Google inizia a usare BERT per creare dei caroselli di top stories

BERT e apprendimento automatico: cambiano così le modalità di ricerca di Google, aiutando gli utenti a trovare le notizie più rilevanti su un determinato argomento

Grazie a BERT e ad altre tecniche di apprendimento automatico, Google sta raggruppando gli articoli di notizie in dei caroselli di top stories nella sezione principale di Ricerca di Google, così da aiutare gli utenti a trovare facilmente i migliori articoli relativi a una particolare notizia.

Come ha spiegato Duncan Osborn, product manager di Google Search, infatti:

When you’re searching for information on a timely topic–a recent sports upset or the latest scientific breakthrough–you see a carousel of articles at the top of your Search results highlighting relevant news. Now, when there are multiple stories related to your search, we’ll also organize the results by story so it’s easier to understand what’s most relevant and you can make a more informed decision on which specific articles to explore.

Le news non sono raggruppate solo in notizie recenti ma presenteranno anche altri contenuti rilevanti, volti ad offrire un contesto più approfondito riguardo alla ricerca effettuata e offrire una prospettiva più ampia dell'argomento.

before-after

Ma come viene utilizzato l'apprendimento automatico per generare questi risultati? Google ha spiegato che:

To power this new experience, we developed a new story-understanding technology to map the people, places and things involved in a news story, and then draw connections between them. This technology allows us to create distinct groups of news articles. To generate these groups, we use a variety of machine learning techniques including BERT models to examine the related articles and determine where one story ends and another begins.

Secondo Google, quindi, raggruppare i risultati in storie definite è utile per aiutare le persone a navigare nei risultati di ricerca e trovare i contenuti più pertinenti.

Questi aggiornamenti sono disponibili a partire da oggi sui dispositivi mobili nei risultati di ricerca in inglese e verranno implementati in più lingue e località nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Articoli correlati

Tutti i post -------->

wam.png

Iscriviti alla nostra community!

marketers-la-community.png

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l’obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

marketers-la-community.png

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.