la condivisione. Per farlo, puoi, per esempio, pubblicare post che raccontino la visione della tua azienda riguardo notizie del tuo settore di riferimento. 

State testando un nuovo tool? Condividi il tuo parere o pubblica il video di un tuo collaboratore che racconta la sua opinione. In un colpo solo avrai stimolato il confronto con i tuoi follower, fornito una valutazione professionale e coinvolto attivamente un dipendente!

Qualsiasi contenuto condividerai, ricorda però sempre che LinkedIn è una piattaforma professionale. Utilizza un tone of voice idoneo e mantieni il focus sulla mission e sulla vision aziendali: saranno il filo conduttore di ogni tuo contenuto. 

Sponsorizza i tuoi contenuti

Tra le soluzioni di marketing che LinkedIn offre alle aziende, un ruolo chiave è quello delle inserzioni

Come su molte altre piattaforme, anche qui è possibile sponsorizzare contenuti raggiungendo un target profilato. 

La sezione dedicata alle inserzioni è molto simile a quella di Facebook e le potenzialità sono elevatissime perché il pubblico a cui ti rivolgerai è qui nelle sue vesti professionali.

Inoltre LinkedIn, considerata la sua natura, ti permette di profilare il pubblico secondo diversi criteri professionali.

Vediamo come impostare una campagna su LinkedIn.

Prima di tutto, scegli il tuo obiettivo. Perché vuoi sponsorizzare il tuo contenuto? 

La piattaforma ti offre 7 alternative, selezionane una:

  • Notorietà del brand
  • Visite sul sito web
  • Interesse 
  • Visualizzazioni Video
  • Generazione di Lead
  • Conversioni sul sito web
  • Candidature

Creare_Pagina_Linkedin_Obiettivo_ADS

Procedi definendo il tuo target.

Specifica la località e, se necessario, escludine altre.

Ti verrà chiesto, quindi, di specificare alcuni attributi dell’audience alla quale ti vuoi rivolgere definendo una o più delle seguenti alternative:

  • Azienda 

Collegamenti di primo grado dei dipendenti che lavorano nella/e azienda/ che selezioni (solo se le aziende in questione superano i 500 dipendenti), Dimensioni delle aziende, Settore delle aziende, Nome/i della/e azienda/e. Infine, se hai associato il tuo annuncio pubblicitario alla tua pagina aziendale, potrai farlo visualizzare ai tuoi follower.  

  • Dati demografici (Sesso ed età)
  • Istruzione (Campi di studio, lauree, scuola o università)
  • Esperienza lavorativa (anni di esperienza, anzianità lavorativa, competenze dell’utente, funzioni lavorative, qualifiche)
  • Interessi (gruppi in cui i membri interagiscono o interessi dedotti dalla piattaforma in base alle azioni che i membri vi compiono all’interno)

Creare_Pagina_Linkedin_Attributi_audience_ADS

 

Dopo aver selezionato uno di questi criteri, potrai sceglierne altri per restringere ulteriormente la tua audience.

Considera che, se selezioni la voce Gruppi dell’utente all’interno degli Interessi, dovrai necessariamente scegliere almeno un altro criterio. Tutte le altre opzioni, invece, possono essere scelte in modo esclusivo.

Potrai, per esempio, decidere di rivolgerti a tutti i professionisti di età inclusa tra i 25 e i 34 anni senza specificare ulteriori caratteristiche dell’audience.

Recentemente, LinkedIn ha introdotto le Lookalike audience che permettono di ampliare il tuo target secondo caratteristiche simili a quelle del tuo target di riferimento.

Ricorda che più la tua audience sarà definita, più la tua campagna sarà efficace e meno il budget verrà inutilmente disperso. Vale, però, anche il contrario: riducendo eccessivamente il tuo campo d’azione, potresti perdere importanti opportunità.

Come sempre accade, in questi casi, il consiglio più prezioso che posso darti è di testare sempre le tue campagne e individuare il target più idoneo a fronte di risultati concreti.

Ora, per definire il posizionamento della tua campagna, devi scegliere se abilitare o meno LinkedIn Audience Network che permette di far comparire la tua inserzione su app e siti di terze parti.

Qualora scegliessi di attivare l’opzione, potrai limitare la diffusione secondo le tue necessità bloccando una determinata categoria di siti e app o caricando un elenco di blocco  (si suggerisce il formato excel) che contenga la lista di app e siti specifici sui quali non vuoi che sia visibile il tuo annuncio.

Creare_Pagina_Linkedin_Posizionamento_ADS

A questo punto definisci il budget e la programmazione della campagna.

Creare_Pagina_Linkedin_budget_ADS

Una volta definiti audience, posizionamento e budget, specifica il formato dell’annuncio scegliendo tra:

  • Testuale
  • Annuncio video
  • Annuncio con una o più immagini
  • Annuncio Spotlight (personalizzato con i dati dei profili, promuove un’offerta su tutti il sito desktop)
  • Annuncio Follower (personalizzato con i dati dei profili, promuove una pagina aziendale su tutto il sito desktop)
  • Annuncio offerta di lavoro
  • Annuncio formato messaggio (verranno recapitati in posta in arrivo)

Creare_Pagina_Linkedin_FormatiAnnunci_ADS

Ora pubblica la tua campagna e lascia che LinkedIn faccia il resto.

Ricorda, però, di non perdere mai d’occhio l’andamento della campagna per poterla scalare, modificare o interrompere qualora fosse necessario.

