LinkedIn rivela quali sono i 10 profili più seguiti nel 2019

LinkedIn rivela la top 10 dei profili più seguiti nel 2019 su questo social in modo da trovare dei pattern comuni e scoprire cosa rende un profilo interessante agli occhi degli altri membri

LinkedIn ha rivelato in un post quali sono i 10 profili più seguiti in questo 2019.

Entrare nella classifica di LinkdIn è diventato per molti un obiettivo ambizioso e il motivo è molto semplice da intuire. Ma cosa rende una pagina LinkedIn interessante agli occhi degli altri utenti?

Per capirlo, è interessante studiare la lista di questi 10 top profili e individuarne i pattern comuni. Ma andiamo intanto a scoprire queste 10 aziende.

    1. TED Conferences (13 milioni). Grazie a un mix di video, articoli e immagini sempre attuali e altamente ispirazionali, Ted conquista la classifica (e il cuore) di milioni di professionisti

    2. Google (12,6 milioni). Google offre costantemente nuovi contenuti, innovazioni, cultura aziendale e il suo impegno verso le iniziative di responsabilità sociale. Ma quello che lo fa essere così amato è che Google mette al centro del proprio business proprio le persone.
    3. Amazon (9,1 milioni). Come Google, anche Amazon mette enfasi sulla sua community, pubblicando spesso storie dei propri dipendenti, offrendo contenuti informativi, consigli per trovare lavoro e approfondimenti.
    4. Linkedin (8,8 milioni). La pagina di LinkedIn condivide contenuti utili per dipendenti, professionisti, imprenditori e persone in cerca di lavoro. E lo fa con freschezza, ponendo domande aperte e stimolando le conversazioni.
    5. Microsoft (8,1 milioni). Microsoft offre quotidianamente contenuti interessanti che spaziano dai loro interessi personali alle notizie dell'azienda. Oltre ai propri articoli, inoltre, condividono molti contenuti di terze parti e amplificano i contenuti creati dai propri dipendenti e dirigenti.
    6. Unilever (6,7 milioni). Da quando è stata stilata la classifica di LinkedIn, Unilever (che era al 7° posto) sorpassa IBM con una manciata di follower in più. Le sue peculiarità sul social sono di pubblicare numerosi video incisivi, ponendo l'attenzione su rifugiati, problemi ambientali, bullismo e altro. Interessante anche come Unilever mantiene la coerenza visiva grazie a collage fotografici colorati e grafica con marchio.
    7. IBM (6,7 milioni). Offrono principalmente contenuti orientati alla tecnologia ma infondono anche valori di diversità e integrazione, come nel caso della Pride Week e del Womens Equality Day.
    8. Nestlé (6,5 milioni). Nessuna sponsorizzazione di alimentari e bevande per questa azienda, che utilizza LinkedIn priincipalmente per assumere personale e diffondere valori di diversità e integrazione, sostenibilità e innovazioni spaziali.
    9. Facebook (4,5 milioni). Altra salita in classifica rispetto alla lista originale di LinkedIn, anche Facebook recupera una posizione e si piazza davanti ad Accenture. I suoi contenuti si concentrano principalmente sullo sviluppo della carriera e sulle opportunità professionali.
    10. Accenture (4,5 milioni). Chiude la classifica Accenture, che predilige contenuti multimediali pubblicando brevi video e i suoi nuovi podcast, il tutto condito dal suo irrinunciabile colore viola che rende il marchio subito riconoscibile.

Pattern comuni

Individuare dei pattern comuni può essere utile in modo da migliorare la nostra strategia su LinkedIn e aspirare alla tanto ambita top ten.

Ma anche se non vogliamo puntare così in alto, sicuramente saranno utili per migliorare la nostra presenza su questo social, ma in generale tutta la nostra presenza online.

Vediamo allora quali sono le caratteristiche comuni nella presenza di queste aziende su LinkedIn:

  • Condividono contenuti video brevi, originali e facilmente fruibili anche senza audio
  • Sottolineano le loro iniziative sociali ed è molto interessante di come questo avvenga proprio su un social focalizzato sul business
  • Diffondono valori di diversità e integrazione. Le persone vogliono seguire e fare affari con organizzazioni che condividono i loro valori.
  • Mettono in luce i propri talenti ma elevano al contempo la voce dei propri dipendenti, in modo che le persone non si identifichino con l'azienda ma con le persone che ci lavorano
  • Trovano modi creativi e avvincenti per mostrare le loro innovazioni.

Quali altri importanti insegnamenti possiamo trarre da questa lista? Facci conoscere la tua opinione nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Articoli correlati

Tutti i post -------->

wam.png

Iscriviti alla nostra community!

marketers-la-community.png

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l’obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

marketers-la-community.png

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.