Le risposte degli assistenti virtuali stanno peggiorando: siamo arrivati al loro limite tecnologico?

Le prestazioni degli assistenti virtuali sembrano calate nell'ultimo anno. Questo tipo di tecnologia ha davvero raggiunto il suo limite massimo?

Le risposte degli assistenti virtuali stanno peggiorando: siamo arrivati al loro limite tecnologico?

In questi giorni Perficient Digital ha rilasciato uno studio che dimostra come gli assistenti virtuali, in particolare Google Assistant, Siri, Alexa e Cortana, non solo non hanno aumentato le loro prestazioni nell’ultimo anno ma sembra che queste siano addirittura peggiorate.

Nessuno di questi assistenti virtuali, infatti, riesce a rispondere in modo accurato alle domande che gli vengono rivolte. Questo suggerisce che probabilmente questo tipo di tecnologia ha temporaneamente raggiunto il limite con il tipo di algoritmo che viene utilizzato.

Eric Enge di Perficient Digital ha infatti dichiarato che

Overall, though, progress has stalled to a certain degree. We’re no longer seeing major leaps in progress by any of the players. This may indicate that the types of algorithms currently in use have reached their limits. The next significant leap forward will likely require a new approach.

Per il momento, la percentuale complessiva più alta di risposte corrette e complete appartiene a Google Assistant da smartphone mentre il peggior assistente virtuale, con il maggior numero di risposte errate, sarebbe Siri, la cui accuratezza delle risposte sembra diminuita del 12% rispetto allo scorso anno.

Se non viene sviluppata una nuova tecnologia –e nuovi algoritmi– sembra quindi che il futuro degli assistenti virtuali non sia destinato a una lunga vita.