Account Google Ads

Account Google Ads la guida Marketers completa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Se vuoi fare advertising in modo serio, non puoi ignorare Google Ads. Infatti, per il tuo business, sarà fondamentale avere un account Google Ads ed investire tempo e denaro nel programma pubblicitario del migliore motore di ricerca al mondo, o quanto meno, quello più usato in Italia.

Questo strumento permette di sfruttare in pieno le enormi potenzialità di Google, in termine di dati e tecnologia.

Quando si parla di pubblicità, specialmente in Marketers, si parla di investimento…

La nostra macchina dell’advertising utilizza Google Ads per noi e per i nostri partner e clienti. La configurazione di un Account Google Ads, inoltre, non è così difficile.

Imparare ne vale la pena, se pensi come possa davvero far decollare il tuo business.

Qualche anno fa, quando ancora era chiamato Google AdWords, rappresentava la nuova frontiera della pubblicità online, adesso invece è una colonna portante di ogni business che fa del digital marketing la propria ragione di vita.

In questo senso, Google Ads rappresenta un potenziale enorme, pensando alle risorse cui puoi accedere.

Hai mai visto link sponsorizzati durante una ricerca su Google?

Un video pubblicitario che interrompe un video divertente su Youtube?

La rete di Ricerca Google, Youtube, Gmail, Google Play e altri siti web partner possiedono un pubblico pressoché illimitato in grado di visualizzare la tua inserzione pubblicitaria.

Puoi scegliere obiettivi specifici per i tuoi annunci: generare lead telefoniche o visite al sito web. Come inserzionista puoi personalizzare il budget e il targeting, avviando e interrompendo la pubblicazione degli annunci in ogni momento, dando sempre un occhio al budget.

Noi stessi, in Marketers, creiamo campagne per decine di migliaia di euro ogni giorno. 

In questo articolo, troverai delle informazioni fondamentali per configurare al meglio il tuo Account Google Ads ed avere ottime performance in termini di ritorno sull’investimento pubblicitario.

Se non l’avessi ancora fatto, unisciti alla nostra community in cui si parla di advertising.

Sei pronto?

Partiamo.

 

Marketers Community
Iscriviti a: Google Advanced

La Community Google Ads più grande d’Italia

Account Google Ads cos’è e a cosa serve?

Volendo partire dall’inizio e dal funzionamento delle logiche che regolano Google Ads, possiamo dire che mostra annunci quando un utente fa una ricerca online.

Ok, fin qui ci eravamo arrivati tutti…

La cosa importante è capire come far sì che gli annunci che mostrano prodotti e servizi siano i tuoi.

Google Ads, attraverso le sue tecnologie, ti aiuta a mostrare annunci a potenziali clienti, proprio nel momento in cui sono pronti all’acquisto.

Capisci bene quanto sia importante sfruttare questa piattaforma per la tua pubblicità online…

Per farlo bisogna impostare un Account Google Ads per gli obiettivi da raggiungere, il target che vuoi colpire e il budget che intendi impostare. Nel prosieguo dell’articolo, vedremo tanti altri aspetti molto importanti per definire in modo dettagliato le tue campagne.

L’account Google Ads, come spieghiamo approfonditamente nella nostra guida Google Ads, ti servirà ad amministrare e gestire tutte le attività e i vari tipi di campagna, che ti ricordiamo in breve:

In particolare:

  • Potrai selezionare il tuo obiettivo (lead generation, vendita)
  • Potrai scegliere l’area geografica in cui mostrare l’annuncio. Può essere un’area locale, nazionale o mondiale.
  • Potrai creare l’annuncio
  • Potrai impostare il limite massimo del tuo budget mensile.

L’annuncio verrà mostrato tutte le volte che un utente di quella determinata area geografica, cerca un prodotto o un servizio della tua nicchia di mercato.

Acount Google ads campagne

La cosa interessante è che pagherai solo a risultato raggiunto, ovvero quando avviene interazione con l’annuncio da parte dell’utente (clic o chiamate alla tua attività).

Ecco perché capire come impostare bene un account Google Ads è fondamentale…

Come creare account Google Ads

Se non l’hai ancora fatto e sei titolare di un’attività o un business a cui potrebbe certo far comodo fare pubblicità o vendere online, ecco come creare un account Google Ads.

Vai su questa pagina per cominciare!

Account Google-Ads-pagina start

Registrati a Google Ads per iniziare a raggiungere nuovi clienti. Ti serviranno un sito web funzionante e un indirizzo email. Inoltre, anche in assenza di un sito web avrai la possibilità di lanciare le tue campagne intelligenti, una delle modalità offerte dalla piattaforma.

Esistono due tipologie di account: Smart ed Esperto. L’impostazione di default è quella Smart, ma se sei un marketer di professione, potrai facilmente passare alla modalità Esperto. Approfondisci qui le modalità del passaggio da una modalità all’altra.

Modalità Smart

  • Da Google Ads, accedi al tuo Account Google. Se utilizzi già un prodotto Google o lo stesso Gmail avrai già un account Google esistente, oppure creane uno. Vai su Crea un account in basso della schermata principale e segui le istruzioni per creare e confermare un nuovo Account.
  • Una volta fatto accesso, puoi creare la tua prima campagna, impostando:
    – Obiettivo della campagna,
    – Riferimenti come Sito web e nome dell’attività
    – Annuncio con titoli, descrizioni e numero di telefono
    – Parole chiave che chiariscano il tuo business
    – Geolocalizzazione
    – Budget da investire
  • Imposta anche i dati di fatturazione: scegli il Paese di fatturazione e seleziona il tuo indirizzo di fatturazione. In questo modo verranno determinate le opzioni per la valuta. Seleziona, inoltre, il fuso orario corretto. Fai attenzione perchè report, statistiche e fatturazione dipendono dal fuso orario scelto.Google ha molti partner che offrono codici promozionale per fare pubblicità con Google Ads: se lo possiedi, inserisci il codice in “Offerta di lancio” e poi vai su Applica.
  • Seleziona un profilo di pagamento. Puoi impostare il Tipo di account come Organizzazione o come Privato, in base alla fiscalità del tuo paese.
    Inserisci i dati  del tuo metodo di pagamento preferito. Scegli tra carta di credito o Paypal o conto corrente.
  • Infine clicca su Invia per creare la campagna e completare la configurazione del tuo account Google Ads..

Ricorda che c’è un tempo di approvazione per la campagna e la richiesta di apertura dell’account. In caso di esito positivo, la tua campagna comincerà ad essere mostrata agli utenti. 

Modalità Esperto

Altra modalità, dedicata ai più avvezzi all’advertising e a chi vuole meglio ottimizzare le campagne, è quella Esperto. Puoi creare un account in modalità Esperto, senza creare necessariamente una campagna contestuale.

  • Accedi al tuo Account Google esistente o creane uno nuovo, come sopra.
  • In Nuova campagna, vai su Passa alla modalità Esperto in basso.
  • Creando una una campagna in modalità Esperto dovrai:
    – Stabilire un Obiettivo della campagna
    – pensare al Tipo di campagna
    – creare un Gruppo di annunci
    – un Annuncio
    – Impostare la Fatturazione e il metodo di pagamento
  • Infine, clicca su Invia, così crei la campagna e completi l’account.

Come vedremo nel prosieguo di questa guida, ci sono varie possibilità con un account Google Ads che può essere utilizzato sia dai privati che da professionisti ed agenzie che lavorano per altre aziende.

Account Google Ads personale

In base alla tua attività, quindi, Google Ads ti pone di fronte diverse tipologie di account. In particolare:

  • Account personale
  • Account organizzazioni o amministratore

Le differenze sono molteplici, come viene spiegato in questo articolo.

Gli Account Google Ads consentono:

  • Accesso a tutti i prodotti e servizi Google, come Gmail, Blogger, Hangouts.
  • Creazione con qualsiasi indirizzo email, ad esempio quello aziendale o altri servizi (esempio: @yahoo.com, @hotmail.com e altri)

Con Account Google Apps per le aziende, invece, bisogna fare attenzione.

Infatti, usando la stessa mail di registrazione per altri servizi al di fuori di quelli riservati alle aziende, avrai già creato un account che non potrai utilizzare.

Nel prossimo paragrafo, parleremo delle caratteristiche dell’account amministratore dal quale potrai gestire varie funzionalità…

Account Google Ads amministratore

Un account amministratore è un account Google Ads che permette di tenere sotto controllo e gestire facilmente anche più account Google Ads insieme, da un’unico account. Sono compresi anche altri account amministratore.

Capisci bene come un account Google Ads amministratore può essere davvero utile in caso di agenzie o professionisti che gestiscono vari account e lavorano con le inserzioni giornalmente…

Infatti, per gestire più account Google Ads contemporaneamente e risparmiare tempo prezioso, l’account amministratore è la soluzione migliore.

L’account Google Ads amministratore ti permette di:

  • Accedere, con le stesse credenziali, a tutti gli account Google Ads cliente, compresi gli altri account amministratore.
  • Tenere sotto controllo, monitorare e navigare in tutti gli account, utilizzando un’unica dashboard facilmente interpretabile.
  • Creare, modificare e gestire campagne per account clienti dall’account amministratore.
  • Confrontare facilmente report di rendimento di tutti gli account.
  • Utilizzare la fatturazione consolidata, ovvero la possibilità di ricevere in un’unica fattura mensile i costi di tutti gli account cliente.
  • Monitorare massivamente gli avvisi per tutti gli account collegati.

Il consiglio di Marketers è quello di utilizzare un account Google Ads Amministratore se gestisci inserzioni e campagne per terzi. È il metodo che adottiamo anche noi, avendo a che fare con partner e clienti e maneggiando diverse migliaia di euro di pubblicità.

In particolare, puoi associare ben 20 account Google Ads ad un unico indirizzo email. La soluzione ideale se hai una mole di lavoro così grande.

Come funziona?

È bene chiarire che l’account amministratore non è un’evoluzione dell’account Google Ads, ma è un account Google Ads indipendente, che puoi tranquillamente creare.

Insomma è un account da cui gestire tutti gli altri in maniera più facile e veloce…

Da account amministratore, come detto sopra, per gli account cliente, puoi svolgere e gestire svariate attività: dal monitorare il rendimento degli annunci, a creare e modificare le campagne.

Ricorda che come account amministratore, però, non puoi modificare le informazioni di proprietà di un account cliente, come metodi di pagamento o credenziali di accesso.

Se vi sono più account collegati ad un account amministratore, i singoli utenti degli account cliente possono, certamente, svolgere le loro normali attività, ma non avranno accesso agli account amministratore dai quali dipendono.

Possono, però, chiudere il rapporto e scollegarsi dall’account amministratore in qualsiasi momento.

Come amministratore, puoi invitare altri utenti al tuo account amministratore e regolare i vari livelli di accesso, stabilendo cosa possono o non possono fare.

Vai qui per approfondire.

Ecco come creare un account amministratore Google Ads:

  • Dalla home page dell’account amministratore Google Ads clicca su Crea un account amministratore.
  • Accedi con l’indirizzo email, come indicato in precedenza, per gestire il tuo account amministratore.
  • Inserisci un nome per il tuo account amministratore.
  • Puoi scegliere se gestire più account Google Ads di tua proprietà o quelli di altri utenti.
  • Seleziona il paese e il fuso orario. Queste impostazioni sono importanti per la fatturazione del tuo account e non possono essere modificato in seguito.
  • Seleziona una valuta per il tuo account.
  • Una volta finito, vai su Esplora il tuo account.

Come eliminare account Google Ads

Una volta capito come creare un account Google Ads, ecco come eliminarlo.

Eliminazione o cancellazione?

È bene fare un’attenta distinzione tra le due cose.

La cancellazione dell’account Google Ads, infatti, è diversa dall’eliminazione dell’Account Google.

Nel primo caso, i tuoi annunci non vengono più pubblicati, ma potrai continuare ad accedere all’account che esisterà ancora.

Se invece elimini il tuo Account Google, tutti gli account dei prodotti Google associati verranno cancellati. Questo dipende dal fatto che Google accomuna sotto un unico account tutti i suoi prodotti e strumenti, incluso Google Ads.

Ricorda che la cancellazione dell’account Google Ads fa sì che tutte le campagne attive si mettano in pausa.

Tuttavia vi sono delle eccezioni:

  • Se cancelli l’account, hai la possibilità di ricevere un rimborso per il saldo inutilizzato presente.
  • Puoi riutilizzarlo una volta riattivato.

La chiusura del tuo account comporta il pagamento dei costi pubblicitari maturati fino ad allora. Se, come detto, sono ancora presenti fondi, verranno rimborsati da Google sul tuo metodo di pagamento entro quattro settimane.

Ricorda che se  il tuo account Google Ads è inattivo da più di 15 mesi, quindi non ha fatturato per oltre 15 mesi, verrà chiuso in modo automatico.

Non tutti possono chiudere un account Google Ads.

Per cancellare il tuo account, hai bisogno dell’accesso come amministratore.
Questo vale sia per l’account amministratore, sia nel caso di chiusura di account cliente.

Ecco i passi operativi per chiudere l’account:

  • Accedi all’account Google Ads in questione.
  • Vai su Strumenti Google Ads in alto a destra.
  • Su Impostazione clicca su Preferenze.
  • Dopo clicca su Stato account ed espandila.
  • Fai clic su Cancella il mio account.

Abbiamo sinora visto molti dei passi operativi per gestire al meglio alcune funzionalità di Google Ads. Nozioni necessarie se sei alle prime armi.

Account Google Ads la guida Marketers completa 1

Account Google Ads limiti di annunci e campagne

Se pensavi che Google non avesse limiti, dovrai ricrederti…

Il tuo account Google Ads, infatti, presenta dei limiti massimi in alcune aree fondamentali. È molto probabile che non raggiungerai mai certi limiti, ma è bene conoscerli per evitare di incappare in limitazioni o sospensioni dell’account.

Questo vale, soprattutto, per chi lavora con molti account cliente e fa molte inserzioni al giorno…

Esistono limiti, per esempio, nel numero massimo di parole chiave disponibili o come numero di parole chiave da escludere.
Tra poco, ti elenco i limiti applicati alle diverse aree degli account Google Ads.

Ecco le limitazioni per le campagne e i singoli annunci:

  • Puoi avere un massimo di 10.000 campagne per account tra attive e in stand by
  • Hai un massimo di 20.000 gruppi di annunci per campagna
  • Le campagne locali e quelle per app hanno un limite massimo di 100 gruppi di annunci per campagna
  • Puoi gestire massimo 100 campagne Shopping intelligenti per account

Per quanto riguarda le singole inserzioni, invece:

  • Hai un limite di 300 annunci illustrati o galleria per gruppo di annunci
  • 50 annunci di testo non illustrati o galleria attivi per gruppo di annunci
  • Puoi avere 4 milioni di annunci per account (attivi e in pausa)
  • Un massimo di 3 annunci adattabili per gruppo di annunci

Ci sono anche dei limiti più specifici che riguardano le parole chiave da escludere e gli elementi di targeting.

  • Puoi avere 20 elenchi di parole chiave escluse condivisi per account
  • 000 parole chiave per elenco di parole chiave escluse
  • 000 parole chiave escluse per campagna
  • Per campagne su Rete Display e video, puoi inserire un massimo di 5000 parole chiave escluse.

C’è un lungo elenco, come detto, che riguarda il targeting e i vari elementi che lo compongono.

  • Sono 5 milioni gli elementi di targeting per gruppo di annunci per account che puoi utilizzare (si intendono: parole chiave, posizionamenti ed elenchi dei segmenti di pubblico)
  • Hai il limite di 1 milione di elementi di targeting per campagna per account
  • 500 località target per campagna, sia come target, sia come località escluse
  • Hai ben 20 elenchi di posizionamenti esclusi condivisi per account
  • 000 posizionamenti esclusi a livello di account per account
  • Un massimo di 128.000 posizionamenti esclusi totali per gruppo di annunci
  • Sono 3 gli elenchi di posizionamenti esclusi per ogni account amministratore, con un massimo di 250.000 esclusioni per elenco
  • Puoi condividere un massimo di 11.000 budget per account
  • Puoi impostare fino a 25.000 target per annuncio dinamico della rete di ricerca per account

Nel prossimo paragrafo parleremo della fatturazione e delle impostazioni di cui tener conto.

Seguimi…

Impostazioni account e fatturazione

Abbiamo già visto come dagli account amministratore Google Ads è possibile svolgere e modificare molte impostazioni. È importante capire come, una volta creato, l’account Google Ads sia una risorsa a tutti gli effetti.

Al suo interno, oltre alle informazioni di pagamento, vi sono dati importanti dell’azienda come dati di fatturazione, sicurezza, dati di transazioni ecc..

Ecco perché in questo paragrafo descriviamo una serie di attività, relative alle fatture, al budget e alla modifica delle impostazioni di fatturazione.

  • Accedere all’account amministratore Google Ads
  • Nell’elenco a discesa, clicca su un account incluso nella fatturazione
  • Poi clicca sull’icona Strumenti Google Ads e vai sulle Impostazioni di fatturazione in Fatturazione

Nella pagina Impostazioni puoi modificare le impostazioni per l’account di fatturazione consolidata, compresi l’indirizzo di fatturazione e le opzioni di invio delle fatture.

  • Dati aziendali
  • Accesso e sicurezza
  • Account collegati
  • Documenti e transazioni
  • Promozioni

Per configurare la fatturazione dell’account amministratore devi:

  1. Accedere all’account amministratore Google Ads
  2. Fare clic sull’icona Strumenti Google Ads e poi su Impostazioni in Fatturazione
  3. Fare clic sul pulsante + e aggiungi una nuova configurazione di fatturazione
  4. Nella nuova pagina comincia a selezionare il paese e la valuta di fatturazione
  5. Inserire l’ID profilo pagamenti che determina il responsabile dell’account Google Ads dal punto di vista dei pagamenti
  6. In Modalità di pagamento, inserisci i dati della configurazione:
  • Nome fattura
  • Indirizzo email per la consegna delle fatture
  • (Facoltativo) Indirizzo postale per l’invio delle fatture
  • Indirizzo di fatturazione
  • Contratto di servizio

Infine, clicca su Crea configurazione di fatturazione.

La configurazione appena creata sarà visualizzata all’interno dell’account amministratore dopo avere aggiornato la pagina.

Per approfondire vai qui.

Nel prossimo paragrafo vedremo come collegare il tuo Account Google Ads a Google Analytics e capire le tue performance pubblicitarie.

Dai un’occhiata al nostro corso Google Start e inizia subito a creare inserzioni per il tuo business con Google Ads!

Come collegare Account Google Ads a Google Analytics

Collegando l’Account Google Ads allo strumento Analytics puoi visualizzare diverse informazioni relative ai tuoi utenti:

  • come interagiscono con i tuoi contenuti (come le impressioni degli annunci o i clic sugli annunci)
  • come conseguono gli obiettivi di marketing impostati sul sito (come gli acquisti o il consumo di contenuti)

Ecco perché collegare Google Ads e Analytics:

  • Per visualizzare i dati su annunci e sito nei rapporti di Google Ads in Analytics.
  • Per Importare gli obiettivi Analytics e transazioni e-commerce nell’account Google Ads.
  • Per Importare conversioni dai vari device nell’account Google Ads
  • Per Importare metriche di Analytics (Durata sessione media e Pagine/Sessione) nell’account Google Ads.
  • Per migliorare, in generale, il remarketing di Google Ads con Google Analytics.
  • Visualizzare dati più completi nei rapporti di Analytics.

Ricorda che non puoi collegare Analytics e Google Ads se l’account amministratore o individuale Google Ads è disattivato/cancellato.

Ecco come collegare Google Analytics al tuo account Google Ads:

  1. Accedi a Google Analytics o aprilo dall’account Google Ads, basta cliccare su Strumenti e impostazioni e selezionare Google Analytics, seguendo le istruzioni
  2. Vai su Amministratore e scegli la proprietà da collegare
  3. Su  Proprietà, poi, clicca su Collegamento a Google Ads
  4. Fai clic su + e aggiungi un Nuovo gruppo di collegamenti
  5. Seleziona gli account Google Ads da collegare e fai clic su Continua.
    Ovviamente se hai un account amministratore Google Ads, bisogna collegarlo, oltre agli account secondari che vuoi aggiungere.
  6. Metti un titolo per il gruppo di collegamenti appena creato.
  7. ATTIVA il collegamento per tutte le viste della proprietà in cui vuoi i dati Google Ads.
  8. Per codificare manualmente i collegamenti a Google Ads, clicca su Impostazioni avanzate e poi Lascia invariate le mie impostazioni di codifica automatica.
  9. Infine, fai clic su Collega account.

Adesso gli account sono collegati.

Account -Google-Ads-e-Google-Analytics

Se hai scelto la codifica automatica (come consigliato da Google), Analytics assocerà automaticamente i tuoi dati Google Ads ai click dei clienti.

Capisci bene che, in questo modo, avrai dei dati preziosissimi per fare remarketing e intercettare utenti che hanno già interagito con il tuo sito o la tua inserzione.

Tra poco parleremo, invece, di come collegare un catalogo al tuo Account Google Ads.

Come collegare Account Google Ads a Google Merchant Center

Se hai un ecommerce o hai intenzione di avviarne uno, non puoi non sapere cos’è Google Merchant.

Google Merchant Center è uno strumento che ti permette di caricare il tuo catalogo prodotti in formato xml o altro su Google. In questo modo potrai sfruttare la vetrina prodotti di Google Shopping.

In pratica, se un utente cerca un prodotto che hai in vendita e che hai caricato su Google Merchant, hai la possibilità che venga visualizzato nelle ricerche…

Capisci bene quanto sia, perciò, importante collegare il tuo account Google Ads a Google Merchant Center.

  • Potrai sfruttare gli strumenti di vendita al dettaglio delle campagne Google Ads, se avrai impostato ed aggiornato i dati del catalogo presente su Merchant..
  • Potrai utilizzare questi dati per le campagne di remarketing dinamico.

Il collegamento tra l’account Google Ads e Merchant Center, permette ai dati dei tuoi prodotti Merchant Center di essere condivisi in Google Ads.

Le caratteristiche e le varianti dei prodotti, sono tutte informazioni disponibili che Google userà per intercettare le richieste degli utenti e farti ottenere conversioni.

Bisogna essere già utenti con un account Merchant Center per richiedere di collegarlo ad altri account.

Le richieste di collegamento degli account, come detto, puoi visualizzarle su Google Ads nella pagina Account collegati, nella sezione Impostazione del menu Strumenti e impostazioni.

Ricorda che puoi collegare più account Google Ads a un solo account Merchant Center o collegare più account Merchant Center a un solo account Google Ads.

Il proprietario dell’account Google Ads deve approvare la richiesta di collegamento. A questo punto, alcune informazioni e dati vengono condivise tra i due diversi account.

Per esempio, informazioni e dati sui prodotti del catalogo nel Merchant Center saranno quindi disponibili in Google Ads per la creazione delle inserzioni e delle campagne.
Allo stesso tempo, alcune statistiche di Google Ads, come i clic, saranno indicate nell’account Merchant Center collegato.

La rimozione del collegamento può essere richiesta sia dai proprietari o amministratori dell’account Google Ads, sia dagli utenti semplici di Google Merchant Center. Nessuno però, può modificare impostazioni dell’altro account.

Per intenderci, l’utente di Merchant Center non può gestire le campagne di Google Ads, così come l’admin di un account Google Ads non può agire sul catalogo collegato a Merchant Center.

Se il collegamento degli account viene rimosso, verrà interrotta anche la pubblicazione delle inserzioni e delle campagne Shopping. Queste ultime, infatti, attingono ai dati di prodotto presenti nell’account Merchant Center.

Pertanto, non potrai più creare nuove campagne in Google Ads che utilizzano i dati di prodotto disponibili sul catalogo caricato su Merchant Center.

Ecco come si collega l’account Google Ads all’account Google Merchant Center.

Innanzitutto, devi essere amministratore dell’account Google Ads.

L’operazione avviene in due passaggi: la richiesta che perviene sempre da Google Merchant Center e l’approvazione che si fa Google Ads.

Vediamoli insieme.

Per creare un collegamento al tuo account Google Ads:

  1. Vai nel tuo account Merchant Center, clicca sull’icona degli strumenti (icona ingranaggio) e poi vai su Account collegati su Impostazioni.
  2. Seleziona, ovviamente, Google Ads.
  3. Qui vedrai Il tuo account Google Ads, individua l’ID cliente Google Ads dell’account da collegare. E’ il codice di riconoscimento indicato nella parte superiore di qualsiasi pagina Google Ads.
  4. Infine, fai clic su Collega nella sezione Azioni.

Una volta conclusa questa prima fase, bisogna approvare la richiesta di collegamento su Google Ads.

L’invito verrà visualizzato in Google Ads alla pagina Account collegati di Merchant Center.

  1. Accedi al tuo Account Google Ads.
  2. Clicca sulla solita icona strumenti in alto a destra.
  3. Da Impostazione, vai su Account collegati.
  4. Seleziona Google Merchant Center e clicca su Dettagli.
  5. Scegli l’account da collegare. Qui visualizzi lo Stato della richiesta che indicherà Richiede approvazione. Vai su Visualizza richiesta nella colonna Azioni per rivedere i dettagli.
  6. Per approvare il collegamento, basta cliccare su Approva.

Nel prossimo paragrafo, parleremo di come risolvere un problema non frequente ma che potrebbe capitare nella gestione di account Google Ads: la sospensione dell’account.

Continua a leggere…

Account Google Ads sospeso: cosa fare e come evitarlo

Abbiamo già visto che ci sono dei parametri e delle norme cui Google tiene molto.
Nel caso di violazione ripetuta si può incappare nella sospensione del proprio account Google Ads.

In questo paragrafo vediamo in quali casi viene applicata questa rigida misura e come puoi fare per evitare la sospensione del tuo account.

Google, come detto, è molto rigida sui requisiti legali e tiene molto alla sicurezza dei propri utenti.

Ecco perché, qualsiasi azione (anche involontaria) da parte di inserzionisti che è reputata come fattore di rischio per Google, i suoi partner o i suoi utenti, comporterà la sospensione dell’account.

Gli inserzionisti riceveranno una notifica sia nel proprio account che via email, che li avviserà della sospensione.

Google mette a disposizione uno strumento per la risoluzione dei problemi dell’account, da cui controllare automaticamente lo stato o le sospensioni dell’account. Ecco il link.

Altre informazioni sugli account Google Ads sospesi:

  • Gli account sospesi permettono l’accesso agli utenti, tuttavia non possono pubblicare inserzioni o creare nuovi contenuti.
  • Altri account correlati all’account sospeso (come quelli con cui si condivide la stessa email o il metodo di pagamento e tutti quelli collegati allo stesso account amministratore) potrebbero essere sospesi a loro volta.
  • Anche gli account Merchant Center collegati all’account Google Ads sospeso potrebbero essere sospesi.
  • Nel tentativo di apertura nuovo account, questi potrebbe essere sospeso.

Le motivazioni per cui vengono sospesi gli account sono molteplici:

  1. Norme Google Ads

Mancato rispetto delle norme citate nei paragrafi precedenti e violazioni delle norme di Google Ads, fai clic qui  per saperne di più.

  1. Requisiti di età

Se viene rilevato che l’utente non abbia la maggiore età.

  1. Norme di Ad Grants

Mancata adesione o conformità alle norme di Google Ad Grants. È un regolamento che parla delle tipologie di campagne ammesse, il comportamento e il linguaggio da utilizzare nelle ads di Google.

Scopri di più sulle norme di Ad Grants.

  1. Attività dell’account non autorizzata

Nel caso Google riscontrasse attività che minano la sicurezza dell’account, questi verrebbe sospeso per ragioni di privacy ed evitare addebiti non autorizzati.

  1. Problemi di fatturazione e pagamenti

Molte casistiche relative a pagamenti e fatturazione possono incidere sulla sospensione dell’account. In caso di insoluti per fatture legittime emesse da Google, richiesta revoca di pagamento con fatture aperte in corso.

Prima di procedere a questa decisione, come detto, Google è solita avvertire l’inserzionista, via email.

Le violazioni ripetute o particolarmente gravi costringeranno Google a prendere misure a livello di account.

Un avviso relativo all’account non va preso sottogamba.

l’account resta attivo e gli annunci continuano a essere pubblicati. Tuttavia, dovresti iniziare a controllare che i contenuti pubblicati siano conformi alle norme.

L’immediatezza della decisione di Google dipende dalla gravità delle violazioni o dalla loro reiterazione.
Di solito, hai il tempo per ravvederti e correggere il tuo comportamento.

Una volta sospeso l’account, vi è l’immediata sospensione anche dei pagamenti e l’interruzione della pubblicazione degli annunci, fin quando non viene ritirata la sospensione.

Al termine della sospensione, vengono riattivati automaticamente l’account, i pagamenti e la pubblicazione degli annunci.

Cosa fare in caso di sospensione dell’account?

Durante il periodo di sospensione, bisogna controllare i tuoi contenuti di ogni inserzione e correggere le violazioni. Uno strumento utile è la cronologia degli annunci pubblicati, in modo da capire quale inserzione sia stata l’artefice della sospensione.

Per tutti i segreti di Google Ads ti rimando al nostro corso Google Start.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa, speriamo, interessante guida su uno degli strumenti più potenti e importanti per fare advertising online. Google Ads è uno strumento pieno di risorse al suo interno e, conoscendolo a fondo, ti permetterà di fare la differenza nel tuo business.

Ricorda che sfrutta il motore di ricerca più famoso e utilizzato, Google, che è progettato per soddisfare le ricerche degli utenti.

Se sarai bravo ad intercettare le parole chiave in questione, pubblicare inserzioni che creino conversioni diventerà un’operazione di routine.

Buon Advertising!

Alla prossima.

Vota adesso post
Vota adesso post

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
wam.png

Iscriviti alla nostra community!

Siamo più di 40.000 imprenditori, freelance, creators e influencer.

Siamo la più grande community di Marketers Italiani.  Eventi offline, corsi, professionisti ed esperti della rete. Marketers nasce con l'obiettivo di fornire know-how e strumenti a tutti coloro che voglio creare il proprio business digitale.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Stai per accedere gratis al nostro gruppo privato.

Al suo interno troverai tips, strategie e consigli avanzati per lanciare il tuo Business Online.

Inserisci i tuoi dati per ottenere l’accesso immediato.

-3 settimane al connect

Il conto alla rovescia continua: manca poco, sempre meno.

Connect è il Retreat Digitale targato Marketers durante il quale imparerai a vedere ciò che gli altri non vedono per fare ciò che gli altri non fanno.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers