Diminuisce il traffico organico da Google, cresce DuckDuckGo

Diminuisce il traffico organico da Google, ma cresce di molto DuckDuckGo. Ecco il report!

Diminuisce il traffico organico da Google, cresce DuckDuckGo

Quick links

Merkle Inc. ha pubblicato i dati relativi ad alcuni trend del digital marketing dell’ultimo trimestre 2019.

Il report contiene informazioni sulle maggiori compagnie digitali, tra cui Google, Microsoft, Facebook e Amazon.

Proprio su Google si incentra una delle analisi più interessanti, che vediamo di seguito nel dettaglio.

Traffico in calo da Google, Yahoo e Bing

I risultati registrati nel secondo trimestre del 2019 segnano un sostanzioso calo di traffico organico da Google rispetto allo stesso periodo del 2018.

Si tratta di una contrazione pari all’8% rispetto all’anno precedente. Una perdita tutt’altro che trascurabile.

Ancora peggio, in termini percentuali, Yahoo e Bing, con un calo rispettivamente dell’11% e 26%.

Grafico traffico organico Q2 2019

La risposta di DuckDuckGo

Decisamente fuori dal coro, DuckDuckGo registra un notevole incremento del traffico organico, pari al 64% da mobile e al 49% da tutti i dispositivi, rispetto al 2018.

Grafico visit share motori di ricerca

Sebbene in numeri assoluti siamo ancora lontani dallo scalfire la supremazia di Google, trend di segno opposto tanto marcato potrebbero svelarci qualche indizio sulle future preferenze degli utenti.

Utenti che, anche se in piccola parte, stanno iniziando a premiare compagnie con una maggiore attenzione per la privacy e con modelli di business che non si basino sui dati personali dei propri utenti (esattamente come nel caso di DuckDuckGo).

Puoi vedere il report completo a questo link.