Up Marketing: come hanno fatto esplodere il fatturato in pieno lockdown (+180k)

In questo case study vediamo come Tony e Up Marketing sono riusciti ad aumentare il fatturato di 180k, applicando il Metodo Marketers.

Qualche anno fa Tony era disoccupato e con un affitto da pagare a Roma. Oggi, attraverso la sua agenzia, fabbrica star dell'estetica.

In questo caso studio ti racconterò di come Up Marketing, applicando il Metodo Marketers, si è imposta come agenzia di riferimento in Italia per il marketing dell'estetica.

Vedremo come Tony e il suo team hanno costruito UMA, community e corso per estetiste che vogliono imparare il marketing, ottenendo risultati collaterali pazzeschi.

Sei pronto?

Partiamo.


 

“Le estetiste sono ignoranti! Si fanno vendere di tutto”.

Il datore di lavoro di Tony, in un’agenzia di comunicazione vecchio stampo, glielo ripeteva incessantemente.

Sono cresciuto al Sud, in una casa con quattro donne, tra cui una parrucchiera e un’estetista. Puoi immaginare come mi prudevano le mani quando me lo sentivo dire.

L’affitto da pagare a Roma, dove intanto si era trasferito, era l’unico appiglio che lo tratteneva in quell’ambiente in cui si sentiva tutt’altro che soddisfatto.

Tuttavia, come racconta lui stesso, era destinato a esplodere. Puntualmente avvenne, dopo l’ennesima richiesta sconsiderata.

Da quel giorno di ormai parecchi anni fa cominciò un’altra storia. Oggi, tanti chilometri percorsi e tanta formazione dopo, Tony è uno dei punti di riferimento per il marketing dell’estetica in Italia.

La sua agenzia Up è diventata una vera e propria fabbrica di star e, negli ultimi mesi, ha lanciato il suo primo video-corso: UMA (Up Marketing Aesthetic).

Nelle prossime righe vedremo come ci è riuscito, applicando il Metodo Marketers, e soprattutto ci racconterà risultati che probabilmente non ti aspetteresti da un corso online.

Non tutto, però, è stato rose e fiori. Anzi, l’inizio di questo viaggio è stato abbastanza burrascoso.

Up: da agenzia di marketing a fabbrica di star dell'estetica in 5 anni

Non sono un buon samaritano, bensì una persona etica. Credo che si possa crescere solo se si fanno crescere i clienti. Perciò il mio primo lavoro a Roma finì con una sedia lanciata per aria e un bel “vaffa” urlato sbattendo la porta.

Il problema? Tony, da un giorno all’altro, si trovò disoccupato in una delle città più care d’Italia.

Le ricerche di un nuovo lavoro, magari in una nuova agenzia, non andavano granché bene. A dirla tutta, non c’era neanche l’ombra di una possibilità.

Intanto aveva preso una decisione: voleva spiegare alle sue vecchie clienti cosa fosse successo.

Molte di loro mi confessarono che si sentivano limoni da spremere in mano al mio ex capo. Apprezzarono la mia telefonata, la sincerità e alcune mi chiesero addirittura di curare il loro marketing.

Tony cominciò a scorgere l’opportunità di mettere in campo la visione di marketing che aveva iniziato a sviluppare: niente più brochure, cartelloni e volantini tutti uguali.

In poco tempo scoprì che funzionava. Il suo nome cominciò a circolare, da piccoli centri estetici di quartiere passò a lavorare con grandi marchi del settore.

Non aveva però ancora trovato la svolta definitiva.

Sarebbe capitato nel giugno 2018. Erano ormai passati anni da quella porta sbattuta in faccia al vecchio capo. Insieme ad Antonio, il suo socio, avevano finalmente fondato Up, la loro agenzia di marketing.

A una convention sull’estetica conobbe quella che oggi è una delle imprenditrici più famose del settore. All’epoca era la proprietaria di un grosso centro estetico:

Mi chiese se, io e la mia agenzia, fossimo in grado di aiutarla a far crescere il suo già bel centro estetico. I risultati che raggiungemmo con lei mi aprirono la mente…

L’obiettivo? Portare il fatturato a 1 milione di euro.

La strategia era abbastanza semplice: una landing page dove far arrivare persone potenzialmente interessate a un trattamento dimagrante e una campagna Facebook per raggiungere donne che abitavano nella zona del centro.

In soli 12 mesi tagliarono insieme il traguardo che si erano posti.

Quel successo avrebbe cambiato tutto. Da lì in poi Tony e Antonio hanno continuato a ottenere risultati straordinari e raffinare il loro approccio al marketing per centri estetici.

Come applicare il Metodo Marketers nell'estetica: UMA (Up Marketing Aesthetic)

Oggi Up è riconosciuta come la più efficace agenzia di marketing per i centri estetici che desiderano rivoluzionare il proprio settore e il proprio fatturato.

Ecco perché si sono trovati ad avere un problema che chiunque sognerebbe di dover risolvere: troppe richieste di collaborazione.

La soluzione? Mettere ordine tra tutto ciò che hanno fatto negli ultimi anni e cominciare a formare le estetiste per farle diventare vere e proprie imprenditrici del settore.

Come prima cosa, ho steso la scaletta dei contenuti da produrre. Poi, da gennaio a febbraio, ogni venerdì mi sono tenuto libero per scrivere i video. Infine mi sono concentrato per 20 giorni a registrare, arrivando a sfornare più di 40 video-lezioni di durata variabile tra i 10 e 50 minuti.

Da questo lavoro è nato UMA, Up Marketing Aesthetic, progetto lanciato in pieno lockdown. Oggi, dopo qualche mese, si è rivelato tanto una nuova fonte di guadagno quanto un formidabile nuovo canale di acquisizione clienti.

Il consiglio che posso dare a chi sta pensando di lanciare un corso su una nicchia così piccola è dedicare un periodo solo a questo singolo progetto, assicurandosi di essere davvero competente nel settore. Per parlare di marketing alle estetiste, ad esempio, non basta saperne di marketing: occorre conoscere servizi, prodotti, operatori…

Metodo Marketers: Valore

Tutto è iniziato da un gruppo Facebook, dove Tony ha iniziato a condividere strategie testate negli anni e tips per aiutare le estetiste a comunicare meglio e attrarre nuove clienti.

Da marzo, quando è stato aperto il gruppo, Tony ha pubblicato un contenuto a settimana e cominciato ad andare anche su YouTube.

Un 80% dei nostri contenuti sono gratuiti. Il 20% è a pagamento e, ovviamente, è incluso nel videocorso.

L’obiettivo di questi contenuti? Dare alle estetiste le basi per iniziare a comprendere i concetti fondamentali del marketing e, soprattutto, applicarli sul loro business.

Così facendo, una volta ottenuti i primi risultati, cominceranno a voler qualcosa in più:

I contenuti “premium” le portano da A a Z, lungo percorso guidato, in grado di far fare all’estetista una trasformazione importante e consistente del marketing per il suo centro estetico.

Metodo Marketers: Acquisizione

Abbiamo detto che tutto è iniziato con il gruppo Facebook. Ma come ci arrivano le estetiste?

Il processo di acquisizione è abbastanza semplice: delle inserzioni su Facebook e Instagram portano le estetiste a iscriversi al gruppo privato.

A marzo, appena lanciato il progetto, la community è così passata da 0 a 800 estetiste (oggi continua a crescere):

Accettiamo però solo chi dimostra di avere un centro estetico. Per questo motivo abbiamo circa 200 richieste di iscrizione non approvate: non ci è stato possibile verificare in qualche modo che si trattasse di vere estetiste.

Una volta che si iscrivono ricevono nuove ads: una che mostra loro la libreria dei contenuti gratuiti, un’altra che racconta i valori di Tony e Up.

In questo modo, davvero in breve tempo, si immergono completamente nell’ecosistema, comprendendo anche il perché che sta dietro al progetto.

Metodo Marketers: Community

La community, come abbiamo appena detto, è stata lanciata a fine marzo, in pieno lockdown. Tony la definisce «il nostro più grande acceleratore»:

Al di là dei corsi che ci ha fatto vendere, ha dato una grossa spinta all’espansione del mio personal brand e del brand dell’agenzia. Di conseguenza ci ha portato soprattutto ad acquisire nuovi clienti.

La formazione, più che semplice modo per guadagnare di più, si è rivelata, come spesso accade quando è ben fatta, un motore per aumentare l’autorevolezza del brand.

Tra l’altro, la forza d’urto della community ha fatto girare così tanto il nome di Up che sono stati contattati dal più grande brand di formazione italiano nell’estetica: Postiglione.

Cosa ha funzionato?

Beh, di certo i tanti contenuti gratuiti e la loro qualità hanno dato una grossa mano. Le estetiste, vedendo arrivare risultati concreti, erano e sono più invogliate a partecipare alla community.

Allo stesso tempo un aspetto da non sottovalutare è l’esclusività dell’ambiente: dentro il gruppo Facebook vengono accettate solo vere estetiste, che abbiano un centro attivo.

Tra loro si conoscono quasi tutte, riconoscerebbero subito qualcuna che non dovrebbe esserci.

Ad oggi il gruppo è arrivato a 1100 estetiste «molto attente», come dice Tony:

Considera che, quando pubblico un video, nei primi 5 giorni la metà di loro lo guarda. Sono un gruppo davvero molto, molto attivo.

Metodo Marketers: Conversione

Il gruppo privato è il primo passo verso Up Marketing Aesthetic, il corso di marketing per centri estetici realizzato da Tony.

Seguiamo le logiche del lancio: apriamo le vendite, di tanto in tanto, per 72 ore. Nei giorni immediatamente precedenti ci impegniamo a dare ancora più valore.

Il primo lancio di UMA è partito ad aprile, un mese dopo la fondazione della community. Il corso, da oltre 50 lezioni, è stato venduto a 397€, registrando 41 venduti per un incasso lordo di oltre €16,000.

Come accennavamo, però, è stato ancora più importante il ritorno in termini di clienti:

Potremmo dire che il corso e il gruppo Facebook sono stati il nostro cavallo di Troia. Nei 3 mesi di lockdown abbiamo chiuso 3 nuovi contratti per un totale di circa €75,000 euro annui.

UMA, insomma, si è rivelato una macchina da lead generation.

In effetti, sia che abbiano seguito solo i contenuti gratuiti che abbiano acquistato il corso, molto spesso diverse estetiste contattano Tony e il suo team per seguire seguite in prima persona.

Cosa succede a quel punto? Semplice:

Facciamo una telefonata in cui cerchiamo di capire se possiamo collaborare. Non possiamo lavorare con chiunque, ma accettiamo solo centri che fatturano una certa cifra all’anno. Lavoriamo con chi è già in grado di vendere da sé perché il marketing non fa miracoli, ma migliora ciò che c’è.

Così facendo, da marzo ad oggi, Up ha iniziato a collaborare con ben 8 nuovi clienti totali, aumentando il fatturato di oltre €160,000.

Metodo Marketers: Scalabilità

Ecco perché, come diceva Tony, la community è stato un incredibile acceleratore:

Già a giugno eravamo a +50% di fatturato sull’anno scorso. A fine anno dovremmo arrivare a un +75%. Tutto senza campagne pubblicitarie per chiudere nuovi contratti. La nostra acquisizione è il valore che rilasciamo e la formazione. Il core business, tuttavia, rimane la gestione del marketing per centri estetici in tutta Italia. Se dovessi dare una percentuale, direi che il lavoro con i clienti rappresenta l’80% del nostro fatturato.

Numeri in netto aumento nonostante l’emergenza Covid, che ovviamente ha colpito anche Up:

Durante il lockdown abbiamo fermato tutte le comunicazioni in corso, rifacendole da zero per adattarle alla situazione. I centri estetici erano chiusi e abbiamo deciso di bloccare i contratti. Abbiamo detto: “Guardate, finché siete chiuse fermate i pagamenti, se volete. Riprendete quando ripartite, concordiamo una modalità”.

Dato che i contratti sono annuali e i pagamenti sono mensili, quasi tutte, dopo la quarantena, hanno recuperato pagando due rate al mese anziché una.

Questo accorgimento è stato molto apprezzato dalle clienti che a fine lockdown erano molto più fedeli a livello comunicativo.

Conclusione

Anche per questo UMA continua a crescere e, per i prossimi mesi, Up è già al lavoro su nuovi progetti, ancora top secret.

Di sicuro, già adesso, Tony e il suo team ha tanto da insegnare a chi vuole aumentare il fatturato della propria azienda.

Abbiamo visto come hanno applicato il Metodo Marketers su una nicchia molto particolare: piccola, non eccessivamente digitalizzata e abbastanza complessa da conoscere.

Abbiamo anche capito quanto la forza di una community vada ben al di là della vendita di un semplice corso, ma possa creare opportunità ben al di là di quelle che ti aspetteresti. Non resta che partire.

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Articoli correlati

Tutti i post -------->

wam.png

Iscriviti alla nostra community!

marketers-la-community.png

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l’obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

marketers-la-community.png

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.