wearemarketers
latuanutrizionista

Una nutrizionista lascia lo studio e crea un business online a sei cifre: ecco la sua storia

Come si rende totalmente digitale una professione svolta offline? È quello che scopriremo in questo caso studio.

Il progetto in questione è “La Tua Nutrizionista”, creato a quattro mani da Silvana Izzo e Alessandro De Angelis.

Silvana era una nutrizionista che gestiva uno studio classico, con le clienti che arrivavano tramite passaparola.

Alessandro aveva già in mente di aiutare Silvana ad andare online, ma gli impegni di lavoro di entrambi rendevano difficile fare il passaggio.

L’occasione giusta arriva con la pandemia: Silvana si ritrova improvvisamente senza poter vedere le clienti, Alessandro senza poter fare il suo lavoro.

Iniziano da soli a studiare i competitor, creare una comunicazione ad hoc e produrre contenuti per Instagram.

I risultati sono sorprendenti: in un anno raggiungono 40.000 followers e una lista d’attesa di 3.000 persone.

Ad oggi, la pagina ne conta quasi 74.000.

In questo caso studio analizzeremo le fasi della loro crescita su Instagram e il primo lancio del corso “La Tua Dieta”, fatto a settembre 2021 in collaborazione con Emanuele Amodeo e Renato Gioia di Marketers Accelerator.

Questo primo lancio ha generato oltre 70.000€ di fatturato in 3 giorni.

Vedremo anche il concept dietro al secondo lancio, fatto a gennaio 2022.

Tutto chiaro?

Perfetto, ora lasciamo la parola a Silvana.

Quando io e Alessandro ci siamo conosciuti rispondevo alle clienti anche alle 23 di sabato sera.

alessandro silvana

Avevo uno studio da nutrizionista a Napoli, che funzionava grazie al passaparola. Non avevo mai investito in pubblicità e non credevo molto nel mondo online.

Alessandro invece studiava digital marketing da 5 anni e applicava quello che imparava nel suo lavoro, nel mondo della musica.

Io avevo creato da tempo il profilo Instagram “La Tua Nutrizionista”, ma postavo poco, senza costanza e senza strategia.

Perché teniamo entrambi così tanto alla mia professione?

La risposta è nelle nostre esperienze personali. Tutti e due abbiamo avuto parenti che hanno avuto seri problemi di rapporto con il cibo.

L’idea di creare “La Tua Nutrizionista” è nata proprio dal desiderio genuino di aiutare più persone possibile a non cadere in questa trappola.

Alessandro mi diceva sempre che io avevo un approccio completamente diverso rispetto a quello di altre nutrizioniste, e che con la mia empatia e solarità ero la persona perfetta per riuscire in questo intento.

In effetti, ho sempre avuto uno stile di comunicazione diverso dalle altre.

Mentre le altre dicevano di non mangiare, io dicevo di mangiare, di amare e apprezzare il cibo.

Secondo me tutto sta nel creare e mantenere una dieta e uno stile di vita equilibrati, senza troppe rinunce.

Non vedo la dieta come qualcosa da mantenere per tre mesi, ma per tutta la vita.

Così Alessandro mi chiedeva:

Perché non prendere tutto questo e portarlo online?

Fino ad allora non avevamo ancora avuto modo di realizzare nulla.

Questo, almeno, fino a febbraio 2020.

Da 1.000 a 40.000 followers in un anno

Con l’arrivo del Covid, io non potevo più fare consulenze in presenza, e il lavoro di Alessandro nel mondo della musica si era azzerato.

È il momento giusto.

Abbiamo iniziato a lavorare sul profilo per 12 ore al giorno, 7 giorni su 7.

profilo instagram

Alessandro sapeva che l’unico modo per far arrivare la mia personalità alle persone era quello di parlare in video.

C’era due problemi però.

Alessandro partiva da zero in ambito di videomaking e editing video.

Io invece partivo da zero in ambito di copy, comunicazione e scioltezza davanti alla videocamera.

Mi ricordo ancora che una volta abbiamo litigato 6 ore perché non riuscivo a mettermi di fronte alla videocamera e dire «Basta che prepariate la lista prima di uscire a fare la spesa».

In ogni caso, fin dall’inizio abbiamo adottato una strategia comunicativa definita e pensata.

Ad esempio, abbiamo sempre e solo pubblicato foto in cui io sorridevo.

È stato Alessandro a spingere molto su questo aspetto:

se volevamo comunicare l’idea della dieta come un’esperienza felice e serena, anche le mie foto dovevano trasmettere questo concetto.

Il messaggio che volevamo trasmettere (e che volevamo iniziassero a pensare le persone che ci seguivano) era sempre uno: “che bello, sto facendo la dieta!”

Questo veniva declinato in tutto: nelle foto, nei copy, nei video e nel tone of voice.

post tone of voice

Soprattutto, abbiamo anche preso una strada diversa da quella convenzionale.

Per tanti mesi, mentre il canale cresceva, ci arrivavano un sacco di richieste di consulenze che noi non prendevamo.

Per noi era importante non vendere nulla finché le followers non avrebbero capito esattamente chi ero e cosa volevo comunicare.

post comunicazione

Le persone dovevano avere chiaro che stavamo costruendo tutto questo per aiutarle, non per vendere qualcosa, perché questo è il motivo per cui abbiamo iniziato.

Per mesi abbiamo tenuto ritmi di pubblicazione altissimi. Alessandro mi tirava giù dal letto alle 6 di mattina e continuavamo a lavorare fino a sera, pranzando davanti al pc mentre lavoravamo.

Ma i risultati sono arrivati:

In un anno abbiamo raggiunto 40.000 followers unicamente in organico (a parte qualche post sponsorizzato, ma senza alcuna strategia dietro).

Io e Alessandro abbiamo deciso che quando avremmo iniziato a vendere qualcosa, sarebbe stato qualcosa di nostro, che potesse dare veramente valore aggiunto a chi ci segue (insomma, niente affiliazioni con brand in cui non credevamo).

La prima volta che abbiamo venduto consulenze tramite la pagina ne abbiamo vendute 30. Sono state le mie prime 30 consulenze online.

Da lì non ho più ripreso a fare consulenze offline.

Arrivata al secondo lockdown, però, ero esaurita.

Lavoravo 8-9 ore al giorno con le consulenze e non avevo più tempo di fare contenuti. E avevamo circa 3.000 persone in lista d’attesa, che non riuscivamo a far scorrere.

Come potevamo aiutare tutte le persone in lista d’attesa senza che io lavorassi di più?

Abbiamo avuto un’idea insolita: creare qualcosa che aiutasse le persone a strutturarsi la propria dieta in autonomia.

Ma cosa?

Avevamo bisogno di un aiuto.

Così, a fine primavera 2021, abbiamo contattato Renato Gioia e Emanuele Amodeo di Marketers Accelerator.

Come applicare il Metodo Marketers e diventare una nutrizionista online di successo

Abbiamo visto in Renato ed Emanuele un fortissimo entusiasmo che a noi stava venendo meno.

Ovviamente, fino ad allora il nostro business era troppo legato al mio tempo.

Nell’anno di lavoro sul profilo che avevamo appena concluso, avevamo dato vita a un tipico business consulenziale, in cui una persona si iscriveva alla lista d’attesa, faceva la chiamata con me per definire il piano alimentare e poi c’erano delle chiamate di controllo.

Questo sistema non era scalabile.

sito la tua nutrizionista

Così è nata l’idea:

svincolare il mio tempo dalle entrate economiche, mantenendo comunque l’impatto che volevamo dare sulla vita delle persone (perché questa era ed è sempre la nostra priorità).

Abbiamo proposto a Renato l’idea di realizzare un corso che in qualche modo potesse sostituire il contatto con me e che aiutasse comunque le persone a creare la propria dieta in modo autonomo.

Come? Attraverso una consapevolezza maggiore di come funziona il cibo e l’alimentazione, e di come vivere entrambe le cose in serenità.

Era una sfida per tutto il team.

Il problema principale era comunicativo:

Le persone sono abituate a farsi fare un piano alimentare.

Metterle nella condizione di costruirselo in autonomia è un cambio di mindset davvero delicato da trasmettere.

Dovevamo provarci.

Tra maggio e settembre abbiamo realizzato i contenuti del corso e programmato quello che sarebbe stato il primo lancio, che è quello di cui parliamo in questo caso studio.

Ecco la prima strategia per creare un corso digitale memorabile

Le fasi del lancio e del pre lancio sono state guidate principalmente da Renato.

La prima fase è stata di pura ricerca.

In questa fase ci siamo affidati molto alla nostra conoscenza del mercato, perché ci lavoriamo da anni e avevamo parlato con centinaia di persone.

Lo scopo del progetto, in ogni caso, era quello di cambiare l’idea tipica di dieta, che di solito è molto legata all’ansia e ai sacrifici.

Il primo step della strategia di creazione del corso è stato studiare la nostra Community.

Ecco perché abbiamo fatto alcuni giochi con i followers su Instagram e con le mie clienti.

Ad esempio, abbiamo chiesto a cosa venisse associata la parola dieta.

C’era grande differenza tra le risposte della Community e quelle delle mie clienti.

A questo punto, a partire dagli spunti dati dalla Community e dalle mie clienti, abbiamo costruito un sistema di credenze e quelli che sarebbero stati i punti di forza su cui poi avremmo spinto durante tutta la fase di comunicazione.

Il punto focale della comunicazione, e quindi il pay off del corso, era chiaro:

introdurre per tutti un nuovo concetto di dieta, felice e di autonomia, che fosse flessibile e personalizzabile anche a seconda dei propri gusti e del proprio percorso.

Il nome? “La Tua Dieta”.

Racchiudeva alla perfezione il mio brand e l’idea di indipendenza che volevamo trasmettere.

Essendo il primo lancio del prodotto, abbiamo puntato molto sulla curiosità che generava e abbiamo svelato gradualmente cosa sarebbe successo da lì alle prossime settimane.

Il primo passo da fare era sviluppare un piano editoriale in cui andare a rafforzare ognuno dei punti che avevamo individuato, trasmettendo valore al nostro pubblico.

L’intero funnel di lancio consisteva in una fase di pre-pre lancio, una fase di pre lancio e una fase di lancio con le vendite aperte per tre giorni, dal 20 al 22 settembre 2021.

Metodo Marketers: Valore

La fase di valore, essendo un profilo Instagram, era già in atto da un anno e mezzo.

Da quando abbiamo creato il profilo, abbiamo sempre cercato di creare contenuti che cambiassero i pregiudizi e i preconcetti delle persone riguardo alla dieta e alla nutrizione.

Ad esempio, alcuni contenuti che hanno funzionato più di altri sono quelli in cui abbiamo riproposto ricette notoriamente “grasse” in modo sano:

post zuccagna

Oltre a questo, per far crescere l’account, abbiamo anche creato alcuni giveaway e sponsorizzato i post che andavano meglio.

Per quanto riguarda il lancio di “La Tua Dieta”, abbiamo seguito un approccio diverso.

Siamo andati a identificare una serie di competitor internazionali e nazionali e abbiamo analizzato i loro contenuti di maggiore successo.

A questo punto abbiamo condotto quello che Renato chiama un processo di “Astrazione”, ovvero abbiamo identificato quali fossero le idee e i concetti più comuni e ripetuti tra tutti questi contenuti.

Abbiamo studiato in modo approfondito quali fossero gli elementi visivi, pratici e di format ricorrenti.

Abbiamo anche analizzato i commenti pubblicati sotto ai post dei competitor per capire gli interessi delle persone.

Da lì poi abbiamo connesso le idee più forti uscite dalle nostre analisi per creare contenuti inediti da inserire nel nostro piano editoriale (questa è la fase che Renato chiama di “Connessione”).

Renato ha approfondito i processi di Astrazione e Connessione in una Masterclass all’interno di Marketers Pro, in cui spiega nel dettaglio come condurre entrambi i processi.

È un metodo incredibile per non essere mai a corto di idee e creare in modo quasi certo contenuti che funzionano.

Per noi seguirlo è stato fondamentale.

Se sei dentro Marketers Pro, puoi rivedere la Masterclass a questa pagina.

Altrimenti puoi entrare prima in Marketers Pro a questa pagina.

In ogni caso, nel piano editoriale abbiamo inserito contenuti che andassero a diffondere il  nostro sistema di credenze e i punti di forza del percorso:

la personalizzazione, il concetto di peso gnocca (ovvero un peso in cui ci si sente bene e in forma, che non è un semplice numero sulla bilancia), il vedersi e sentirsi bene piuttosto che pensare a un numero, il concetto di adattarsi ai propri ritmi ecc.

post peso gnocca

Il piano editoriale da una parte puntava sugli elementi di forza del prodotto, dall’altra puntava su uno storytelling di rivelazione graduale di quello che sarebbe successo.

Mentre proseguiva la fase di valore con contenuti specifici per il pre lancio, abbiamo dato il via alla fase di acquisizione.

Metodo Marketers: Acquisizione

All’inizio c’erano delle pagine optin, in cui quello che facevamo era andare ad anticipare che ci sarebbe stato un percorso.

Cercavamo di far percepire alle persone che avevamo qualcosa che avrebbe permesso di vivere la dieta con felicità, serenità e in modo autonomo.

Come?

Attraverso un video che raccontava il percorso. Durante questa fase, abbiamo creato diverse campagne di acquisizione, che hanno raggiunto ottimi risultati:

Copertura: 536.259

Impression: 1.308.564

Spesa totale: 2.906,39

Lead:  13.350

CPL: 0,21€

Click: 39.728

Grazie agli angoli di comunicazione ottenuti dallo studio della Community e del mercato siamo riusciti a mantenere un CPL (Cost Per Lead) basso e acquisire contatti in target.

Abbiamo giocato molto anche sul racconto del prodotto.

post annunciazione corso

Non restava che rafforzare il rapporto con la nostra Community e continuare ad acquisire nuovi contatti.

Metodo Marketers: Community

In questa fase abbiamo anche aggiunto una mail settimanale che raccontava le mie riflessioni della settimana, per tutti quelli che avevamo acquisito nella lista d’attesa.

La newsletter serviva come ulteriore punto di contatto con il pubblico e abituava le persone ad aprire le mail che inviavamo.

Questa piccola accortezza, assieme al resto degli accorgimenti fatti durante il lancio, ci ha dato risultati incredibili in fase di Conversione.

Durante il pre lancio abbiamo anche rilasciato 3 pdf gratuiti e 3 lezioni gratuite estratte dal corso.

Per dare agli utenti i pdf abbiamo sfruttato la chat DM di Instagram, collegando il bot Manychat e sfruttando la funzionalità “Commenta un post”.

In questo modo, ogni volta che un utente commentava un determinato post, riceveva una sequenza di messaggi che lo portavano all’optin page del pdf specifico.

Questa si è rivelata un’ottima strategia di acquisizione sulla Community che abbiamo sfruttato per 2 pdf su 3. Il primo ha ricevuto ben 2.194 commenti.

post pigiama 1
post pigiama 2

Nel mentre, nei 4 giorni precedenti al lancio (dal 15 al 19 settembre), abbiamo inviato una lezione gratuita al giorno a tutti gli iscritti al lancio.

Io creavo anche delle stories con swipe up dal mio profilo per guardare le lezioni.

Domenica 19 settembre, l’ultimo giorno prima del lancio, abbiamo pubblicato un post di ringraziamento alla Community, in cui si anticipava che il giorno dopo per alcuni di loro poteva iniziare una nuova avventura assieme a me (il corso stesso).

In quel post veniva anche rilasciato un ultimo pdf.

Una nutrizionista lascia lo studio e crea un business online a sei cifre: ecco la sua storia 1
Una nutrizionista lascia lo studio e crea un business online a sei cifre: ecco la sua storia 2

Anche in questo caso la strategia ha funzionato molto bene, generando un totale di 634 commenti.

Questo post, oltre a rilasciare il pdf, aveva un messaggio che annunciava l’apertura delle iscrizioni al corso “La Tua Dieta” dell’indomani.

Così, il giorno dopo, abbiamo potuto inviare il messaggio di aperture vendite con il link alla sales page a tutti quelli che avevano chiesto il pdf tramite dm il giorno prima.

Lunedì 20 eravamo ufficialmente pronti ad aprire le vendite.

Metodo Marketers: Conversione

Vendite aperte per 72 ore, come ogni tipico lancio Marketers.

post apertura vendite
mail lancio 1

Questa era la sales page del corso.

Durante il lancio abbiamo inviato cinque mail, una il primo e il secondo giorno, e tre il terzo (che puntavano sull’Urgency).

La prima mail inviata è quella che ha ottenuto il CTR più alto (10,44%), con un OR del 25,17%.

dati mail lancio 1

La prima mail del terzo giorno invece ha avuto un OR del 22,85% e un CTR del 3,23%.

Per quanto riguarda le ads, abbiamo speso rispettivamente:

  • 906,39€ in fase di pre lancio;
  • 493€ per la campagna di lancio;
  • 159,79€ per la campagna di retargeting;
  • 390,45€ per la campagna di Urgency dell’ultimo giorno.

In totale, 5.949€.

La campagna che ha performato meglio è stata quella di retargeting, in particolare con queste Ads:

Quest’ad cercava di battere sui punti di forza del corso stabiliti in fase di creazione del prodotto: indipendenza, serenità e adattabilità.

Questa era un’ad di retargeting che sfruttava la riprova sociale, mandando le persone su una Love Page di recensioni positive.

Qui si invitava i contatti a chiarire eventuali dubbi con la live chat.

Un’altra campagna che ha performato molto bene è stata una campagna di Urgency lanciata l’ultimo giorno:

Alla fine, il picco più alto di vendite è stato mercoledì 22 Settembre alle ore 21:00, mentre il secondo picco più alto è stato mercoledì 22 Settembre alle ore 19:00.

grafico picchi vendite

Abbiamo avuto i due picchi in corrispondenza dell’invio delle ultime due mail di Urgency.

In totale le vendite sono state 493: 115 il lunedì, 137 il martedì e 237 il mercoledì, per un fatturato totale di $67.691,85.

vendite totali

Sicuramente alcune delle cose che hanno funzionato meglio sono state:

  • la campagna di contenuti pianificata per ogni singolo contenuto da metà agosto in poi, in modo da veicolare il sistema di credenze settimana dopo settimana;
  • il recap di email settimanale e i pdf (contenuti di valore molto apprezzati dalla Community e un ottimo gancio di acquisizione per noi);
  • il prodotto: abbiamo dimostrato che c’è domanda di mercato e che i primi feedback sono molto positivi;
  • essere super attivi nelle stories e rispondere a TUTTI i dm che ricevevamo;
  • le creatività ads e il video di introduzione del lancio.

Metodo Marketers: Scalabilità

Arrivata la fase di scalabilità, oltre a concentrarci sulla strategia di crescita del profilo Instagram, abbiamo iniziato a programmare il lancio di gennaio.

Abbiamo deciso di creare un lancio diverso dal solito, a partire dal contesto in cui operavamo, ovvero quello dei buoni propositi di inizio anno.

Con l’aiuto di Renato abbiamo adottato di nuovo una strategia di Astrazione e Connessione di elementi.

Culturalmente, la dieta di inizio anno è uno scontro tra i propri obiettivi e la procrastinazione.

Così abbiamo estremizzato il concetto…

Io (nei panni dell’agente segreto zero zero bubusettete) e le mie clienti avremmo intrapreso assieme una missione speciale per sostenere le forze dei buoni propositi e sconfiggere la procrastinazione.

L’ingaggio veniva direttamente dalla “gnoccaggine”, il termine che uso per indicare un peso forma senza numeri, in cui ci si sente bene e a proprio agio con sé stesse.

missione gnocca

In questa fase ci siamo inventati tutto lo storytelling, con diversi punti di contatto, tra cui le mail, un video e una Thank You Page che si basava sempre su questa storia.

La missione durava in totale dieci giorni.

Per ognuno dei dieci giorni condividevo una piccola abitudine con le ragazze iscritte, che poi potevano inserire nella propria routine.

Lo scopo della campagna era questo:

forniamo alle persone degli strumenti e delle informazioni per vincere questa battaglia.

Completata la missione speciale, abbiamo riaperto le iscrizioni per tre giorni.

Abbiamo acquisito lead a 0,40€ e abbiamo avuto più di 10.000 optin.

I tassi di apertura delle mail si sono aggirati tra il 45% e il 70%.

Al momento, in 7 mesi di collaborazione con Renato e Emanuele di Marketers Accelerator, abbiamo prodotto 120.000€ e quasi raddoppiato la crescita del profilo Instagram (che ora conta oltre 70.000 followers).

dati notjustanalytics

In questo periodo abbiamo anche cercato di creare un sistema più scalabile di produzione ed editing dei contenuti, accorpando la produzione nell’arco di una settimana al mese e coinvolgendo un editor esterno al posto di Alessandro.

In questo modo riusciamo a mantenere alto il tasso di pubblicazione e crescita dei followers senza dover investire tempo in più.

In futuro ci vediamo più liberi, dopo due anni di 12 ore al giorno di lavoro (e tante soddisfazioni).

Ci teniamo a dire che tutto questo è davvero il lavoro di un sacco di pianti, di sacrifici, di Alessandro che mi buttava giù dal letto alle 6 del mattino per iniziare a lavorare il prima possibile.

Eravamo davvero focalizzati solo su un obiettivo, quello di realizzare il nostro progetto. Andavamo a dormire la sera con quel pensiero e ci svegliavamo la mattina con lo stesso pensiero.

La nostra è la storia di due persone che hanno voluto sinceramente aiutare altre persone.

E che ci stanno riuscendo.

Conclusione

Siamo arrivati alla fine.

In questo caso studio abbiamo visto come Silvana e Alessandro di “La Tua Nutrizionista” siano riusciti prima a digitalizzare completamente la professione di Silvana e a creare un profilo che ad oggi conta quasi 74.000 followers, e poi come, con l’aiuto di Renato ed Emanuele di Marketers Accelerator, abbiano condotto un lancio di 72.000€ seguendo gli step del Metodo Marketers.

Uno dei metodi che hanno garantito il successo del progetto, è stato il metodo di Astrazione e Connessione di Renato, per la produzione di idee e di campagne di marketing inedite.

Renato lo spiega nel dettaglio nella sua Masterclass “Trucchi di magia per aspiranti marketer”.

Se vuoi capire come guidare il tuo processo creativo, evitare la confusione e trovare la tua prossima grande idea, ti consigliamo di rivederla a questo link.

Se non riesci a vederla, puoi accedervi entrando in Marketers Pro, la nostra membership premium. Trovi tutti i dettagli qui.

Se invece vuoi continuare a formarti e restare aggiornato sulle novità in ambito business online e marketing digitale, iscriviti a 20/80.

È la nostra newsletter gratuita che ogni settimana ricopre tutte le principali notizie del settore in 5 minuti.

 

 

Accedi a Marketers

Non hai un account? Iscriviti adesso.

Iscriviti gratuitamente a Marketers o accedi per utilizzare questa funzione. Riceverai anche 20/80, la nostra newsletter con strategie e notizie di marketing e business.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers