Twitter cancella le ads politiche. Trump protesta

A partire dal 22 novembre, sulla piattaforma saranno vietate tutte le sponsorizzate a sfondo politico. Censura o migliore gestione della comunicazione?

Twitter cancella le ads politiche. Trump protesta

Jack Dorsey, amministratore delegato di Twitter, ha annunciato con un tweet che a partire dal 22 novembre, sulla piattaforma saranno vietate tutte le sponsorizzate a sfondo politico.

Alcuni potrebbero sostenere che le nostre azioni di oggi potrebbero favorire i candidati storici. Ma abbiamo assistito a molti movimento sociali che hanno raggiunto dimensioni enormi senza alcuna pubblicità politica

La prima persona a risentirsi di questa decisione è stato il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump che in un comunicato diffuso dal proprio comitato elettorale ha definito la nuova politica di Twitter “molto stupida”.

Dorsey è anche stato accusato di censura ma lui afferma che i motivi vanno ben oltre:

Si tratta di pagare per raggiungere un pubblico. E pagare per aumentare la portata del discorso politico ha implicazioni significative che l’infrastruttura democratica di oggi potrebbe non essere pronta a gestire