Analizza i dati

È di fondamentale importanza analizzare i dati con regolarità, sia per quanto riguarda le campagne che per l’andamento complessivo della tua pagina.

LinkedIn fornisce, per questo, una sezione semplice e intuitiva che raccoglie e aggiorna i dati costantemente. 

Per accedervi, clicca sulla voce Analisi proprio al di sopra della copertina della tua pagina aziendale.

Creare_Pagina_Linkedin_Analisi

Dal menù a tendina, scegli tra le voci Visitatori, Aggiornamenti e Follower. Scorriamole una ad una.

Visitatori

Qui sono raccolte tutte le informazioni utili per conoscere i visitatori della tua pagina aziendale. 

  • Informazioni sui visitatori: il numero totale delle visualizzazioni della pagina, dei visitatori unici e dei clic sul pulsante personalizzato ottenuti negli ultimi 30 giorni.
  • Statistiche sui visitatori: in base ad un intervallo di tempo che definirai secondo le tue necessità, la piattaforma ti restituisce le statistiche sulle visualizzazioni o sui visitatori unici (calcolati quotidianamente), della tua pagina aziendale, della sezione Informazioni, della sezione Informazioni dettagliate e delle Persone.
  • Dati demografici dei visitatori: le informazioni sui visitatori della tua pagina aziendale suddivise in job function, località, anzianità, settore e dimensione dell’azienda.

Creare_Pagina_Linkedin_Analisi_Visitatori

Aggiornamenti

In questa sezione puoi vedere tutti i dati riguardanti le interazioni con i tuoi contenuti organici e sponsorizzati.

  • Informazioni sugli aggiornamenti: il numero di reazioni, di commenti e di condivisioni dei tuoi contenuti negli ultimi trenta giorni.
  • Statistiche sugli aggiornamenti: selezionato un intervallo di tempo di riferimento, scopri qui le visualizzazioni uniche, i clic, le reazioni, i commenti, le condivisioni e la percentuale di interazioni social. Le visualizzazioni riguardano aggiornamenti sui quali l’utente ha cliccato o che compaiono almeno al 50% e per almeno 300 ms sul suo schermo. La percentuale di interazioni, invece, viene così calcolata:

(Clic + Volte consigliato + Commenti + Condivisioni + Follower) / Visualizzazioni

  • Aggiornamento sulle interazioni: per ogni singolo aggiornamento, qui puoi scoprire le visualizzazioni, i clic, il CTR, le reazioni, i commenti, le condivisioni, i follower e la percentuale di interesse.

Follower

In quest’ultima voce della sezione Analisi trovi tutte le informazioni utili per conoscere più a fondo i tuoi follower.

In questo modo potrai scegliere se proporre contenuti e informazioni sempre più in linea con le loro caratteristiche o se, per la tua strategia aziendale, sia più efficace cambiare il tiro per coinvolgere nuovi follower con caratteristiche differenti.

  • Dati salienti sui follower: bene in evidenza, in cima alla schermata, trovi il numero dei follower totali della tua pagina aziendale e i nuovi follower conquistati negli ultimi 30 giorni.
  • Dati sui follower: qui puoi scoprire quanti nuovi follower hai acquisito in un intervallo di tempo che scegli tu.
  • Dati demografici dei follower: eccole qui le informazioni utili per conoscere a fondo i tuoi follower! Scopri la località in cui si trovano, la loro funzione aziendale, l’anzianità lavorativa, il settore e la dimensione dell’azienda con cui collaborano.
  • Aziende da monitorare: in questa sezione, LinkedIn ti propone un confronto tra la tua azienda e altre simili mostrandoti il numero di follower totali, i nuovi follower, il numero di aggiornamenti e la percentuale di interesse.

Come hai visto, non mancano i dati da monitorare ed è proprio qui che puoi trovare le informazioni utili per valutare la tua pagina aziendale e scegliere come gestirla per renderla sempre più efficace per la tua strategia di marketing.

Lasciati ispirare dai migliori

Ora hai in mano tutto il necessario per creare il tuo spazio su LinkedIn e sfruttarlo per far crescere il tuo business.

Dall’istante in cui la tua pagina aziendale sarà online, ricorda sempre di:

  • Pubblicare contenuti di valore con costanza
  • Mantenere vive le relazioni interagendo regolarmente
  • Usare un tono di voce professionale 

E sii curioso: le aziende e i professionisti che popolano LinkedIn offrono continuamente spunti e idee interessanti. Per aiutarti nella tua ricerca, LinkedIn pubblica la LinkedIn Top Companies list, un elenco delle 50 aziende che hanno utilizzato il social network in modo particolarmente efficace diventando straordinariamente attrattive per i professionisti. Per selezionare i brand, vengono valutati diversi parametri come l’interesse verso l’azienda, il coinvolgimento con i collaboratori e le ricerche di lavoro. 

Ogni anno viene stilata una lista delle 50 migliori aziende per ciascuno dei seguenti paesi: Stati Uniti, Australia, Cina, Francia, Germania, India, Giappone, Brasile, Messico e Inghilterra. 

Prova, per esempio, a consultare la LinkedIn Top Company List 2019 US .

Scorri le best practices, visita le pagine della concorrenza e raccogli le idee e gli spunti migliori. Poi falli tuoi e adattali alla cultura della tua azienda.
Lasciati ispirare per distinguerti. Sarà il tuo asso nella manica per creare una pagina aziendale davvero straordinaria!