wearemarketers
4-64-Esports-guida-home-office

Routine Content: ecco la nostra procedura per creare contenuti premium per cui farsi pagare

Ciao,

questa 4/64 è accompagnata da una certa aria di cambiamento.

Abbiamo ascoltato un po’ quello che ci avete detto, ridisegnando alcune parti della newsletter premium di Marketers per farla essere quanto più utile ai Marketers.

Già da questo numero noterai qualche modifica. La più consistente?

TG Dario: la notizia sarà solo il punto di partenza per presentare una discussione a tema di alcuni membri della Family (che non si trattengono mai dal lanciare degli utili tips).

Non ti anticipiamo nulla…

Andiamo?

⚠️ Ecco cosa vedremo in questo numero di 4/64:

  • Un Marketers Insight con prospettive e trend in crescita del mercato globale degli E-sports;
  • Una guida alla content selection creata a partire dal lavoro quotidiano del team content di Marketers;
  • Il caso Facebook VS Apple e ciò che un advertiser dovrebbe sapere per resistere ai cambiamenti in arrivo (in un TG Dario 2.0)

Ma prima, come sempre…

SBAM! Not SPAM 😎

🔎 Da tenere sott’occhio: E-sports

  • Secondo gli analisti, il valore di mercato pari a 1,1 miliardi di dollari nel 2019, arriverà a 6,82 miliardi entro il 2027.
  • Sempre più appassionati seguono gli esports: nel 2020 il pubblico è cresciuto ancora toccando i 646 milioni di persone (Statista).
  • I tornei più noti hanno raggiunto e coinvolto più persone dei più noti tornei mondiali tradizionali: la finale di League of Legends del 2019 ha attirato oltre 100 milioni di spettatori con un picco di 44 milioni; in confronto, la finale maschile di Wimbledon ha raggiunto il picco di circa 9 milioni.
  • La spesa dei consumatori in tutto il mondo per i giochi ha raggiunto i 194 miliardi di dollari lo scorso anno.

Nel nuovo Marketers Insight, che puoi leggere in community, ci siamo addentrati in ogni aspetto di questo mercato fino a delineare la “ricetta del successo” di alcuni dei business più interessanti del settore.

Vuoi un piccolo assaggio?

  • Un'attenzione particolare alla salute psico-fisica degli atleti (si, sono atleti a tutti gli effetti) fa e farà sempre più la differenza.
  • Massimo coinvolgimento per vivere l'esperienza nel modo più immersivo che tu possa immaginare. La realtà virtuale, insomma, che oltrepassa i confini e diventa più fisica possibile.
  • Via ai modelli di business alternativi, perché no, che prevedano anche il modo più semplice di usufruire di tutti i prodotti e le tecnologie a disposizione sul mercato: il noleggio.

👀 A chi ispirarsi?

  • Ad aziende come Madmonk, produttrici di integratori composti solamente da ingredienti naturali che garantiscano ai gamer livelli di energia costanti senza incorrere in aggiunte pericolose per la salute.
  • Ad app come Skrmiish che consente a streamer, giocatori, team e brand di creare e monetizzare la propria esperienza di gioco competitiva in modo semplice e intuitivo.
  • A strutture come l'iHotel di Taiwan che uniscono l'esperienza rilassante di un soggiorno in un hotel con l'esperienza di socializzazione e divertimento tipica di un'arena di esports.
  • A idee come quella del gilet Korfx che promette di farti sentire fisicamente spari ed esplosioni in una perfetta realizzazione di realismo ambientale.

💣 Previsioni di mercato

  • Crescerà sempre più la necessità di prodotti che rispondano alle esigenze del gamer e del pubblico. Che si tratti di attrezzatura necessaria per lo streaming o di dispositivi indossabili con i colori del proprio team del cuore, si va in quella direzione.
  • È probabile che nei prossimi anni assisteremo allo sviluppo di programmi di allenamento per i giocatori che mirino a gruppi muscolari specifici o a costruire la resistenza mentale. Ben vengano fisioterapisti, coach e psicologi.
  • Circa la metà del mondo di esports è al femminile: il mercato prima o poi dovrà andare anche in quella direzione. Quando crescerà la consapevolezza, vi sarà la necessità di prodotti pensati per le ragazze.
  • Salute mentale: strada sempre più spianata per le app di meditazione che stanno già salendo alle stelle. Sarebbe utile, ad esempio, un'app per aiutare i gamer a gestire i propri livelli di stress.
  • Avranno sempre più successo le aziende che ruotano intorno all'organizzazione di eventi: che sia catering, personale addetto o sale specifiche per fare delle feste a tema, sarà una cosa di cui tener conto.

Nel nuovo Marketers Insight dedicato agli esports troverai tutto questo e molto di più.
Ti consigliamo davvero di non perderlo:

LEGGILO ORA

🚀 In azione

📚 Marketers Content Routine

La creazione di un contenuto può richiedere ore e ore di lavoro.

Nelle prossime righe vedremo qual è la routine che il Team Content di Marketers segue per creare contenuti premium, come proprio 4/64.

Prendi tutti gli spunti che vuoi per creare o migliorare la tua content routine.

📌 I principi di una content routine efficace

Una routine non è altro che un’abitudine, quindi in questo caso quello che ti serve è capire come sviluppare una buona predisposizione a leggere e consumare contenuti con costanza.

Per capire come farlo e acquisire questa abitudine, puoi seguire i 3 principi che il Team Content ha adottato per strutturare la sua routine:

Iscriviti a PRO per leggere questo contenuto.

Questo contenuto è riservato agli iscritti a Marketers PRO. Scopri tutti i dettagli e unisciti alla community.

Accedi a Marketers

Non hai un account? Iscriviti adesso.

Iscriviti gratuitamente a Marketers o accedi per utilizzare questa funzione. Riceverai anche 20/80, la nostra newsletter con strategie e notizie di marketing e business.

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Bundle Metodo Marketers

Ricevi una notifica quando tornerà disponibile il Metodo Marketers