20/80 1
20/80 2

20/80

Accedi al meglio del marketing in soli 5 minuti di lettura

Ogni sabato, alle 10:00, gratis. 20/80 è l’unica mail che ti fa restare al passo col mercato digitale in 5 minuti, senza rincorrere informazioni e contenuti.

Cosa c'è dentro 20/80?

Pillole di crescita personale e professionale

Consigli, tecniche e idee per vivere una vita che meriti di essere vissuta, raggiungendo i tuoi obiettivi.

Il database strategico per i marketers.

Strumenti teorici e pratici, concentrati in un solo posto, per fare strada nel mercato digitale.

Storie di vita vera.

Impara dai case studies e dai racconti di persone simili a te, che hanno seguito percorsi non convenzionali, affrontato le tue stesse difficoltà e spesso raggiunto risultati straordinari.

Contenuti esclusivi (a sorpresa)

Ci piace andare fuori dal copione: di tanto in tanto, dentro la mail, troverai dei contenuti a sorpresa. Quali? Beh, ti lasciamo la curiosità di scoprirli mese per mese.

Pillole di crescita personale e professionale

Consigli, tecniche e idee per vivere una vita che meriti di essere vissuta, raggiungendo i tuoi obiettivi.

Il database strategico per i marketers.

Strumenti teorici e pratici, concentrati in un solo posto, per fare strada nel mercato digitale.

Storie di vita vera.

Impara dai case studies e dai racconti di persone simili a te, che hanno seguito percorsi non convenzionali, affrontato le tue stesse difficoltà e spesso raggiunto risultati straordinari.

Contenuti esclusivi (a sorpresa)

Ci piace andare fuori dal copione: di tanto in tanto, dentro la mail, troverai dei contenuti a sorpresa. Quali? Beh, ti lasciamo la curiosità di scoprirli mese per mese.

Tutto ciò che conta, e che ti fa fare la differenza, in soli 5 minuti.

Abbiamo più informazioni, ma siamo meno informati.

Questo è il paradosso dell’era digitale.

Siamo inondati da articoli, libri, ebook, corsi, video, post, ads. Ogni giorno abbiamo accesso a tutto il sapere possibile e immaginabile.

Gestire questa sovrabbondanza di contenuti è perciò uno dei compiti più complessi per gli esseri umani del XXI secolo.

Capita sempre più spesso di trovarci disorientati, incapaci di distinguere il vero dal falso, il giusto dallo sbagliato, ciò che è importante dal rumore.

Questo è un grande problema per imprenditori, creators, professionisti del marketing o aspiranti tali.

Il mondo digitale viaggia alla velocità della luce. Ciò che era vero ieri non lo è più oggi e tantomeno lo sarà domani.

Ecco perché avere accesso alle giuste informazioni è un fattore critico di successo.

Per questo motivo abbiamo costruito 20/80.

In 20/80 trovi solo ciò che conta, nell’ordine giusto per trasformare l’informazione in conoscenza e la conoscenza in risultati concreti:

Capirci qualcosa in più sul marketing

Accelerare la crescita del tuo business

Lanciare il tuo nuovo progetto personale.

Come dice il nome stesso, ti diamo quel 20% di input che ti farà ottenere l’80% degli output. Tutto il resto è rumore e resta fuori.

20/80 3

Come dice il nome stesso, ti diamo quel 20% di input che ti farà ottenere l’80% degli output. Tutto il resto è rumore e resta fuori.

20/80 4

Vuoi uno spoiler?

20/80 5
20/80 6

La scorsa settimana abbiamo creato Social Media Marketers.

Dentro ci sono già quasi 50.000 Marketers che hanno capito l’importanza delle piattaforme social per fare marketing. Se non sei già tra loro, puoi iscriverti qui.

Ma le sorprese non sono finite. A proposito di social, Instagram negli ultimi anni è cambiato profondamente.

E nonostante la crescita di nuovi social, come TikTok, e la nascita di altri (qualcuno ha detto per caso Clubhouse?), Instagram continua a essere tra i più efficaci per farsi conoscere – e non solo.

Ecco perché è arrivato il momento di capire come sono cambiate le carte in tavola. Ma ci torniamo dopo.

Ecco cosa vedremo nei prossimi 5 minuti:

  • Cos’è clubhouse, come negoziare in ogni situazione e perché studiare con gli altri bgers
  • I 3 modelli di comportamento di Warren Buffett da applicare
  • Come arrivare primi su YouTube: 5 tricks che funzionano
  • Strategia Facebook Ads per ristoranti e attività locali
  • Sequenze email per e-commerce: le 3 fondamentali per convertire un utente in cliente
  • Tra 10 anni il futuro sarà Mirrorworld, ma le basi ci sono già
  • Instagram: da 0 a 10.000+ follower in 5 mesi

Partiamo subito.

 

Dalla Community Privata

➤ L’abc di Clubhouse

È sulla bocca (e nelle storie Instagram) di tutti. Ma cos’è Clubhouse, la nuova piattaforma social che sta tenendo incollati allo smartphone 2 milioni di utenti e gran parte della Marketers Family.

20/80 7

 

 

 

 

 

 

 

Ilaria Gonzales ha scritto un post breve con tutte le informazioni che ti servono per capire:

  • cos’è
  • come funziona
  • perché usarlo

Sì, tra i commenti – oltre a un confronto – si è creato anche uno scambio di inviti.

Accaparrati il tuo

➤ Impara a negoziare

Per anni ha pattugliato le strade di Kansas City dove ha incontrato criminali di ogni tipo.

20/80 8

Lui è Chriss Voss, ed è così che ha imparato a negoziare sul campo.

Le tecniche di persuasione dell’ex negoziatore capo dell’FBI sono studiate nelle facoltà di economia, ma anche da:

  • imprenditori
  • professionisti
  • genitori che non sanno come gestire i figli

Come lui stesso dichiara, “tutto nella vita è una negoziazione”. E non è una questione di persuasione o manipolazione ma di ottima collaborazione.

Il nostro project manager Mattia ha letto il suo libro e ne ha tratto diverse lezioni, da applicare nel lavoro e nella vita privata.

Vedi se fa per te

➤ Il bias della consistenza

Giulia il bias della consistenza (una lezione del modulo 3) ha ricordato il principio di coerenza di Robert Cialdini:

Sia per le azioni che per i pensieri, abbiamo bisogno di sentirci coerenti con noi stessi ma soprattutto di sentirci coerenti anche con gli altri

In questo post ha inserito un semplice tip che lei stessa ha applicato più volte.

Applicare (non solo nel lavoro ma anche nella vita) ciò che impari è un ottimo modo per non dimenticarlo.

Se sei in Business Genetics c’è un’intera sezione della community dove trovi i moduli con le lezioni: usala per confrontarti con gli altri bgers.

Studia in compagnia

Ah, e se hai qualche domanda per Dario, ricordati che puoi sempre farla qui.

Ma continuiamo.

 

Una decisione cambia tutto

1 – Impara dai tuoi mentori

Nel suo nuovo video Dario ha approfondito alcune lezioni dal più grande investitore al mondo, Warren Buffett.

20/80 9

Ecco i 3 modelli di comportamento da applicare:

  • Impara a parlare in pubblico
    Passiamo la nostra vita a comunicare: se migliori questa singola skill, migliori in tutte le aree della tua vita.
  • Responsabilizza chi lavora con te
    È importante che i tuoi manager e collaboratori siano responsabili e interessati all’andamento della tua azienda. Poi farlo in diversi modi, ad esempio cedendo quote dell’azienda o con benefit e bonus.
  • Guarda oltre il breve periodo
    Si chiama second order thinking: non limitarti a immaginare gli effetti delle tue scelte solo nel breve periodo ma poni lo sguardo oltre per capire che influenza avranno sulla tua vita.

Prima di lasciarti al video, qualcosa che puoi applicare subito: ogni scelta che prendi – come quella di leggere un articolo, guardare un video o comprare un corso – può cambiare gli eventi della tua vita.

Guarda il video di Dario (8 minuti)

 

Database strategico

2 – Lo youtuber analitico

Come sai, ogni piattaforma ha le sue regole, e questo vale anche per YouTube.

Per ottenere buoni risultati è fondamentale studiare gli analytics, cioè i dati.

Botto ha messo insieme 5 tricks per posizionarsi primi nelle ricerche:

  • I metadati non sono opzionali
    Per scegliere titolo, descrizione e tag, parti facendo delle ricerche. Poi, inserisci la keyword principale sia nel titolo che nella descrizione.
  • Più tempo il video viene guardato, meglio è
    Uno dei dati più rilevanti per YouTube è il watch time: più è alto, più il video risulta interessante agli occhi della piattaforma.
  • Inserisci un hook
    Gli hook sono gli agganci con cui catturi l’interesse degli utenti. Eccone uno: dì subito di cosa parlerai nel video, ma soprattutto cosa otterrà chi lo guarda.
  • CTR
    Il CTR (click through rate) è un po’ il prezzemolo del marketing. È ovunque e non è un caso. Ti dice quante volte gli utenti hanno cliccato sul tuo video rispetto al totale delle volte in cui è comparsa loro l’anteprima. Si migliora lavorando su titolo e copertina.
  • YouTube ti ascolta, tu parlagli
    Non ne abbiamo la certezza, ma YouTube sembra essere in grado di capire cosa diciamo nei video. D’altra parte, come si generano i sottotitoli automatici? Nel dubbio, ripeti la keyword anche all’interno del video.

20/80 10

Nel video trovi anche una guida scaricabile (e uno spoiler).

Vai al video di Botto

3  – Iniziare su YouTube sarà più facile

A proposito di Youtube, ecco qualcosa che dovresti sapere se nel 2021 vuoi approdare – e conquistarti il tuo spazio – sulla piattaforma.

Secondo quanto riporta Social Media Today, quest’anno YouTube punterà molto sui video Shorts che, come dice il termine, sono video brevi:

  • massimo 60 secondi
  • formato verticale
  • appaiono nel feed

Per ora questa funzionalità è in beta-test in India, ma presto si potrà comunque provare anche in altri Paesi.

4 – 217€ in ads, 1.050€ incassati (con le Facebook Ads)

Luca Bonfante ha proposto il suo case-study su Facebook Advanced con le strategie applicate a un ristorante-pizzeria, facilmente replicabili:

20/80 11

Nel post trovi anche suggerimenti per la creatività delle inserzioni e su come impostare il pubblico per le attività locali. Ah, e fai attenzione alla frequenza, diversa per la fase TOFU e quella MOFU/BOFU.

Approfondisci qui

5 – Trasforma un lead in cliente (la prima volta)

Omar questa settimana nella sua Morning Live ha trattato un tema fondamentale per chi si occupa di e-commerce, sia di prodotti fisici che digitali.

Come si trasforma un lead in un cliente?

Alcuni punti da tenere a mente:

  • con il primo acquisto potresti non andare in profitto
  • crea un sistema di acquisizione basato sulle sequenze email

Le automazioni fondamentali sono 3:

  1. Educational – sono le Soap Opera Sequence, danno il benvenuto e permettono al lead di conoscere il brand e di educarlo
  2. Offer – è il momento in cui fai l’offerta, comunichi il valore e mostri una riprova sociale. Qui avviene il passaggio da lead a cliente
  3. Side offer – sono le offerte laterali che permettono di aumentare le marginalità

Se vuoi saperne di più, guarda tutta la lezione (dura 50 minuti).

Guarda il replay

 

6 – Mirrorworld: tra 10 anni o già adesso?

Continuiamo le riflessioni sul futuro dei social e della tecnologia.

Questa volta il nostro Renny ha approfondito un articolo del 2019 in cui Kevin Kelly, co-fondatore di Wired, scriveva:

“Adesso ci troviamo agli albori della terza piattaforma, che digitalizzerà il resto del mondo. Su questa piattaforma, tutti i luoghi e le cose saranno leggibili dalla macchina e assoggettati al potere degli algoritmi.”

Questa piattaforma è Mirrorworld. In sostanza, saremo in un mondo dove ogni elemento del mondo reale avrà un corrispettivo nella realtà aumentata, e queste due dimensioni saranno integrate.

20/80 12

Non è un futuro così lontano: infatti c’è una piattaforma che, zitta zitta, ha continuato a investire su filtri di realtà aumentata, tecnologia scan e local lenses.

Ha un pubblico molto ampio: negli USA è usato dal 75% delle persone tra i 13 e i 34 anni.

Scopri chi sta costruendo Mirrorworld

 

Vita da Marketers

7 – Da zero a 10.000+ follower in 5 mesi

Probabilmente conosci Marta e Giulia: Humans of Marketers e collaboratrici Marketers, a settembre hanno creato Malìa Vibes, un profilo Instagram dove raccontano il loro amore per Palermo.

20/80 13

Grazie alla loro visibilità, hanno da poco terminato un ciclo dirette Instagram in collaborazione con Le Vie dei Tesori, facendo vivere i luoghi della cultura, anche poco conosciuti di Palermo, anche ora che sono chiusi.

Tutto questo grazie alle potenzialità di una piattaforma come Instagram. 

Beh, che Instagram sia un mezzo estremamente versatile e potente lo avevamo intuito già nel 2015.

Solo che, come ti abbiamo anticipato, ora bisogna giocare in modo diverso…

E qui ci fermiamo.

Non possiamo dirti di più per ora, ma tu tieni occhi e orecchie ben aperte la prossima settimana.

Nel frattempo, goditi il weekend.

Un abbraccio,
la Marketers Family

P.S. Grazie per i vostri feedback sotto questo post. Wearemarketers, Facebook Advanced e Social Media Marketers sono i luoghi dove possiamo confrontarci, supportarci e contaminarci a vicenda. Non avere paura a uscire allo scoperto.

La scorsa settimana abbiamo creato Social Media Marketers.

Dentro ci sono già quasi 50.000 Marketers che hanno capito l’importanza delle piattaforme social per fare marketing. Se non sei già tra loro, puoi iscriverti qui.

Ma le sorprese non sono finite. A proposito di social, Instagram negli ultimi anni è cambiato profondamente.

E nonostante la crescita di nuovi social, come TikTok, e la nascita di altri (qualcuno ha detto per caso Clubhouse?), Instagram continua a essere tra i più efficaci per farsi conoscere – e non solo.

Ecco perché è arrivato il momento di capire come sono cambiate le carte in tavola. Ma ci torniamo dopo.

Ecco cosa vedremo nei prossimi 5 minuti:

  • Cos’è clubhouse, come negoziare in ogni situazione e perché studiare con gli altri bgers
  • I 3 modelli di comportamento di Warren Buffett da applicare
  • Come arrivare primi su YouTube: 5 tricks che funzionano
  • Strategia Facebook Ads per ristoranti e attività locali
  • Sequenze email per e-commerce: le 3 fondamentali per convertire un utente in cliente
  • Tra 10 anni il futuro sarà Mirrorworld, ma le basi ci sono già
  • Instagram: da 0 a 10.000+ follower in 5 mesi

Partiamo subito.

Dalla Community Privata

➤ L’abc di Clubhouse

È sulla bocca (e nelle storie Instagram) di tutti. Ma cos’è Clubhouse, la nuova piattaforma social che sta tenendo incollati allo smartphone 2 milioni di utenti e gran parte della Marketers Family.

20/80 7

 

Ilaria Gonzales ha scritto un post breve con tutte le informazioni che ti servono per capire:

  • cos’è
  • come funziona
  • perché usarlo

Sì, tra i commenti – oltre a un confronto – si è creato anche uno scambio di inviti.

Accaparrati il tuo

➤ Impara a negoziare

Per anni ha pattugliato le strade di Kansas City dove ha incontrato criminali di ogni tipo.

20/80 8

Lui è Chriss Voss, ed è così che ha imparato a negoziare sul campo.

Le tecniche di persuasione dell’ex negoziatore capo dell’FBI sono studiate nelle facoltà di economia, ma anche da:

  • imprenditori
  • professionisti
  • genitori che non sanno come gestire i figli

Come lui stesso dichiara, “tutto nella vita è una negoziazione”. E non è una questione di persuasione o manipolazione ma di ottima collaborazione.

Il nostro project manager Mattia ha letto il suo libro e ne ha tratto diverse lezioni, da applicare nel lavoro e nella vita privata.

Vedi se fa per te

➤ Il bias della consistenza

Giulia il bias della consistenza (una lezione del modulo 3) ha ricordato il principio di coerenza di Robert Cialdini:

Sia per le azioni che per i pensieri, abbiamo bisogno di sentirci coerenti con noi stessi ma soprattutto di sentirci coerenti anche con gli altri

In questo post ha inserito un semplice tip che lei stessa ha applicato più volte.

Applicare (non solo nel lavoro ma anche nella vita) ciò che impari è un ottimo modo per non dimenticarlo.

Se sei in Business Genetics c’è un’intera sezione della community dove trovi i moduli con le lezioni: usala per confrontarti con gli altri bgers.

Studia in compagnia

Ah, e se hai qualche domanda per Dario, ricordati che puoi sempre farla qui.

Ma continuiamo.

Una decisione cambia tutto

1 – Impara dai tuoi mentori

Nel suo nuovo video Dario ha approfondito alcune lezioni dal più grande investitore al mondo, Warren Buffett.

20/80 9

Ecco i 3 modelli di comportamento da applicare:

  • Impara a parlare in pubblico
    Passiamo la nostra vita a comunicare: se migliori questa singola skill, migliori in tutte le aree della tua vita.
  • Responsabilizza chi lavora con te
    È importante che i tuoi manager e collaboratori siano responsabili e interessati all’andamento della tua azienda. Poi farlo in diversi modi, ad esempio cedendo quote dell’azienda o con benefit e bonus.
  • Guarda oltre il breve periodo
    Si chiama second order thinking: non limitarti a immaginare gli effetti delle tue scelte solo nel breve periodo ma poni lo sguardo oltre per capire che influenza avranno sulla tua vita.

Prima di lasciarti al video, qualcosa che puoi applicare subito: ogni scelta che prendi – come quella di leggere un articolo, guardare un video o comprare un corso – può cambiare gli eventi della tua vita.

Guarda il video di Dario (8 minuti)

Database strategico

2 – Lo youtuber analitico

Come sai, ogni piattaforma ha le sue regole, e questo vale anche per YouTube.

Per ottenere buoni risultati è fondamentale studiare gli analytics, cioè i dati.

Botto ha messo insieme 5 tricks per posizionarsi primi nelle ricerche:

  • I metadati non sono opzionali
    Per scegliere titolo, descrizione e tag, parti facendo delle ricerche. Poi, inserisci la keyword principale sia nel titolo che nella descrizione.
  • Più tempo il video viene guardato, meglio è
    Uno dei dati più rilevanti per YouTube è il watch time: più è alto, più il video risulta interessante agli occhi della piattaforma.
  • Inserisci un hook
    Gli hook sono gli agganci con cui catturi l’interesse degli utenti. Eccone uno: dì subito di cosa parlerai nel video, ma soprattutto cosa otterrà chi lo guarda.
  • CTR
    Il CTR (click through rate) è un po’ il prezzemolo del marketing. È ovunque e non è un caso. Ti dice quante volte gli utenti hanno cliccato sul tuo video rispetto al totale delle volte in cui è comparsa loro l’anteprima. Si migliora lavorando su titolo e copertina.
  • YouTube ti ascolta, tu parlagli
    Non ne abbiamo la certezza, ma YouTube sembra essere in grado di capire cosa diciamo nei video. D’altra parte, come si generano i sottotitoli automatici? Nel dubbio, ripeti la keyword anche all’interno del video.

20/80 10

Nel video trovi anche una guida scaricabile (e uno spoiler).

Vai al video di Botto

3  – Iniziare su YouTube sarà più facile

A proposito di Youtube, ecco qualcosa che dovresti sapere se nel 2021 vuoi approdare – e conquistarti il tuo spazio – sulla piattaforma.

Secondo quanto riporta Social Media Today, quest’anno YouTube punterà molto sui video Shorts che, come dice il termine, sono video brevi:

  • massimo 60 secondi
  • formato verticale
  • appaiono nel feed

Per ora questa funzionalità è in beta-test in India, ma presto si potrà comunque provare anche in altri Paesi.

4 – 217€ in ads, 1.050€ incassati (con le Facebook Ads)

Luca Bonfante ha proposto il suo case-study su Facebook Advanced con le strategie applicate a un ristorante-pizzeria, facilmente replicabili:

20/80 11

Nel post trovi anche suggerimenti per la creatività delle inserzioni e su come impostare il pubblico per le attività locali. Ah, e fai attenzione alla frequenza, diversa per la fase TOFU e quella MOFU/BOFU.

Approfondisci qui

5 – Trasforma un lead in cliente (la prima volta)

Omar questa settimana nella sua Morning Live ha trattato un tema fondamentale per chi si occupa di e-commerce, sia di prodotti fisici che digitali.

Come si trasforma un lead in un cliente?

Alcuni punti da tenere a mente:

  • con il primo acquisto potresti non andare in profitto
  • crea un sistema di acquisizione basato sulle sequenze email

Le automazioni fondamentali sono 3:

  1. Educational – sono le Soap Opera Sequence, danno il benvenuto e permettono al lead di conoscere il brand e di educarlo
  2. Offer – è il momento in cui fai l’offerta, comunichi il valore e mostri una riprova sociale. Qui avviene il passaggio da lead a cliente
  3. Side offer – sono le offerte laterali che permettono di aumentare le marginalità

Se vuoi saperne di più, guarda tutta la lezione (dura 50 minuti).

Guarda il replay

 

6 – Mirrorworld: tra 10 anni o già adesso?

Continuiamo le riflessioni sul futuro dei social e della tecnologia.

Questa volta il nostro Renny ha approfondito un articolo del 2019 in cui Kevin Kelly, co-fondatore di Wired, scriveva:

“Adesso ci troviamo agli albori della terza piattaforma, che digitalizzerà il resto del mondo. Su questa piattaforma, tutti i luoghi e le cose saranno leggibili dalla macchina e assoggettati al potere degli algoritmi.”

Questa piattaforma è Mirrorworld. In sostanza, saremo in un mondo dove ogni elemento del mondo reale avrà un corrispettivo nella realtà aumentata, e queste due dimensioni saranno integrate.

20/80 12

Non è un futuro così lontano: infatti c’è una piattaforma che, zitta zitta, ha continuato a investire su filtri di realtà aumentata, tecnologia scan e local lenses.

Ha un pubblico molto ampio: negli USA è usato dal 75% delle persone tra i 13 e i 34 anni.

Scopri chi sta costruendo Mirrorworld

Vita da Marketers

7 – Da zero a 10.000+ follower in 5 mesi

Probabilmente conosci Marta e Giulia: Humans of Marketers e collaboratrici Marketers, a settembre hanno creato Malìa Vibes, un profilo Instagram dove raccontano il loro amore per Palermo.

20/80 13

Grazie alla loro visibilità, hanno da poco terminato un ciclo dirette Instagram in collaborazione con Le Vie dei Tesori, facendo vivere i luoghi della cultura, anche poco conosciuti di Palermo, anche ora che sono chiusi.

Tutto questo grazie alle potenzialità di una piattaforma come Instagram. 

Beh, che Instagram sia un mezzo estremamente versatile e potente lo avevamo intuito già nel 2015.

Solo che, come ti abbiamo anticipato, ora bisogna giocare in modo diverso…

E qui ci fermiamo.

Non possiamo dirti di più per ora, ma tu tieni occhi e orecchie ben aperte la prossima settimana.

Nel frattempo, goditi il weekend.

Un abbraccio,
la Marketers Family

P.S. Grazie per i vostri feedback sotto questo post. Wearemarketers, Facebook Advanced e Social Media Marketers sono i luoghi dove possiamo confrontarci, supportarci e contaminarci a vicenda. Non avere paura a uscire allo scoperto.

La scorsa settimana abbiamo creato Social Media Marketers.

Dentro ci sono già quasi 50.000 Marketers che hanno capito l’importanza delle piattaforme social per fare marketing. Se non sei già tra loro, puoi iscriverti qui.

Ma le sorprese non sono finite. A proposito di social, Instagram negli ultimi anni è cambiato profondamente.

E nonostante la crescita di nuovi social, come TikTok, e la nascita di altri (qualcuno ha detto per caso Clubhouse?), Instagram continua a essere tra i più efficaci per farsi conoscere – e non solo.

Ecco perché è arrivato il momento di capire come sono cambiate le carte in tavola. Ma ci torniamo dopo.

Ecco cosa vedremo nei prossimi 5 minuti:

  • Cos’è clubhouse, come negoziare in ogni situazione e perché studiare con gli altri bgers
  • I 3 modelli di comportamento di Warren Buffett da applicare
  • Come arrivare primi su YouTube: 5 tricks che funzionano
  • Strategia Facebook Ads per ristoranti e attività locali
  • Sequenze email per e-commerce: le 3 fondamentali per convertire un utente in cliente
  • Tra 10 anni il futuro sarà Mirrorworld, ma le basi ci sono già
  • Instagram: da 0 a 10.000+ follower in 5 mesi

Partiamo subito.

 

Dalla Community Privata

➤ L’abc di Clubhouse

È sulla bocca (e nelle storie Instagram) di tutti. Ma cos’è Clubhouse, la nuova piattaforma social che sta tenendo incollati allo smartphone 2 milioni di utenti e gran parte della Marketers Family.

20/80 7

 

 

 

 

 

 

 

Ilaria Gonzales ha scritto un post breve con tutte le informazioni che ti servono per capire:

  • cos’è
  • come funziona
  • perché usarlo

Sì, tra i commenti – oltre a un confronto – si è creato anche uno scambio di inviti.

Accaparrati il tuo

➤ Impara a negoziare

Per anni ha pattugliato le strade di Kansas City dove ha incontrato criminali di ogni tipo.

20/80 8

Lui è Chriss Voss, ed è così che ha imparato a negoziare sul campo.

Le tecniche di persuasione dell’ex negoziatore capo dell’FBI sono studiate nelle facoltà di economia, ma anche da:

  • imprenditori
  • professionisti
  • genitori che non sanno come gestire i figli

Come lui stesso dichiara, “tutto nella vita è una negoziazione”. E non è una questione di persuasione o manipolazione ma di ottima collaborazione.

Il nostro project manager Mattia ha letto il suo libro e ne ha tratto diverse lezioni, da applicare nel lavoro e nella vita privata.

Vedi se fa per te

➤ Il bias della consistenza

Giulia il bias della consistenza (una lezione del modulo 3) ha ricordato il principio di coerenza di Robert Cialdini:

Sia per le azioni che per i pensieri, abbiamo bisogno di sentirci coerenti con noi stessi ma soprattutto di sentirci coerenti anche con gli altri

In questo post ha inserito un semplice tip che lei stessa ha applicato più volte.

Applicare (non solo nel lavoro ma anche nella vita) ciò che impari è un ottimo modo per non dimenticarlo.

Se sei in Business Genetics c’è un’intera sezione della community dove trovi i moduli con le lezioni: usala per confrontarti con gli altri bgers.

Studia in compagnia

Ah, e se hai qualche domanda per Dario, ricordati che puoi sempre farla qui.

Ma continuiamo.

 

Una decisione cambia tutto

1 – Impara dai tuoi mentori

Nel suo nuovo video Dario ha approfondito alcune lezioni dal più grande investitore al mondo, Warren Buffett.

20/80 9

Ecco i 3 modelli di comportamento da applicare:

  • Impara a parlare in pubblico
    Passiamo la nostra vita a comunicare: se migliori questa singola skill, migliori in tutte le aree della tua vita.
  • Responsabilizza chi lavora con te
    È importante che i tuoi manager e collaboratori siano responsabili e interessati all’andamento della tua azienda. Poi farlo in diversi modi, ad esempio cedendo quote dell’azienda o con benefit e bonus.
  • Guarda oltre il breve periodo
    Si chiama second order thinking: non limitarti a immaginare gli effetti delle tue scelte solo nel breve periodo ma poni lo sguardo oltre per capire che influenza avranno sulla tua vita.

Prima di lasciarti al video, qualcosa che puoi applicare subito: ogni scelta che prendi – come quella di leggere un articolo, guardare un video o comprare un corso – può cambiare gli eventi della tua vita.

Guarda il video di Dario (8 minuti)

 

Database strategico

2 – Lo youtuber analitico

Come sai, ogni piattaforma ha le sue regole, e questo vale anche per YouTube.

Per ottenere buoni risultati è fondamentale studiare gli analytics, cioè i dati.

Botto ha messo insieme 5 tricks per posizionarsi primi nelle ricerche:

  • I metadati non sono opzionali
    Per scegliere titolo, descrizione e tag, parti facendo delle ricerche. Poi, inserisci la keyword principale sia nel titolo che nella descrizione.
  • Più tempo il video viene guardato, meglio è
    Uno dei dati più rilevanti per YouTube è il watch time: più è alto, più il video risulta interessante agli occhi della piattaforma.
  • Inserisci un hook
    Gli hook sono gli agganci con cui catturi l’interesse degli utenti. Eccone uno: dì subito di cosa parlerai nel video, ma soprattutto cosa otterrà chi lo guarda.
  • CTR
    Il CTR (click through rate) è un po’ il prezzemolo del marketing. È ovunque e non è un caso. Ti dice quante volte gli utenti hanno cliccato sul tuo video rispetto al totale delle volte in cui è comparsa loro l’anteprima. Si migliora lavorando su titolo e copertina.
  • YouTube ti ascolta, tu parlagli
    Non ne abbiamo la certezza, ma YouTube sembra essere in grado di capire cosa diciamo nei video. D’altra parte, come si generano i sottotitoli automatici? Nel dubbio, ripeti la keyword anche all’interno del video.

20/80 10

Nel video trovi anche una guida scaricabile (e uno spoiler).

Vai al video di Botto

3  – Iniziare su YouTube sarà più facile

A proposito di Youtube, ecco qualcosa che dovresti sapere se nel 2021 vuoi approdare – e conquistarti il tuo spazio – sulla piattaforma.

Secondo quanto riporta Social Media Today, quest’anno YouTube punterà molto sui video Shorts che, come dice il termine, sono video brevi:

  • massimo 60 secondi
  • formato verticale
  • appaiono nel feed

Per ora questa funzionalità è in beta-test in India, ma presto si potrà comunque provare anche in altri Paesi.

4 – 217€ in ads, 1.050€ incassati (con le Facebook Ads)

Luca Bonfante ha proposto il suo case-study su Facebook Advanced con le strategie applicate a un ristorante-pizzeria, facilmente replicabili:

20/80 11

Nel post trovi anche suggerimenti per la creatività delle inserzioni e su come impostare il pubblico per le attività locali. Ah, e fai attenzione alla frequenza, diversa per la fase TOFU e quella MOFU/BOFU.

Approfondisci qui

5 – Trasforma un lead in cliente (la prima volta)

Omar questa settimana nella sua Morning Live ha trattato un tema fondamentale per chi si occupa di e-commerce, sia di prodotti fisici che digitali.

Come si trasforma un lead in un cliente?

Alcuni punti da tenere a mente:

  • con il primo acquisto potresti non andare in profitto
  • crea un sistema di acquisizione basato sulle sequenze email

Le automazioni fondamentali sono 3:

  1. Educational – sono le Soap Opera Sequence, danno il benvenuto e permettono al lead di conoscere il brand e di educarlo
  2. Offer – è il momento in cui fai l’offerta, comunichi il valore e mostri una riprova sociale. Qui avviene il passaggio da lead a cliente
  3. Side offer – sono le offerte laterali che permettono di aumentare le marginalità

Se vuoi saperne di più, guarda tutta la lezione (dura 50 minuti).

Guarda il replay

 

6 – Mirrorworld: tra 10 anni o già adesso?

Continuiamo le riflessioni sul futuro dei social e della tecnologia.

Questa volta il nostro Renny ha approfondito un articolo del 2019 in cui Kevin Kelly, co-fondatore di Wired, scriveva:

“Adesso ci troviamo agli albori della terza piattaforma, che digitalizzerà il resto del mondo. Su questa piattaforma, tutti i luoghi e le cose saranno leggibili dalla macchina e assoggettati al potere degli algoritmi.”

Questa piattaforma è Mirrorworld. In sostanza, saremo in un mondo dove ogni elemento del mondo reale avrà un corrispettivo nella realtà aumentata, e queste due dimensioni saranno integrate.

20/80 12

Non è un futuro così lontano: infatti c’è una piattaforma che, zitta zitta, ha continuato a investire su filtri di realtà aumentata, tecnologia scan e local lenses.

Ha un pubblico molto ampio: negli USA è usato dal 75% delle persone tra i 13 e i 34 anni.

Scopri chi sta costruendo Mirrorworld

 

Vita da Marketers

7 – Da zero a 10.000+ follower in 5 mesi

Probabilmente conosci Marta e Giulia: Humans of Marketers e collaboratrici Marketers, a settembre hanno creato Malìa Vibes, un profilo Instagram dove raccontano il loro amore per Palermo.

20/80 13

Grazie alla loro visibilità, hanno da poco terminato un ciclo dirette Instagram in collaborazione con Le Vie dei Tesori, facendo vivere i luoghi della cultura, anche poco conosciuti di Palermo, anche ora che sono chiusi.

Tutto questo grazie alle potenzialità di una piattaforma come Instagram. 

Beh, che Instagram sia un mezzo estremamente versatile e potente lo avevamo intuito già nel 2015.

Solo che, come ti abbiamo anticipato, ora bisogna giocare in modo diverso…

E qui ci fermiamo.

Non possiamo dirti di più per ora, ma tu tieni occhi e orecchie ben aperte la prossima settimana.

Nel frattempo, goditi il weekend.

Un abbraccio,
la Marketers Family

P.S. Grazie per i vostri feedback sotto questo post. Wearemarketers, Facebook Advanced e Social Media Marketers sono i luoghi dove possiamo confrontarci, supportarci e contaminarci a vicenda. Non avere paura a uscire allo scoperto.

20/80 secondo chi la legge

Oltre 140.000 Marketers leggono 20/80 ogni sabato. Sono imprenditori, celebrity, content creators, professionisti o anche studenti. Ecco cosa ne pensano:

Chi c'è dietro 20/80?

20/80 è un prodotto editoriale di Marketers. Marketers è la più grande e importante community italiana per imprenditori, aziende e giovani rivoluzionari che desiderano lanciare o scalare business digitali.

I servizi di Marketers comprendono la formazione più avanzata in marketing e business, eventi in ogni regione d’Italia e un servizio di accelerazione per startup e aziende.

Dal 2018 Marketers è anche organizzatrice di Marketers World, il più grande evento italiano per imprenditori, content creator, influencer o aspiranti tali.

Nata da pochi anni, oggi Marketers è già un vero e proprio movimento di decine di migliaia di persone.

20/80 28
Forbes under 30.

Dario Vignali co-fondatore di Marketers è stato nominato da Forbes come uno degli under 30 più influenti in ambito Marketing & Business.

Visto su:

20/80 29
20/80 30
20/80 31
20/80 32

20/80

Sei dei nostri?

20/80 è la mail che cancella il rumore, pensata per chi, ogni sabato e in soli 5 minuti, vuole:

20/80 33

Design Onlab

Copyright 2020 ©
Marketers, a Rebel Company - P.iva 01976200384

20/80 34

Scorri il testo per leggerla interamente

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo. 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

20/80 34

Scorri il testo per leggerla interamente

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo. 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers