Web editor: percorso replicabile in 3 step per chi vuole fare questo lavoro

Ti piace il mondo della comunicazione? Secondo il Sole 24 Ore, il web editor è uno dei lavori del futuro. Scopri cos'è e come si fa a diventarlo (passo dopo passo).

Il web editor è già uno dei protagonisti della comunicazione online. E lo sarà sempre di più nei prossimi anni.

Hai letto cos’ha scritto il Sole 24 Ore a proposito di questa professione? Dai un’occhiata:

Con la navetta spaziale Space ShipTwo è già stata inaugurata l'epoca dei viaggi turistici nello spazio facendo debuttare tra le professioni del futuro la guida turistica spaziale, in vista della prossima colonia su Marte che si costituirà nel 2033.

Oltre ai visitatori dello spazio, nell'imminente futuro c'è da gestire un'altra comunità cioè virtuale attraverso la cura di siti, forum o blog da parte del manager community, figura sempre più richiesta dalle aziende insieme alla figura del transmedia web editor, content creator e web analyst.

Ogni azienda ha ormai capito quanto è importante avere una reputazione online e come, nella sua costruzione, il content marketing gioca un ruolo fondamentale. Contenuti di bassa qualità, infatti, corrispondono a una scarsa considerazione del brand.

Come si creano quindi contenuti eccezionali? Il processo è lungo, ma una delle figure chiave in questo percorso è proprio il web content editor. Se hai passione per la scrittura e voglia di imparare, ti invito ad ascoltare con attenzione quello che ti sto per dire:

  • Chi è il web editor e cosa fa nel concreto
  • Qual è il miglior percorso per diventare web content editor
  • Cosa devi fare per iniziare subito a costruire la tua carriera.

Sei pronto?

Partiamo.

Cosa fa un web editor, spiegato facile

Il web editor è un ricercatore della perfezione. La sua principale occupazione è proprio curare i dettagli della comunicazione, affinché rispecchi la personalità dei brand con cui collabora.

In sostanza,

  • rivede i testi e li corregge
  • suggerisce temi da affrontare
  • segue il lavoro dei web writers.

L’editor, infatti, dovrebbe essere una figura diversa rispetto al web writer: diciamo che sarebbe colui che si occupa di smussare le imperfezioni dei testi, rendendo lo stile più omogeneo.

In altre parole, non è un articolista né, tantomeno, un copywriter: nonostante la confusione che esiste in Italia sul tema, il copy è tutt’altra disciplina. Il copywriting, se volessimo dare una definizione molto riduttiva, è l'arte di scrivere testi per la pubblicità:

  • slogan
  • sales letter
  • video pubblicitari.

Il confine ti può sembrare labile, ma ti assicuro che immergendoti nel mondo delle parole online capirai che esiste una grossa differenza. Ora, lascia che ti spieghi più nel dettaglio cosa devi saper fare per lavorare da web editor.

Skill da web editor: 4 competenze che non possono mancarti

Il lavoro di web editor, come avrai capito, richiede una formazione abbastanza olistica.

Saper scrivere bene è un requisito fondamentale, eppure non è l’unico. Un bravo editor deve avere strumenti culturali e tecnici vari per leggere e comprendere un mondo, quello online, in continua trasformazione.

Prima di andare ad analizzare il percorso di formazione per un web content editor, è perciò necessario fare un quadro generale di ciò che deve saper fare.

Fai attenzione (e prova ad autovalutare le tue conoscenze):

Empatia.

Partiamo con una di quella che potrebbe essere definita soft skill, ma che è imprescindibile per chiunque sia in contatto con persone (venditori, comunicatori, ecc.).

L’empatia è definita così dalla Treccani:

Capacità di porsi nella situazione di un’altra persona o, più esattamente, di comprendere immediatamente i processi psichici dell’altro.

In altre parole, è l’arte di mettersi nei panni degli altri. Una persona empatica comprende i desideri, le paure e gli ostacoli che si trova ad affrontare chi ha davanti.

Hai sentito (o sentirai) parlare di contenuti di valore. Ecco, un contenuto di valore è un contenuto che parte da un’analisi empatica:

  • Chi è che consumerà questo contenuto?
  • Quali sono le sue necessità? Cosa gli serve sapere?
  • Quali sono invece le sue paure frenanti? Come posso aiutarlo a superarle?

Anche questo articolo che stai leggendo è partito da un’analisi di questo tipo. L’obiettivo è andare a rispondere a tutte le domande della target audience in modo da risolvere il suo problema (in questo caso, sapere chi è un web editor, cosa fa e come si inizia a farlo di lavoro).

Padronanza della lingua italiana.

E grazie, starai pensando. Hai ragione, ma è meno scontato di quanto pensi: padroneggiare l’italiano non significa solo scrivere testi corretti dal punto di vista grammaticale.

Quella è la base, il punto di partenza, ma un bravo content editor deve sapersi adattare a tone of voice diversi. Il tone of voice è, detta facile, lo stile di comunicazione del brand.

C’è chi ha un tone of voice istituzionale, mentre altri ne adottano uno più amichevole. Sono due situazioni agli antipodi: dovrai impiegare due livelli della lingua italiana abbastanza diversi.

Nel primo caso dovrai scrivere in un italiano normato, regolato, con poche eccezioni: quello che useresti parlando con un dirigente, per intenderci. Nel secondo caso, invece, devi saperti immergere nella lingua viva, quella che si parla davvero tutti i giorni.

Non c’è un addestramento specifico, se non:

  • leggere tanto
  • ascoltare tanto
  • scrivere tanto (e farsi leggere).

Competenze tecniche (di base).

Il web content editor ideale deve avere competenze tecniche tali da permettergli di agire in prima persona e collaborare con gli altri collaboratori di un progetto web.

Non deve essere un programmatore, ma dovrebbe conoscere almeno le basi del linguaggio HTML.
Non deve essere un analista, ma dovrebbe saper interpretare gli analytics necessari per ottimizzare la content strategy.

Non deve essere un SEO specialist, ma dovrebbe essere in grado di comprendere la struttura di contenuti ottimizzati per il motore di ricerca.

Se non hai mai seguito corsi su queste tematiche, puoi iniziare leggendo guide online (per esempio, la nostra guida all’ottimizzazione per motori di ricerca oppure questa sull’HTML).

CMS.

I CMS sono i sistemi di gestione della pubblicazione di contenuti sul web. In poche parole, sono i software attraverso i quali si gestiscono blog e siti web, senza particolari necessità di programmazione.

L’esempio più famoso è WordPress: è il CMS che fa girare il 35% dei siti web nel mondo. CNN, Il Fatto Quotidiano, Sony e anche marketers.media usano WordPress per andare online.

Uno dei motivi è che questo CMS è molto semplice da usare, oltre che estremamente personalizzabile attraverso una serie infinita di plugin e temi. Ti consiglio di iniziare a conoscerlo, ti tornerà utile:

https://www.youtube.com/watch?v=L7mgO6Cjah8&list=PLWF1IWoRZ_04MCC7rIXcxV_CRRfr4j5N9

Come si diventa web content editor: percorso replicabile in 3 step

Te lo dico subito, non esiste un percorso standard per diventare web editor.

C’è chi arriva a questo lavoro dopo una laurea in scienze della comunicazione o lettere, altri che invece hanno studiato marketing. Altri ancora, infine, formano le loro skills in maniera autonoma (corsi online, master, libri).

Tuttavia, dopo aver osservato il percorso di diversi web content editor, è possibile individuare dei macro-passaggi comuni a tutti:

Step 1: Formati

Come si studia da web editor? Bella domanda. Voglio che ti sia subito chiaro, tutto parte dalla comprensione della comunicazione (scritta e orale).

Quando parlo di comunicazione apro un enorme pentolone in cui si trovano ingredienti presi da psicologia, letteratura, marketing, scienze umane. Capisci perché prima ti dicevo che hai bisogno di conoscenze olistiche, varie, in campi diversi?

Ecco il motivo per cui non esiste un percorso standard per questo mestiere. Avrai sempre bisogno di un enorme camion di curiosità. Però, prima di tutto, devi metterti in strada. Hai davanti a te 2 opzioni:

1) Formazione universitaria.

Mettiamolo in chiaro: l’università probabilmente non ti permetterà subito di trovare lavoro. Tuttavia ti darà una forma mentis per affrontare il vasto mare di conoscenze che dovrai affrontare.

Se vuoi un consiglio, scegli una facoltà che ti appassioni sul serio: ti darà un background unico, differenziandoti sul mercato. Qualche dritta?

  • Psicologia
  • Marketing
  • Scienze della comunicazione
  • Lettere e filosofia.

2) Formazione da autodidatta.

Se per qualunque motivo non volessi andare all’università, c’è comunque una strada alternativa: studiare da solo ciò che ti serve.

Sarà un lavoro molto più complicato, perché dovrai prima capire cosa ti serve, poi selezionare le giuste fonti, quindi allenare la disciplina per mantenere un buon ritmo di apprendimento.

Potresti fare così:

  • Controlla le offerte di lavoro come web editor: quali sono i compiti da svolgere?
  • Chiediti cosa ti serve sapere e quali competenze devi avere per svolgere quel lavoro.
  • Formati in aree specifiche. Se hai bisogno di conoscenze di marketing, per esempio, concentrati su quello.

Step 2: Sporcati le mani

Lavorare come web editor è l’ultimo scalino di una scala che, partendo con la formazione, deve necessariamente continuare con la creazione di contenuti.

Come puoi rivedere i contenuti degli altri se non sei in grado di confezionare i tuoi? Ecco perché è fondamentale iniziare a sporcarsi le mani. Non conosco altro metodo per dimostrare (e dimostarsi) ciò che si sa fa fare.

La prima cosa che puoi fare, anche mentre stai ancora studiando, è aprire un blog. Decidi un argomento che ti appassiona e inizia a scrivere ciò che sai, applicando concetti, tecniche e strategie che impari man mano.

Prendi quest’attività sul serio: imponiti dei tempi e rispetta le scadenza che ti assegnerai. Solo così potrai portare avanti il blog.

L’effetto parallelo positivo è che così ti andrai a creare un tuo personale portfolio lavorativo. Lo potrai spendere quando sarà il momento.

Qual è questo famoso momento? Quello in cui cercherai per la prima volta lavoro come web writer. Ci sono tante aziende che cercano autori per i loro blog o social media: le occasioni non mancheranno.

In alternativa o, meglio ancora, dopo un po’ di tempo, potresti invece cercare un posto da junior web editor. Così facendo sarai affiancato da una figura senior, che ti guiderà nel tuo percorso fino alla completa maturazione.

Ma, attenzione, non è finita qui.

Step 3: Non smettere d’imparare

Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro.

Scrivi questo proverbio cinese, stampalo e leggilo quando ti senti demotivato. L’essenza della formazione continua è questa: rimanere al passo con la velocità del mondo.

Devi restare sul pezzo. Il web è parte della realtà e, come il mondo fuori dalla finestra, cambia di continuo. Vince chi riesce a stargli dietro: per farlo devi restare aggiornato.

Frequenta corsi (online oppure offline), leggi libri che possano darti una marcia in più, fai networking con altre persone che fanno il tuo stesso lavoro.

Capisci cosa intendo?

Non sentirti arrivato quando avrai ottenuto il tuo posto da web editor. Quello è l’inizio di un percorso che non avrà mai fine.

Conclusione

La nostra chiacchierata, invece, è finita (per ora).

Adesso devi solo fare il primo passo. So che forse ora ti senti confuso, ma voglio raccomandarti un buon modo per sconfiggere il caos: circondarti di persone che fanno ciò che vorresti fare.

I social media ti danno la grande opportunità di raggiungere queste persone ovunque si trovino. Come? Grazie alle community online. Cerca quella che più fa al caso tuo e inizia a costruire relazioni.

Tutto chiaro?

Lascia un commento se hai dubbi, domande o curiosità prima di iniziare il tuo percorso da web editor.

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Articoli correlati

Tutti i post -------->

wam.png

Iscriviti alla nostra community!

marketers-la-community.png

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l’obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

marketers-la-community.png

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.