campagne display google ads

Campagne display: guida alla creazione e al lancio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Utilizzare le campagne display significa mostrare il proprio prodotto alle persone giuste e nel momento giusto.

E questo senza dover creare centinaia di versioni della stessa campagna.

In questi ultimi anni il mondo degli e-commerce e dei servizi online è in rapida crescita.

Sta diventando una vera giungla.

Farti notare dalle persone giuste nel modo e nel momento giusto è quindi diventata una questione seria.

Beh, sempre se vuoi avere successo.

Ecco perchè ho deciso di parlarti delle campagne display di Google Ads.

In questo articolo andiamo quindi a vedere cosa sono le campagne display e perchè sono così importanti.

Ma non solo.

Questa è anche una guida che ti aiuterà passo passo all’impostazione di una di queste campagne display.

Sei pronto?

Andiamo!

 

Cosa sono le Campagne Google su rete Display

Le campagne display sono una categoria di campagne di Google Ads.

Proprio per questo motivo ti consiglio di approfondire leggendo la nostra guida Google Ads.

Lascia che ti spieghi meglio.

Nello specifico le campagne display danno la possibilità ad un inserzionista di utilizzare uno spazio, in molteplici siti internet, per promuovere il suo prodotto o servizio.

E vengono visualizzati sotto forma di banner pubblicitari.

esempio di campagna display di google ads

Un banner può contenere un’immagine, un video, un testo, un logo e molto altro.

Lo scopo del banner pubblicitario è quella di rapire l’attenzione dell’utente che sta navigando.

Ma con quale fine?

Attraverso media o parole accattivanti dovrà invogliare l’utente ad aprire quella pubblicità.

Si differenziano quindi da altre campagne, come ad esempio le campagne search, perché l’utente non cerca attivamente quel prodotto o servizio ma viene sorpreso dall’annuncio pubblicitario mentre sta navigando.

Ti sarà sicuramente capitato.

Un annuncio di campagne display quindi può arrivare prima della conversione, e spesso, prima ancora che il tuo potenziale cliente abbia effettuato una ricerca attiva per acquistare un determinato prodotto o servizio.

O addirittura ancora prima che sapesse dell’esistenza del tuo brand.

Infatti, le campagne display, servono principalmente per aumentare la notorietà del tuo brand e la conversione.

In poche parole dovrai creare una campagna persuasiva per invogliare ad acquistare il tuo prodotto creando, nell’utente che vede il tuo annuncio, un bisogno che potrà colmare solo acquistando il tuo bene o servizio.

Non sarà così difficile vedrai.

Anche perché, gli utenti che vedono i tuoi annunci, sono comunque in target.

Tranquillo, ti spiegherò tutto.

Valore e vantaggi

Uno dei vantaggi principali delle campagne display è sicuramente il grande risparmio di tempo.

È possibile infatti comparire in una vastissima rete di siti internet contemporaneamente impostando una sola campagna.

Potendo colpire un numero di utenti elevato.

Senza considerare che potrai anche caricare diversi tipi di asset come video, testi o immagini e lasciare a Google Ads il compito di ottimizzare la tua campagna.

Ma come fa?

Google ads combinerà i diversi asset del tuo annuncio adattandolo sia agli spazi dei diversi siti e sia sulla base di previsioni del rendimento di un determinato annuncio.

In pratica Google crea un annuncio fatto su misura per quel determinato sito e audience al fine di ottimizzare il suo rendimento.

Sai cosa significa questo?

Che in un determinato sito inserirà la miglior versione possibile del tuo annuncio, con gli asset da te caricati, per ottenere il maggior rendimento possibile.

Credo ti sia chiaro che tutto questo ha un potenziale altissimo.

Per chi sono indicate?

Le campagne display sono particolarmente indicate per chi vuole ampliare la propria audience.

Ma non solo.

La rete display infatti ha l’obiettivo di trovare il pubblico giusto.

Le campagne che andrai a creare sono strategiche e verranno mostrate alle persone giuste nel momento e luogo giusto.

Così facendo potrai:

  • trovare nuovi clienti;
  • coinvolgere i clienti esistenti;
  • aumentare le conversioni

Quante volte infatti ti è capitato di conoscere un nuovo brand proprio grazie a questi annunci? Oppure di vedere ovunque annunci di un prodotto inerente ai tuoi interessi o a ricerche recenti?

Questo però non significa che i tuoi annunci verranno mostrati a chiunque.

Google ads infatti mostrerà questi annunci solo ad un pubblico che è nel tuo target ma che ancora non ti conosce o non ha concluso un acquisto nel tuo store, ad esempio.

Tipologie di Campagne Display

Google Ads mette a disposizione 2 tipi di campagne display:

  1. Intelligente
  2. Standard

Ti anticipo che, in base al tuo budget, potrai utilizzarle anche entrambe contemporaneamente.

Andiamo a vederle nel dettaglio.

Display della campagna Intelligenti (Display intelligente)

Le campagne display intelligenti sono automatiche e si basano sul machine learning.

Questo significa che sono particolarmente adatte se sei ancora poco pratico del mondo Google ads.

(Ma puoi sempre diventare un pro leggendo la nostra guida Google Ads).

Le campagne display intelligenti consentono però di utilizzare solo annunci adattabili e non è possibile quindi differenziarli per utenti o per creatività.

Per questo motivo ti do subito un consiglio.

Se opti per una campagna intelligente accertati quindi di inserire tutti gli asset possibili in modo che Google ads possa ottimizzare al meglio la tua campagna.

Standard di visualizzazione della campagna

La creazione di campagne display standard invece sono assistite ma non automatiche.

Questo significa che certamente permettono un maggior controllo ma sono necessarie conoscenze tecniche.

Anche in questo caso però è possibile utilizzare annunci adattabili per permettere a Google ads di ottimizzare i tuoi banner pubblicitari.

Come creare e impostare campagne per la rete display

Per creare una campagna display dovrai accedere al tuo account Google ads.

dashboard google ads

Se non hai ancora un account potrai crearne uno in qualsiasi momento.

Una volta effettuato l’accesso clicca su nuova campagna.

Impostare targeting e obiettivi di marketing

Il primo passo che dovrai fare sarà quello di impostare gli obiettivi di marketing.

obiettivi della campagna search

Google ads ti permette quindi di scegliere tra tutti questi obiettivi ma, se preferisci creare la tua campagna da zero, puoi cliccare su “crea una campagna senza un obiettivo”.

Se però hai intenzione di creare una campagna display, gli unici che potrai scegliere sono:

  • per creare awareness dovrai raggiungere più pubblico possibile e andrai quindi a scegliere “notorietà del brand e copertura” o “traffico sul sito web”;
  • per influenzare la considerazione dei tuoi prodotti e del tuo brand, incentivando così le tue vendite, scegli “vendite”;
  • per incentivare le azioni degli utenti verso il tuo sito web sceglierai “lead”;

Clicca quindi sull’obiettivo che ritieni migliore per la tua campagna marketing.

A questo punto potrai scegliere la campagna display, cliccando su “display”.

impostare tipo di campagna display

Nel prossimo passaggio dovrai inserire le informazioni del luogo e della lingua nel quale vuoi che vengano mostrati i tuoi annunci.

impostare località e lingua nelle campagne display di google ads

Imposta ora budget e strategie di offerta.

impostare budget e strategie di offerta nella campagna display di google ads

Le strategie di offerta sono il modo in cui dici a Google ads di ottimizzare le offerte per le tue campagne pubblicitarie in base al budget che hai inserito.

Nel caso in cui tu sia alle prime armi segui l’opzione che ti consiglia Google Ads, in base all’obiettivo campagna che hai scelto precedentemente.

Ma, se sei già più esperto, puoi scegliere tu la strategie di offerta che ritieni più vincente per i tuoi obiettivi.

strategia di offerta campagne display in google ads

Ciascuna delle strategie proposte è più o meno adatta a diversi obiettivi della campagna:

  • Strategie di offerta incentrate sulla notorietà: se il tuo obiettivo è la notorietà del brand dovrai dare priorità alle impression.
    Per farlo ti consiglio di optare per l’offerta basata sul costo per mille impressioni (CPM) o “massimizza i click” in cui Google ads ottimizzerà i click verso la tua campagna in base al budget da te inserito.
  • Strategie di offerta incentrate sulla considerazione: se il tuo obiettivo è quello di aumentare la considerazione del tuo prodotto o del tuo brand, soprattutto attraverso video, ti consiglio di utilizzare il costo per visualizzazione > CPV.
  • Strategie di offerta incentrate sulle conversioni: se il tuo obiettivo è aumentare le conversioni ti consiglio di scegliere “massimizza le conversioni” in modo che Google ads possa ottimizzare la campagna facendoti fare più conversioni possibili in base al tuo budget.

Ma puoi optare anche per “ROAS target” , in cui Google ads imposta automaticamente le tue offerte in modo da ottenere il maggior valore di conversione assicurandoti il ritorno sulla spesa pubblicitaria da te impostato.

Un ultima alternativa è quella di scegliere CPA invitando Google ads ad ottenere il maggior numero di conversioni al costo per azione impostato da te.

  • Strategie di offerta incentrate sulle entrate: se il tuo obiettivo è quello di aumentare il traffico del tuo sito web la scelta migliore è concentrarsi sui click > CPC.

Questa ti permette di impostare manualmente il costo per click che Google ads dovrà utilizzare per la tua campagna.

strategie di offerta campagne display di google ads

Ottimo.

Hai impostato il budget e hai definito la strategie di offerta migliore per la tua campagna.

Come si procede?

Ora dovrai creare l’annuncio vero e proprio.

Creare annunci display efficaci

La parte creativa del tuo annuncio è soggettiva e variabile.

Attenzione, non sto parlando di gusto personale.

Varierà in base alla tua brand identity, alla tua audience e al tipo di prodotto che proponi.

Non dimenticarlo mai!

Una buona campagna marketing è sempre fatta su misura per i tuoi potenziali clienti.

  • Annunci display adattabili: consentono di risparmiare molto tempo in quanto sarà Google ads a creare diverse versioni degli annunci, raggiungendo così un pubblico più vasto.

In pratica sarai tu a caricare i diversi asset (video, immagini, loghi, testo, ecc) ma sarà Google ads a generare diverse combinazioni degli stessi.

Questo ti consente di ottimizzare i tuoi annunci perché Google utilizzerà un modello di machine learning per proporre la combinazione migliore di asset per quella persona, in quel posto e in quel momento.

Come se questo non bastasse, potrai anche caricare più materiale nei diversi asset.

In pratica potrai inserire, all’interno di ogni asset, più asset di diverse dimensioni (ad esempio) potendo arrivare così a più siti web e quindi a molti più utenti.

annuncio display adattabile google ads

  • Annunci caricati: scegliendo questa opzione potrai caricare annunci creati al di fuori di Google ads, ad esempio da Google Web Designer.

Questa scelta ti permette sicuramente un controllo maggiore sulla creatività delle tue campagne, trattandosi di annunci estremamente personalizzati.

Attenzione però a caricare annunci in diversi formati e in diversi asset in modo che Google ads possa ottimizzare al meglio la tua campagna display.

Conclusione

In questa guida ho voluto spiegarti a cosa servono le campagne display di Google ads.

E anche quanto sono potenti!

Dato che sono mostrate all’improvviso ad un utente, senza che abbia effettuato nessun tipo di ricerca.

Al contrario delle campagne search, in cui è l’utente che cerca attivamente determinate parole chiave.

Ti ho guidato passo passo nella creazione e nell’impostazione di una campagna display.

Cercando di darti i migliori consigli per renderla davvero efficace.

E abbiamo anche visto come scegliere la miglior strategia di offerta in base al tuo obiettivo di marketing.

Ma come sempre…

Ti consiglio di testare più combinazioni, analizzando e valutando, la migliore per il tuo business.

Ma prima di lasciarti vorrei darti gli ultimi consigli:

  1. iscriviti a marketers per rimanere sempre aggiornato sul mondo del marketing digitale ricevendo le nostre mail 20/80;
  2. accedi alla nostra community per farti contaminare;
  3. acquista Google start per creare da zero le tue campagne pubblicitarie portando a casa grandi risultati.

A presto!

Vota adesso post
Marketers Community
Iscriviti a: Google Advanced

La Community Google Ads più grande d’Italia

Vota adesso post

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
wam.png

Iscriviti alla nostra community!

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l'obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.

-3 settimane al connect

Il conto alla rovescia continua: manca poco, sempre meno.

Connect è il Retreat Digitale targato Marketers durante il quale imparerai a vedere ciò che gli altri non vedono per fare ciò che gli altri non fanno.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers