leggere velocemente

Leggere velocemente e memorizzare: ecco 3 tips e 7 strategie dei grandi imprenditori

Leggere velocemente e memorizzare le informazioni è un’abilità utile per chiunque. Sia che si cerchi di trovare un modo rapido per imparare nuove informazioni, sia che si debba leggere più velocemente nell’ambito del proprio lavoro.

Oltre ad essere utile imparare a leggere velocemente, è importante ricordare ciò che si legge.

Questo è alla base della formazione e del miglioramento personale.
In Marketers, promuoviamo la lettura formativa e la consideriamo un tassello fondamentale nella vita di qualsiasi individuo, a prescindere dal ruolo o dal mestiere che fa.

Se non ci conosci ancora, Marketers è un gruppo di aziende di digital marketer, imprenditori, freelance, celebrity e creators.

Siamo una community con un seguito di oltre 150k persone sui vari social e ogni giorno condividiamo strategie, consigli e aneddoti per orientarsi nel vasto mondo del digital marketing.

Abbiamo creato diversi corsi e crediamo fermamente nella formazione continua per migliorarsi e raggiungere più velocemente i propri obiettivi, professionali e non.

Infatti, memorizzare le informazioni può essere utile anche in diverse situazioni e contesti. Sapere come memorizzare elenchi, date, nomi di persone e altre informazioni può essere di grande aiuto a scuola, in situazioni sociali o anche al lavoro.

Leggere velocemente e memorizzare informazioni non è facile per tutti.

Alcune persone sono naturalmente più portate di altre, ma con la pratica e l’impegno, tutti possono migliorare queste abilità.

Sì perché leggere ed imparare serve non solo per fare un upgrade lavorativo ma per arrivare ad una migliore versione di te stesso.

Ecco perché abbiamo deciso di condividere le informazioni, che leggerai nelle prossime righe, su come e perché leggere velocemente e memorizzare le informazioni e quali sono le migliori strategie per sviluppare e mantenere questa abitudine.

In particolare, vedremo:

  • 3 consigli pratici per imparare a leggere velocemente
  • perché è importante memorizzare le informazioni
  • 7 modi per memorizzare e fare tuoi i concetti letti
  • come leggere quanto i grandi imprenditori Bill Gates e Warren Buffet

Partiamo?

Via…

Come si fa a leggere velocemente? 3 consigli pratici

Saper leggere velocemente e memorizzare le informazioni è un’abilità importante. Infatti, la memorizzazione è una delle principali abilità che i datori di lavoro ricercano quando assumono nuovi dipendenti.

Avere una quantità limitata di tempo può rendere difficile trattenere le informazioni e leggere a sufficienza e a un ritmo più veloce. Fortunatamente, esistono diverse strategie che possono aiutare a migliorare la velocità di lettura, la ritenzione e la memorizzazione

La lettura strategica, ovvero quella che serve per acquisire informazioni e nozioni, ha bisogno di un metodo per essere memorizzata e compresa. Il discorso non vale per la lettura di intrattenimento.

Entriamo subito nel vivo.

Ecco alcune strategie che possono aiutarti a imparare a leggere più velocemente e immagazzinare meglio ciò che leggi.

Queste tecniche renderanno la lettura e la conservazione delle informazioni più facile ed efficace:

  • L’inseguimento. Anche se può sembrare banale, avere un puntatore da seguire durante la lettura aiuta sia ad essere più veloci, sia a focalizzarsi meglio sulle parole che si stanno leggendo. Un po’ come quando si scrive al computer, guardando lo schermo.
    Seguendo un cursore, si è più veloci.
    Ovviamente, il puntatore può essere un dito, una penna o un righello che ti aiuta a mantenere il ritmo di lettura. La tecnica per migliorare è quella di aumentare il ritmo, in modo che i tuoi occhi si abitueranno ad una velocità di lettura maggiore.
  • Occhio di lince. Questo metodo è un po’ diverso dal precedente. Si tratta di sforzarsi a leggere le frasi intere e non le singole parole.In questo modo, accorci il tempo di lettura, anche a discapito di qualche parola che può saltare, ma muovendo gli occhi da una frase all’altra, riuscirai a diventare un lettore più veloce, perché il tuo cervello si abituerà a recepire concetti più velocemente.
  • Visione periferica. Una sorta di evoluzione dell’occhio di lince è l’uso della visione periferica durante la lettura. Infatti, per essere più veloci nella lettura, bisogna ampliare il raggio visivo utile.Questa tecnica consiste, infatti, nel cominciare a leggere la terza parola e la terzultima di ogni riga. Focalizzando lo sguardo su queste due parole, la visione periferica catturerà anche le parole che stanno prima e quelle che stanno alla fine del rigo.In questo modo, avrai la netta sensazione di guadagnare tempo e di essere davvero più veloce nella lettura.

Queste tre strategie vanno allenate quotidianamente. Solo diventando costante nella lettura si possono ottenere grandi risultati in fatto di lettura veloce.

Nel prossimo paragrafo, vedremo come leggere velocemente sia direttamente collegato alla memorizzazione delle informazioni…

Leggere velocemente è importante ma memorizzare è fondamentale

Hermann Ebbinghaus è stato uno psicologo sperimentale, che ha dedicato la sua vita allo studio della memoria e dell’apprendimento. In particolare, la sua teoria sulla curva dell’oblio spiega perché leggiamo e dimentichiamo buona parte delle informazioni che acquisiamo.

Dopo il primo giorno ricordiamo l’80% delle informazioni, dopo il secondo giorno il 60% e così via fino al settimo giorno.

Leggere velocemente-curva dell'oblio

La ragione di questo fenomeno è semplice: la memoria funziona creando nuove associazioni tra i ricordi esistenti e le nuove informazioni.

Quindi, quando dimentichi qualcosa, il tuo cervello deve creare nuovi collegamenti tra quell’informazione e quella che stai cercando di ricordare.

Questa “curva di dimenticanza” è il motivo per cui le persone possono migliorare la memoria nel tempo se si esercitano regolarmente.

In realtà, si tende ad imparare quando ti si ripresentano davanti gli stessi concetti.
Quando avviene una ripetizione.

Il nostro cervello, infatti, funziona per pattern ricorrenti: quando un evento o un’informazione si ripete nel tempo, la cataloga come importante e tende a non dimenticarla.

Il fine ultimo, per chi ha l’obiettivo di imparare, è quello di trattenere il più possibile le informazioni acquisite.

Quindi le strade sono diverse.

Si legge lo stesso concetto più volte su libri diversi, oppure si legge e si applica il concetto nella pratica.

Mettere in pratica, compiere un’azione permette di memorizzare meglio le nozioni e i concetti, rispetto a quando leggi o studi.

La ripetizione di un concetto o di un’azione ci permette di memorizzarla in un modo che diventa quasi automatico.

Pensa alla guida. Una volta acquisite delle nozioni, dopo molta pratica, si impara a guidare e lo si fa senza più quasi pensare alle piccole azioni che richiede l’atto di guidare l’auto.

Non a caso, le menti più brillanti e grandi rileggono gli stessi libri più volte, proprio perché è la ripetizione la chiave di tutto.

Se leggi un libro che per te è importante, ti ha aperto la strada verso un nuovo modo di pensare o verso delle competenze che non avevi, ha perfettamente senso andarlo a riprendere e rileggere i passaggi sottolineati più importanti.

D’altronde, la qualità dei tuoi output, delle tue idee, dipende direttamente dalla qualità degli input che immetti nel tuo cervello, come dice Dario Vignali in questo video.

 

La differenza, inoltre, viene fatta dallo spirito con cui si legge e si studia un argomento.
Avere interesse, se non passione per quella materia o argomento è ciò che rende efficace lo studio e la memorizzazione dei concetti.

Pensa a quando eri a scuola.
Ci sarà stata una materia che odiavi, siamo pronti a scommettere che non ricordi più nulla di quegli argomenti.

Questo non accade quando adesso, magari per lavoro, leggi un libro o frequenti un corso che ti interessa particolarmente o che ti aiuterà a raggiungere determinati obiettivi.

Altra considerazione da fare è quella relativa al livello di libri da leggere.
Bisogna che l’interesse e la passione siano accompagnati dalla possibilità di comprendere ciò che leggi.

Non ha senso leggere libri molto avanzati se mancano le basi o le competenze per comprendere alcuni concetti.

Il consiglio, infatti, è quello di considerare i libri come degli integratori, in grado di completare un percorso in cui sei già avanti, per cui hai interesse e passione, qualcosa che per te vale la pena approfondire.

Se non comprendi quello che leggi, l’entusiasmo e la passione calano e la capacità di trattenere delle informazioni sarà quasi nulla, come succedeva a scuola con alcune materie.

Quindi, non costringerti a leggere un libro per cui non hai più interesse, a meno che non stai per affrontare un esame e quel testo è obbligatorio.

Se stai leggendo per te stesso, invece, non sottovalutare entusiasmo e passione per gli argomenti trattati nel libro, senza quello spirito difficilmente la retention delle informazioni può essere a lungo termine.

A questo proposito, se hai interesse per il business digitale e la crescita personale, ti consiglio di dare un’occhiata ai contenuti di Business Genetics.

Il corso per creare, gestire e accelerare business digitali e per farti crescere come persona ed imprenditore. Ci sono dei moduli sulla memorizzazione e la lettura veloce molto interessanti!

Nel prossimo paragrafo, vedremo 7 delle migliori strategie per migliorare la retention delle informazioni che leggi…

Leggere velocemente e memorizzare: ecco 3 tips e 7 strategie dei grandi imprenditori 1

Qual è il miglior modo per leggere e memorizzare? 7 tecniche davvero efficaci

La capacità di leggere e memorizzare rapidamente le informazioni è un’abilità che ti servirà in quasi tutti i lavori.

Quando vi vengono presentate nuove informazioni, essere in grado di elaborarle in modo rapido ed efficiente vi renderà più preziosi per il vostro team o la vostra organizzazione.

I lettori che riescono a digerire le informazioni più velocemente conservano meglio ciò che leggono, hanno più tempo per altre attività importanti come lo studio e appaiono più intelligenti.

Qui di seguito, ecco alcune strategie per imparare a leggere velocemente e ricordare ciò che si legge, ovvero leggere velocemente in modo efficace.

Ricorda che la qualità delle idee deriva dalla qualità delle fonti da cui attingiamo.

Ecco perché leggere tanto e memorizzare equivale a fare un upgrade di noi stessi. In Business Genetics, il nostro corso sull’imprenditoria digitale e la crescita personale, parliamo tantissimo anche di questo.

1 Sottolinea i concetti fondamentali

Una delle strategie di memorizzazione più utili, adottata da moltissimi, è quella di sottolineare le frasi ed i passaggi più importanti.

Aiuta anche mettere delle note a margine, con collegamenti o mini-spiegazioni di quanto sottolineato. All’inizio del libro, fare una sorta di indice delle pagine in cui ci sono questi micro-riassunti con dei titoli che esprimano in breve le nozioni.

Questo può rivelarsi davvero un’ottimo consiglio.

Annotare, nella prima pagina del libro, le pagine più importanti, i concetti fondamentali, anche facendo delle piccole mappe mentali che esplicano concetti o fanno rimandi ad altri argomenti correlati, è qualcosa che fanno in molti.

Questo servirà, un domani, a tirare fuori velocemente quei concetti, aprendo solo la prima pagina del libro senza, necessariamente, tornare a rileggerlo per intero.

Altra chicca è Read Wise, un’app che permette di acquisire tutte le sottolineature dei tuoi libri e riproportele, periodicamente, per sapere se quei concetti sono stati recepiti e memorizzati.

In pratica, come un feed di social network ti ripropone dei passaggi chiave di testi che hai aggiunto alla piattaforma in vari modi: da kindle e altre app di lettura, siti web per verificarne la retention.

Nel caso tu avessi memorizzato quel concetto, hai la possibilità di spuntarlo, in modo che non ci sia la riproposizione ciclica.

Insomma, prendere appunti e sottolineare è una pratica che hai imparato negli anni scolastici, se fatta bene, può essere davvero il modo giusto per memorizzare nozioni e concetti.

Ma c’è dell’altro…

2 Leggi libri per cui nutri entusiasmo

Nel video di Dario, abbiamo visto che avere il giusto mindset per memorizzare i concetti è fondamentale. Se non hai interesse o non trovi utilità in quello che stai leggendo o apprendendo, difficilmente avrai una retention dei contenuti che duri nel tempo.

Ecco che bisogna preparare il terreno all’apprendimento, tramite l’entusiasmo e la passione.

La prima cosa da capire è l’obiettivo per cui stai leggendo un libro. Se stai leggendo per acquisire conoscenza e competenze, migliorare te stesso, allora puoi farlo partendo da quello che è di maggior interesse per te.

Non devi iniziare necessariamente dalla prima pagina. Puoi iniziare dal capitolo che ha più rilevanza per te, poi andare avanti o tornare indietro se è necessario.

Insomma, bisogna avere il quadro generale del libro per arrivare all’obiettivo che ti sei prefissato.

Non stai leggendo un libro giallo per cui comporre i pezzi è fondamentale alla comprensione. Nei libri di business o di altri temi specifici, non c’è un flusso narrativo da seguire in modo lineare.

Quando leggi per formarti lo fai per acquisire informazioni da applicare, da fare tue e applicare all’interno del tuo contesto, del tuo business o della tua carriera.

Quindi, se stai leggendo un libro di digital marketing che parla di tutti gli aspetti del marketing e a te interessa solo la SEO, nessuno ti vieta di leggere solo il capitolo relativo.

Puoi saltare ciò che non ti interessa o che non ti appassiona!

Ricordi? Se leggi o studi solo quello che ha più importanza per te, per cui nutri più interesse, sarà molto più facile trattenere le informazioni che leggerai.

Se decidi che il tuo output è quello di imparare quanto più possibile dell’argomento SEO, dovresti fare di tutto per immettere input che ti permettano di raggiungere il risultato.

Questo comporta leggere libri, frequentare corsi. Nessuno ti vieta, però, di saltare determinati capitoli e passare ad altri testi.

Non dimenticare l’entusiasmo e la passione. Sono i catalizzatori del tuo apprendimento, del tuo upgrade personale.

Proprio per questo, dovresti programmare giornalmente o settimanalmente del tempo per la lettura e la formazione personale.

Quindi:

  • poniti un obiettivo formativo,
  • mettilo in calendario,
  • prendi i migliori libri che riguardano quell’argomento (6 o 7 testi)
  • fai un check dell’indice del primo libro e scegli i capitoli più utili per te
  • leggi i capitoli più significativi
  • mantieni l’entusiasmo e la passione per quello che stai apprendendo

Nel prossimo punto, spiegheremo meglio questa tecnica di lettura e memorizzazione volta all’utilità e agli obiettivi…

3 Applica la lettura a ragnatela

Trarre beneficio dalla lettura significa andare a ricercare le informazioni più utili per te, da integrare a qualcosa che già sai.

Unire i puntini o trovare il tassello mancante. Si tratta di questo.

Come detto nel punto precedente, non bisogna seguire un filo narrativo, quando si leggono determinati libri. Va ricercata l’informazione o il concetto giusto che poi si applicherà nel tuo contesto.

Devi leggere con un obiettivo, che non è quello di leggere dalla pagina 1 alla pagina 309, bensì quello di acquisire e trattenere precise informazioni per poi applicarle.

In quest’ottica va introdotta la tecnica della lettura a ragnatela.

In pratica, le informazioni che ti servono vanno “ricercate” in più libri. Creando più nodi possibili (come in una ragnatela, appunto) sarà possibile anche comprendere concetti più complessi.

Ricorda che bisogna partire da una base di competenza o di interesse.

Ecco perché partire da libri che approcciano gli argomenti dalle basi, sarà utile per poi passare a dei testi che sono più avanzati. In questo modo, avendo delle basi o veri e propri appigli, sarà più facile comprendere concetti più complessi e ricordarli meglio.

Questo vale per moltissimi argomenti come la finanza, la scalabilità di un business, il digital marketing se vuoi sviluppare una formazione trasversale, partendo da una branca, ecc…

La lettura a ragnatela consiste, quindi, nel saltare da un libro all’altro (e da un capitolo all’altro, se necessario) nel momento in cui otteniamo l’informazione che ci è utile o vediamo che l’entusiasmo sta scemando, perché le informazioni sono troppo difficili o poco applicabili al contesto di partenza.

In quel caso, sarà inutile leggere il libro perché la tua mente non sarà in grado di trattenere l’informazione che stai leggendo, che quindi non sarà memorizzata.

4 Entra in contrasto con l’autore

Questa è una tecnica molto interessante che, oltre a rendere più facile la memorizzazione di nozioni, ti permette di sviluppare un pensiero critico su quello che stai imparando, facendo sì che tu possa avere delle opinioni o pensieri al riguardo.

In questo modo, partendo dal presupposto che quello che stiamo leggendo non sia vero o sia opinabile, sviluppiamo un’idea che vada in contrasto con quella dell’autore e, di conseguenza, sarà più facile memorizzarla.

In pratica, faremo nostro il concetto espresso sul libro perché, contemporaneamente, svilupperemo un’opinione diversa sull’argomento. Memorizzando, di fatto, tesi e antitesi.

Il consiglio è quello di soffermarsi sui punti chiave del libro e fare questo gioco del bastian contrario: contrastare ciò che l’autore dice.

Non puoi farlo su ogni pagina del libro, altrimenti rischi di impazzire, ma farlo sui punti chiave, invece, servirà a fissare in modo efficace i concetti del libro e a sviluppare delle idee tue.

In questo modo, oltre a memorizzare, sarà più facile anche condividere il tuo pensiero sull’argomento, trovare nuove prospettive e parlarne con chi è interessato: nella tua community, nel tuo contesto, nella tua azienda.

Quindi, non prendere per oro colato ciò che leggi, poniti delle domande e cerca di fare obiezioni a ciò che dice l’autore. Contrastare le sue idee servirà a memorizzarle.

La tua mente si attiverà perché cercherà collegamenti con ciò che già sai o che hai letto/studiato altrove.

Questo è davvero qualcosa di molto potente che aiuta la memorizzazione e l’apprendimento…

5 Spiega quello hai letto

Questa è una delle frasi trite e ritrite che provengono dalla scuola.

Ripeti ad alta voce per imparare quello che hai letto.

Questo è vero ma, la sua efficacia, dipende sempre dalla funzione che ha il concetto che vuoi memorizzare.

Se ripeti ad alta voce qualcosa che non ha molto valore per te, il tuo contesto, il tuo business potresti trattenere l’informazione per un tempo, ma poi verrà dimenticata, perché non ha attinenza, non troverà applicabilità, non è funzionale per te.

Se ripeti qualcosa che non ti interessa e non serve per il tuo obiettivo, non la memorizzerai.

Al contrario, ecco perché funzionano molto i mastermind.

Persone con interessi comuni parlano di argomenti che conoscono, per cui nutrono interesse, di cui sono appassionati. Si confrontano, esprimono pareri su nozioni che hanno letto tutti in un libro, per esempio.

La chiave, quindi, non è ripetere, ma spiegare agli altri.

Fare tuo il concetto ed esprimerlo a parole tue, facendo scaturire una riflessione.

Spiegare ad altri, quello che hai appena imparato, sedimenta nella tua memoria le nozioni in modo efficace.

Questo è qualcosa che puoi fare anche online: sul tuo blog, sulla community di Marketers Pro, su Linkedin.

Sulla nostra community, per esempio, confrontarsi con chi ha gli stessi dubbi o con chi ha letto lo stesso libro ha un valore aggiunto enorme.

Entra in PRO

Iscriviti Gratuitamente per 7 giorni a Marketers PRO, sblocca tutte le funzionalità riservate agli utenti Premium ed accedi alla nostra Community riservata.

Questo avrà tre effetti:

  1. il concetto chiave sarà da te memorizzato per più tempo, perchè sarà legato a quella discussione.
  2. darai al tuo cervello un feedback positivo, una sorta di ricompensa. Infatti, si innescherà una sensazione positiva, derivante dal fatto che sei stato percepito interessante ed utile dagli altri.
  3. padroneggerai l’argomento molto meglio di quello che faresti se ripetessi davanti allo specchio ad alta voce. Il premio nobel per la fisica, Richard Feynman, diceva che per capire se hai fatto tuo un concetto, bisogna saperlo spiegare ad un bambino.

Infatti, ridurre un concetto a delle parole semplici, significa essere in grado di padroneggiarlo e quindi, di spiegarlo con parole diverse da quelle utilizzate nel libro che hai letto.

Se riesci ad usare delle metafore, per esempio, denota che padroneggi l’argomento.

Vuol dire che hai metabolizzato quelle informazioni e, molto probabilmente, le userai nel tuo contesto, quando parlerai con gli altri, a questo punto sarà molto difficile che tu possa dimenticarle.

In definitiva, quindi, ripetere (a memoria, come a scuola), non vuol dire saper spiegare agli altri, e non serve a molto. Quindi, se impari qualcosa che ti interessa, che può servirti nel tuo business, parlane agli altri.

Parlarne serve a te per memorizzare e metabolizzare i concetti, serve al tuo cervello che si sentirà appagato per aver parlato ad altri di cose interessanti.

Si instaura, quindi, una sorta di circolo virtuoso, in cui leggere e memorizzare diventerà più facile e piacevole, perché ti piacerà parlarne agli altri sui social, di persona, con i tuoi colleghi, in un forum online.

Sarà la strategia più potente per memorizzare ciò che hai imparato.

6 Rileggi i concetti chiave per aiutare la memorizzazione

Abbiamo già detto quanto sia importante sottolineare i concetti chiave, ma senza la memorizzazione e un’organizzazione delle nozioni, può essere un’attività fine a sé stessa.

Infatti, come detto, annotare i concetti chiave nelle prime pagine bianche del libro è la cosa più intelligente che tu possa fare.

In questo modo, avrai sempre a disposizione le informazioni più utili per te e potrai andare a riprenderle facilmente, segnando anche il numero della pagina relativa.

Capisci bene che leggere in modo efficace vuol dire proprio questo: essere proattivo alla lettura, predisposto a recepire. Altrimenti è come guardare un documentario che ti scorre davanti agli occhi.

Se, invece, leggi con la matita in mano, sottolinei e scrivi, memorizzerai molto più a lungo determinati concetti e potrai riprenderli quando ti serviranno.

In pratica, comunichi al tuo cervello che quello che stai sottolineando e riassumendo sulla pagina bianca del libro è qualcosa da tenere in considerazione.

Il fatto che tu ti stia spendendo per quella nozione e mettendo energia, farà sì che venga recepita meglio rispetto ad una lettura più “passiva”.

Stai già gettando le basi affinché quel concetto venga memorizzato e trattenuto dalla tua memoria.

Leggere velocemente ha la sua importanza, ma soffermarsi ad appuntare, sottolineare e recepire le cose che ti sono utili lo è molto di più.

So che ti sembrerà di studiare, ma in effetti è quello che accade, con una differenza: stai studiando qualcosa che ti servirà, qualcosa per cui hai passione.

Una volta finito il libro, avrai la possibilità di andare a rievocare i concetti che avrai appuntato, questo ti permetterà di memorizzarli più facilmente. Inoltre, in questo modo, potrai applicare nozioni e concetti appresi in modo più pratico.

Proceduralizzare un libro significa avere il famoso 20/80 direttamente nelle prime pagine del libro e ritrovare le informazioni più importanti e utili.

Ricorda che le informazioni che apprendi devono avere delle basi a cui agganciarsi.

Se inizi a leggere un libro che parla di fisica quantistica e non sai nemmeno bene cosa studia la fisica, capisci bene che quelle nozioni non saranno mai memorizzate per più di qualche minuto.

Non avranno dei ganci (competenze base) a cui appigliarsi.

7 Dedica tempo costante alla lettura

La capacità di leggere con costanza è una delle abilità più importanti che si possano avere. La lettura, come detto, può dare molti vantaggi, tra cui un miglioramento del vocabolario e una migliore comprensione del contesto in cui viviamo.

Se si vuole avere successo nella vita, è essenziale imparare a leggere.
Uno dei modi più efficaci per migliorare le proprie capacità di lettura e imparare a leggere velocemente è dedicare ogni giorno del tempo alla lettura.

Una volta stabilito un programma di lettura regolare, si potranno notare miglioramenti costanti nel tempo. Distribuendo il tempo nell’arco della giornata, sarai in grado di inserire più momenti di lettura in ogni giorno.

Infatti, solo in questo modo si riuscirà a costruire una solida base di lettura. Pertanto, il fattore chiave per migliorare le proprie capacità di lettura è la costanza.

Se vuoi ottenere dei risultati, devi sforzarti e sviluppare questa abitudine. Se la lettura non è una priorità per te, è improbabile che tu possa fare molta strada e arrivare agli obiettivi che ti sei prefissato.

Inoltre, come spiega Dario in questo video, esiste il libro giusto al momento giusto. Proprio in ottica di entusiasmo ed utiltà, i libri vanno scelti in base all’obiettivo che si vuol raggiungere.

Metti da parte un po’ di tempo ogni giorno per la lettura e impegnati a mantenere questa abitudine.

Un programma di lettura costante può anche aiutare a migliorare le capacità di concentrazione.

Quando ci si concentra su qualcosa per un periodo di tempo prolungato, è più facile per il cervello conservare le informazioni.

Sfruttando questo effetto, si può ottenere una comprensione più profonda del materiale che si sta leggendo.

Ora, se la tua domanda è: come faccio a trovare il tempo per la lettura?

La risposta è: Prendendolo.
Eliminando ciò che può essere superfluo come:

  • le serie TV,
  • eccessivo scrolling sui social,
  • ottimizzando le attese di aerei, taxi, treni, metro

Per fare tutto ciò bisogna avere il giusto mindset e la giusta motivazione, da cui scaturisce la costanza e la volontà di raggiungere un obiettivo.

Se vuoi saperne di più, in Business Genetics, il corso per creare, accelerare e gestire un business online, parliamo di mindset, metodi di lettura veloce e memorizzazione. Dai un’occhiata qui!

Leggere velocemente e memorizzare: ecco 3 tips e 7 strategie dei grandi imprenditori 2

Quanto si può leggere in un giorno?

“Leggi 500 pagine come questa ogni giorno. È così che funziona la conoscenza.
Si accumula, come l’interesse composto. Tutti voi potete farlo, ma garantisco che non molti di voi lo faranno.”

Questa frase di Warren Buffett è stata pronunciata a degli studenti della Columbia University, mentre parlava di investimenti.

Il motto di Buffett è sempre stato: “Andare a letto più intelligente di quando ti sei svegliato.”

Perché questo è così importante?

Ricorda che la lettura formativa serve a due cose: per sviluppare una competenza integrandola ad altre skills o per acquisire informazioni per risolvere un problema.

Queste due ragioni devono essere il criterio per cui si sceglie un libro.
Non perché lo ha consigliato qualcuno di famoso o influente.

La scelta va fatta sulla base dei risultati che vuoi ottenere.

 

Ricorda che esiste il libro giusto, al momento giusto.

Acquisire conoscenza, leggendo, significa che qualcuno più intelligente di noi ha già scritto un libro sul problema su cui stiamo lavorando. Si tratta di imparare a conoscere il meglio che gli altri hanno già capito.

Come trovare il tempo per leggere?

Inizia a farlo riservando un’ora della tua giornata solo a te stesso, alla lettura e alla riflessione.

È possibile leggere velocemente ogni giorno, se si è in grado di farlo. Non puoi farlo dall’oggi al domani, però. Devi aggiungere un 1% al giorno, giorno dopo giorno.

Sai quante pagine al giorno legge Warren Buffett? Oltre 500 al giorno.

Dovresti sfidare te stesso leggendo almeno 100 pagine.
Warren Buffett lo fa per profitto, non per piacere, ma cerca costantemente di ridurre la propria ignoranza perché sa che è l’ignoranza a far perdere denaro nella vita.

Un altro esempio virtuoso è Bill Gates. Lui prende due settimane l’anno per chiudersi da solo nel suo chalet in montagna a leggere e riflettere.

Una strategia meno costante, ma più intensiva.

So che stai pensando che queste persone hanno tutto il tempo del mondo perché hanno tutto il denaro che vogliono.

La verità, come dicevamo nel paragrafo precedente, è che il tempo per leggere bisogna prenderselo, programmandolo e sviluppando una sana abitudine.

Prova a mettere il tuo Kindle o il libro sul cuscino e, prima di dormire, leggi per una mezz’ora. Lo stesso puoi fare nelle prime ore della mattina.

Inserisci la lettura nella tua morning routine.

Applica queste ed altre strategie per migliorare dell’1%, giorno dopo giorno, il numero di pagine da leggere. A lungo termine, farà un’enorme differenza.

Buffett ha messo la strategia dell’interesse composto al servizio della sua vita, proprio in questo modo. Incrementando dell’1% le pagine da leggere ogni giorno.

Ecco come W. Buffett è arrivato a leggere oltre 500 pagine al giorno…

Conclusione

La lettura è l’arma usata da tutti i grandi di questo mondo per raggiungere i propri obiettivi.

Leggere velocemente, così come memorizzare ciò che leggi, può portare solo benefici nel tuo contesto. Ricorda di:

  • sottolineare i concetti fondamentale
  • leggi libri utili in quel momento, in modo da essere motivato ed entusiasta
  • applica la lettura a ragnatela, tra i capitoli del libro e tra i vari libri. Non stai leggendo un giallo!
  • poniti domande ed entra in contrasto con l’autore sulle tematiche più importanti, servirà a memorizzare i concetti e farli tuoi
  • spiega e parla di quello che hai letto a qualcuno che possa comprenderlo e possa avere una posizione al riguardo
  • rileggi i mini-riassunti e i concetti chiave appuntati nelle prime pagine del libro: sarà facile così trovare ciò che cerchi e le nozioni riaffioreranno facilmente
  • sii costante nella lettura, aggiungi sempre l’1% rispetto al giorno prima ed arriva a più pagine possibili

Se riuscirai a sviluppare entusiasmo e passione per ciò che leggi, adottando le strategie e i consigli che ti abbiamo elencato in questo articolo, ne trarrai grande beneficio.

Buon Business,
Alla prossima. 

P.S.: Entra nella community di Marketers Pro e confrontati con digital marketers che condividono i tuoi stessi interessi, segui le masterclass e chiedi consigli sul tuo business ai membri della Family.

Entra in PRO

Iscriviti Gratuitamente per 7 giorni a Marketers PRO, sblocca tutte le funzionalità riservate agli utenti Premium ed accedi alla nostra Community riservata.

5 2 votes
Recensioni
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
paolo.sacchi12@gmail.com
1 mese fa

Molto interessante e spiegato in modo semplice e pratico

Valeria Vadalà
Valeria Vadalà
Admin
Reply to  [email protected]
1 mese fa

Grazie per il tuo commento Paolo!

2
0
Would love your thoughts, please comment.x

Accedi a Marketers

Inserisci l'indirizzo e-mail. Riceverai una mail con il link per effettuare il login.

Non hai un account? Iscriviti adesso.

Iscriviti gratuitamente a Marketers o accedi per utilizzare questa funzione. Riceverai anche 20/80, la nostra newsletter con strategie e notizie di marketing e business.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers