marketers-insight-creators-economy
Pro

Come guadagnano i creators? Guida alla creators economy

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
"Con Internet e YouTube, c'è sempre la preoccupazione di essere demonetizzati, della cancellazione del tuo canale e, di conseguenza, dei tuoi progetti. Le persone, quindi, sono sempre alla ricerca di modi alternativi per guadagnare soldi, non sai mai dove ti porteranno le piattaforme a fine giornata". A esprimere questo concetto, dal quale possono partire, e partono, mille spunti di analisi, è lo Youtuber Joshua Wanders in un’intervista rilasciata al New York Times. In un momento in cui la maggior parte di noi è stato in casa, con le abitudini che sono già in cambiamento dopo quanto abbiamo vissuto negli ultimi mesi, non sorprende essere sempre più incollati ai nostri schermi preferiti. Per rispondere alla crescente richiesta, c'è stato un aumento significativo dei team di marketing e delle aziende alla ricerca di creatori di contenuti, inclusi gestori di social media, blogger e influencer. E con la trasformazione continua dell'industria del content marketing, a modificarsi sono anche le responsabilità del creatore di contenuti. Ma cos'è esattamente un creatore di contenuti?  Facciamo un passo indietro. Possiamo dire che l'economia dei creator è un sottoinsieme dell'economia della passione. Motivo? Semplice: i creator, solitamente, sono persone che possono guadagnare facendo qualcosa che li appassiona. Ma al giorno d'oggi, molti creator appassionati hanno trovato un modo per rendere il loro hobby una fonte di guadagno per raggiungere, almeno, un reddito costante. Il segreto di una vita felice, no? Perché passare le giornate dietro a un lavoro con poche prospettive, magari anche non sufficientemente remunerato quando si può guadagnare da vivere facendo qualcosa che si ama? L'economia dei creator è tutto l’insieme di quei progetti, prodotti e servizi a cui i creator danno vita per monetizzare le proprie competenze, conoscenze, idee e abilità. All’interno della torta sono inserite anche le aziende che servono questi creator, dagli strumenti per la creazione di contenuti fino alle piattaforme di analisi.  L'attuale economia dei creator è spinta in gran parte dagli strumenti che consentono ai “pesci” più piccoli di monetizzare il proprio lavoro in modo più diretto. E le opportunità per variare il proprio range di guadagno possono essere differenti, oltre che le più disparate. Come vedremo sono diverse le soluzioni utilizzate, e sperimentate, in giro per il mondo dai content creator per riuscire a superare muri che alcune piattaforme erigono, tutelandosi. Tutto però parte dal coinvolgimento e del proprio pubblico, sempre più interessato, se ben attaccato al progetto, al supportare i creator. creator Questi includono contenitori di suggerimenti come Ko-fi, piattaforme di condivisione di contenuti come Gumroad e piattaforme di lancio di corsi come KajabiThinkific o Teachable. L'ascesa di piattaforme digitali come YouTube e Instagram ha lasciato posto, parzialmente, anche all'economia degli influencer: dai post sponsorizzati alle collaborazioni con i brand. I giganti social hanno permesso agli individui di accumulare grandi seguaci, ma hanno lasciato loro poche, se non nessuna, possibilità di monetizzazione diretta. L'app per video brevi Vine, ora non più disponibile, ne è stato un primo esempio. vine Vine, che è stata acquisita da Twitter nel 2012, ha attirato fino a 200 milioni di utenti attivi mensili al suo apice nel 2015 e ha contribuito a incubare i migliori creator come Thomas Sanders, Zach King e Shawn Mendes. Ma la mancanza di una direzione del prodotto e di un'infrastruttura per il supporto dei creator ha indotto gli stessi ad abbandonare la piattaforma. Poiché l’essere un creator si è evoluto in una carriera più completa, la monetizzazione indiretta si è rivelata insufficiente. Le offerte pubblicitarie dipendono dai capricci dei brand, sono soggette a vincoli e possono variare, anche in maniera ingente, di mese in mese e costringere i creator a soddisfare un vasto pubblico, rendendo complicato l’incremento su specifiche nicchie. “Parte di ciò che vogliamo attuare è far avanzare la cultura guidata dai creator in modo che la stessa non sia modellata dalle piattaforme e dai tecnologi, ma dagli artisti e dal talento", così la co-fondatrice e creatrice di Audio Collective Catherine Connors in un'intervista al New York Times. Le piattaforme di distribuzione tradizionali, dai giganti dei social media come Facebook, Instagram e YouTube alle piattaforme multimediali come SoundCloud, Twitter e Medium, erano inestimabili per conquistare un pubblico, ma le opportunità risiedono nel costruire l'ecosistema attorno ai creator come fondatori. Alcuni suggerimenti per avere successo nella creazione di ottimi contenuti possono essere:
  • Restare aggiornati: i creator di contenuti di successo sono consapevoli delle tendenze e dei cambiamenti nel modo in cui gli utenti utilizzano le piattaforme;
  • Conoscere il pubblico: i creator lavorano per comprendere esigenze, desideri e problematiche del loro pubblico;
  • Riconoscere un buon contenuto: i buoni creator sono in grado di riconoscere potenziali contenuti virali. Se qualcun altro dà vita a contenuti popolari, interagisci con essi. Su Twitter succede spesso tra i brand;
  • Capire il proprio obiettivo: prima di creare, è importante comprendere cosa vuoi che i contenuti ottengano. Più coinvolgimento sui social, traffico sul sito web, vendite?
  • Misurare il rendimento: una volta che il contenuto è attivo, bisogna misurare il successo relazionato all’obiettivo prefissato. Questo aiuterà a capire cosa funziona, cosa no e come muoversi diversamente.

La rotta fin qui

Gli esseri umani creano contenuti da sempre. Le pitture rupestri, ad esempio, possono essere considerate il primo tentativo di comunicazione attraverso il contenuto.

Iscriviti a PRO per leggere questo contenuto.

Questo contenuto è riservato agli iscritti a Marketers PRO. Scopri tutti i dettagli e unisciti alla community.

wam.png

Iscriviti alla nostra community!

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l'obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Accedi a Marketers

Non hai un account? Iscriviti adesso.

Entra gratis in Marketers per utilizzare questa funzione e ricevere ogni sabato 20/80, la nostra newsletter.

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.

Diventa PRO per utilizzare questa funzione.

PRO al momento è riservato agli studenti Business Genetics.

Diventa PRO per utilizzare questa funzione.

Accedi ai contenuti esclusivi di Pro, ottieni accesso alla community e ricevi a casa tua i nostri migliori contenuti.

Registrati

Effettua la registrazione per visualizzare i contenuti.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers